L'Acquedotto Pugliese ha un solo futuro

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Antonella Laricchia, Gianluca Bozzetti e Marco Galante (MoVimento 5 Stelle Puglia)

L’Acquedotto Pugliese (AqP), il più grande acquedotto d’Europa, è sotto attacco! AqP ha la forma giuridica di una società per azioni di proprietà esclusiva della Regione Puglia, che ha in concessione le quote fino al 31 dicembre 2018.

Per il Movimento 5 Stelle il futuro di Acquedotto Pugliese è uno solo: la sua trasformazione in ente di diritto pubblico, come gli Italiani hanno deciso con il Referendum del 2011. Per questo abbiamo già iniziato a lavorare da tempo ottenendo risultati importanti.

Michele Emiliano, purtroppo, ha un’idea totalmente diversa e sta predisponendo tutto il necessario per la svendita di Acquedotto Pugliese evidentemente anche per crearsi un po’ di alleati politici illustri in vista della sua scalata interna al PD.

Eccone le prove:

1) ad aprile 2016, la Giunta Emiliano delibera la nomina a Presidente di Acquedotto Pugliese dell’ing. Nicola De Sanctis, con un curriculum di amministratore delegato di Iren e di Presidente di E.on Italia.

Il messaggio è chiaro: invece che lavorare alla ripubblicizzazione di AqP, gli si sta preparando un futuro da multiutility, espandendo il mercato a tutto il Sud, cercando addirittura accordi con l’Albania lasciando trascorrere il tempo noncuranti dell’avvicinarsi della scadenza della concessione; tutto ciò con il rischio che non rimarrà altro da fare che affrettarsi a mettere a gara la vendita delle quote aprendo così all’ingresso dei privati nell’ente che gestisce il bene pubblico per eccellenza, l’acqua. Rischieremmo così di assistere alla rimodulazione delle tariffe senza controllo, per gli scopi più diversi, come quello ad esempio di recuperare il mancato introito dovuto a politiche di risparmio del bene comune acqua, come accaduto per Acea.

Qualcuno pensa di vendere le quote ai Comuni ma se in un primo momento, si può pensare che questo lascerebbe pubblica la proprietà delle quote, nella realtà delle cose, allontanerebbe di molto la possibilità di una ripubblicizzazione dal momento che per avviare tale operazione, la Regione dovrebbe prima tornare ad essere il proprietario unico del pacchetto azionario.

2) Ma non solo! In occasione della riforma dei Consorzi di Bonifica, la Giunta Emiliano ha tentato di passare, il 1 dicembre 2018, ad Acquedotto Pugliese le funzioni irrigue. Un passaggio che sarebbe servito a rendere più succulento il piatto AqP prima della sua svendita e che avrebbe potuto causare un aumento dei prezzi dell’acqua per gli agricoltori. Un rischio per fortuna sventato grazie all’intervento del Movimento 5 Stelle. Ma il tentativo è solo rimandato.

3) Al fine di realizzare questo disegno, in AQP si sta sistemando una vera e propria piovra di cui a giorni daremo nomi e cognomi. In questi giorni si sta attuando una rivoluzione dell'organizzazione del personale senza precedenti con procedure di cui tra l’altro stiamo verificando la regolarità. Avantieri si sarebbe dovuto tenere un Consiglio di Amministrazione di Acquedotto Pugliese che avrebbe ratificato la nomina di 4 dirigenti sulle cui procedure di assunzione è mancata la trasparenza. Il Cda avrebbe inoltre dovuto assumere in pianta organica il Presidente de Sanctis, addirittura quadruplicandone lo stipendio portandolo da 60.000€ a 240.000€. Non è un caso che, nonostante le nostre richieste ufficiali sia in Commissione che inoltrate via PEC, de Sanctis si sia sempre rifiutato di fornirci il Piano Strategico di Sviluppo di AQP e il Piano di Sviluppo del Personale. Documenti che se non arriveranno per tempo andremo presto a chiedere di persona.

Anche in questo caso, solo grazie al tempestivo intervento del M5S Puglia la discussione nel CdA è stata rinviata e, forti di un parere pro veritate di un avvocato esterno, starebbero procedendo con queste assunzioni che tuttavia devono essere approvate anche dalla Giunta. Noi non molliamo! Abbiamo appena depositato una maxi interrogazione inviata alla casella postale di tutti gli Assessori diffidandoli dall’approvare quelle assunzioni, qualora il Cda le ratifichi, senza aver richiesto un parere all’Avvocatura Regionale.

Possiamo inoltre confermare che nel CdA siede una Consigliera, la dott.ssa Pace, che deve essere valutata da un OIV il cui Presidente, Cusmai è un suo ex collega dello studio Sabelli di Roma. Particolare questo, “stranamente” omesso dal Curriculum pubblicato sul sito di AQP e che è stato reperito in rete e poi confermato a seguito di nostra richiesta.

Noi del Movimento 5 Stelle Puglia continueremo a lavorare per la ripubblicizzazione dell’Acquedotto Pugliese. In estate infatti, con fatica, siamo riusciti a far approvare la nostra mozione per istituire un tavolo tecnico paritetico formato da 5 attivisti scelti dal Forum per l’Acqua Pubblica e 5 figure scelte dalla Giunta Regionale per decidere il futuro dell’Acquedotto Pugliese coerentemente con il risultato referendario del 2011.
Al tavolo, che in Commissione la segreteria del Presidente ci ha assicurato dovrebbe essere istituito a gennaio 2017, abbiamo chiesto inoltre di invitare al tavolo il Prof. Lucarelli: l’unico ad aver avviato in Italia un processo di ripubblicizzazione di un ente idrico, a Napoli, dove Arin S.p.A. è stato trasformato in Acqua Bene Comune Napoli.
Nel frattempo dobbiamo tenere gli occhi aperti per fermare il disegno che vogliono portare a termine in barba al risultato referendario del 2011 e per farlo abbiamo bisogno di tutti voi, condividete e aiutateci a farlo sapere a tutti.
L’acqua deve essere PUBBLICA!

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Vito murri 1 anno fa
    http://www.aqp.it/portal/page/portal/MYAQP/Trasparenza/Disposizioni%20generali/statuto.pdf
  • Vito murri 1 anno fa
    Mentre ci interroghiamo....in gran silenzio è stato già variato (leggete la data in calce) lo statuto di acquedotto pugliese e pare nessuno si sia posto delle domande. Acqua pubblica?? A me sembra una multiutility di fatto! : http://www.aqp.it/portal/page/portal/MYAQP/Trasparenza/Disposizioni%20generali
  • finelli leonardis Utente certificato 1 anno fa
    Dio è grande ! La signora Anissa KHERALLAH posso solo dire grazie per la vostra attenzione e aiuto , per farmi concedere un prestito di 10.000 euro. Dio vi benedica per tutto il bene che hai fatto per la gente . Sarebbe disonesto se non capisco le persone che in realtà sono il buono e perfetto, persona di cui ci si può contare per un prestito veloce e serio. Contattare questa donna a questo indirizzo : developpement.aide@gmail.com la persona che ora è a fare di me un essere felice e buona giornata a tutti voi
  • Filippo Narco 1 anno fa
    Consiglio questa lettura: http://www.melascrivo.it/la-gestione-dellacqua-al-tempo-dei-manager/
  • luigi carbonaro 1 anno fa
    Troppo tardi.... la lettera di auto-nomina-assunzione è stata gia firmata e protocollata in AQP.....al di là di tutte le chicchiere...
  • genova genova Utente certificato 1 anno fa
    A TUTTI I TROLL CHE IMPESTANO QUESTO BLOG , RICORDO CHE PER IL REDDITO DI CITTADINANZA NON CI SONO I SOLDI, MA CHI SA' PERCHE' PER SALVARSI LE LORO BANCHE, COMPRARSI STUPIDI AEREI ETC. ETC. LI TROVANO SEMPRE!!! POI SE VOLETE LAVORARE VOI, I VOSTRI FIGLI E I VOSTRI NIPOTI E FARVI SFRUTTARE DA LUNEDI A DOMENICA A 600/700 EURO AL MESE PER TUTTA LA VITA SIETE LIBERI DI FARLO E NON RICHIEDETE IL REDDITO ALLORA! IO INVECE SONO STANCO DI ESSERE SFRUTTATO PEGGIO DELLE BESTIE RIPOSANDO MASSIMO 4 GIORNI AL MESE E FARE ALMENO 50 ORE SETTIMANALI DI LAVORO E DI PRENDERE 700 EURO! ANDATECI VOI TROLL A LAVORARE IN QUESTE CONDIZIONI E MAGARI SPERO CHE VI PAGHINO COI VOUCHER PER LEVARVI L'ULTIMA DIGNITA' CHE ANCORA VI RESTA, SEMPRE CHE A VOI TROLL NE RESTI ANCORA DI DIGNITA'! BASTA SCHIAVI SUL LAVORO , SI AL REDDITO DI CITTADINANZA!!!
  • giovanni c. Utente certificato 1 anno fa
    Egregio sig. EMILIANO ,cerca di non commettere errori sulla questione acqua perchè non te le perdoneremo. L'acqua è pubblica e come ex magistrato lo sai benissimo. OCCHIO ,altrimenti ne trarremo le conseguenze politiche .
  • Gianfranco B. Utente certificato 1 anno fa
    Come molti referendum, quello dell'acqua, fu capito anche dai più ottusi. Il problenma, come spesso accade, quando ci sono interessi colossali di controllo e economici, è che del risultato del referendum, se ne battono le palle e vanno per lo roro laida strada asfaltata di mazzette. Negli anni a venire l'acqua sarà più strategica dell'energia. Dobbiamo impedigli, con tutti i mezzi, che venga privatizzata. Dovremmo mettere in costituzione che le riserve idriche e naturali sono inalienabili. Saluti Talelbano
    • sanchez olivia Utente certificato 1 anno fa
      Ciao io sono OLIVIA SANCHEZ infermiere a Lima Sto cercando di prestito è stata di 3 anni mi sono rifiutato dalla mia banca. Ho visitato questo sito di annuncio di prestito tra particolare sul serio in tutto il mondo e ho incontrato una donna meravigliosa, che si chiamava Signora Anissa Kherallah di nazionalità francese che aiuta ogni persona in Portogallo, Francia, Martinica, Guadalupa, Riunione , Nuovo , Italia , Polinesia e altri che li rende i prestiti e che mi ha dato un prestito di 20.000 euro che mi devono rimborsare più di 15 anni, con un basso interesse, e ieri sera ho ricevuto il denaro senza protocollo. Bisogno di credito personale , la vostra banca si rifiuta di concedere un prestito, non guardare qualsiasi ulteriore lei è la migliore. Ecco il suo indirizzo di posta elettronica : developpement.aide@gmail.com
    • Gianfranco B. Utente certificato 1 anno fa
      Buono a sapersi. Ciao Talelbnano
    • Oronzo Barberio Utente certificato 1 anno fa
      Mi spiace, ma pochi hanno capito il referendum sull'acqua. Abbiamo abrogato una legge che OBBLIGAVA i comuni a privatizzare l'acqua. Resta quindi la possibilità che il comune decida, senza essere obbligato, di privatizzarla; e siccome in genere conviene (agli amministratori, non alla gente) la privatizzano. Politicamente è una presa per il culo, ma giuridicamente non fa una grinza, l'esito del referendum lo permette.
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 1 anno fa
    Saranno duecento anni che si discute dell'acquedotto pugliese e ancora non si è' trovata una soluzione decente. È' una vergogna.
  • mario magnani 1 anno fa
    MI RISULTA CHE CI SONO CIRCA 20 AUTO BLU.....PER COSA???
  • flavio guglielmetto mugion Utente certificato 1 anno fa
    Una volta si irrigava usando l'acqua dei fiumi npn potabile. Ora ?????? Torniamo alle origini.
  • Dr Massimo Schiavi 1 anno fa
    NON MI INTERESSA SAPERE CHI HA LA PROPRIETA' DELL' ACQUESDOTTO PUGLIESE ! VOGLIO PUNTUALIZZARE CHE LE ACQUE VENGONO UTILIZZATE PER IRRIGARE I CAMPI DELLE AZIENDE CHE PRODUCONO ENORMI QUANTITATIVI DI FRUTTA E VERDURA ! NON MI RISULTA CHE QUESTE AZIENDE SIANO TENUTE AD APPROVIGGIONARSI DI ACQUA PER USO UMANO E NON PER USO AGRICOLO ! QUESTO E' LO SCANDALO PIU' GROSSO DI QUESTA MATERIA ! Max938
  • Paola Zito 1 anno fa
    Bravissimi, siete davvero formidabili! Forza speriamo, vi prego, in un futuro migliore. CORAGGIO! Un alunno di campagna un giorno scrisse: " La rana goffa goffa.. coppó!" Voleva dire: " La rana tanto si gonfió che scoppiò!" Se non toglierete il fiato dal "loro" collo, saranno il nulla dopo bolle di sapone. Ma si guardano allo specchio? È sul piano dello specchio che... compare la coscienza che "parla", urlaaaaaaaa! PROVARE X CREDERE. Paola
  • Dario L. Utente certificato 1 anno fa
    Bravissimi, siamo e saremo con voi!
  • Marina V. Utente certificato 1 anno fa
    Bravi! Continuate a lavorare e informateci sempre sulle battaglie e proposte del movimento! Chiedo anche di avere informazioni sull'operato della giunta Raggi , di questi sei mesi d'insediamento a Roma. I giornali scrivono solo di cose negative! Grazie io voto m5s
  • Adelaide C. Utente certificato 1 anno fa
    GIU' LE MANI DALL'ACQUA PUBBLICA!!!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus