Storia di ordinaria povertà assoluta

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

poveroassoluto.jpg

E' diventato povero assoluto ma non se n'era accorto.

"Sono un povero assoluto. E' una storia triste?
Ho compilato il questionario sul sito dell'ISTAT e sono rimasto malaccio. Bisogna che spenda 1.798,22 euro al mese, avendo la mia famiglia 5 persone. E meno male che da 9 anni fa ho finito i mutui per casa, mezzi ecc.

Uno dei figli lavora. La seconda ha finito la scuola, quindi cerca, un po', lavoro, e il terzo non ha nemmeno finito le medie. Io sono, purtroppo, pensionato causa invalidità, la moglie, dovendo assistermi, può lavorare solo 4 ore. E' una storia triste, raccontata così.
Però prima della mia invalidità, andare sopra ai 2.300 euro al mese non era semplice, la famiglia era sulle mie spalle. La tassazione, quando sei in proprio, e io ero in proprio, e devi emettere fattura, ti fa morire, o ti fa finire invalido, spesso.
Io non gioco ai gratta e vinci, ho smesso di fumare 20 anni fa, e con meno di 1798.22 euro al mese la famiglia va avanti. Tutti i figli hanno il loro smartphone, ovviamente non l'apple. I ragazzi, escono la sera senza problemi. Le grandi marche sono sconosciute in casa, e anche le cene/pizze in ristorante sono un ricordo. Alla fine non è una storia tanto triste, anche perchè, andare a nei posti dove si fa le ferie, personalmente era uno stress che sopportavo per trovare ragazze, ma l'altra metà del cielo, l'ho incontrata al lavoro, dove le persone sono sincere.
Quanti di voi sono POVERI ASSOLUTI, magari senza saperlo?" Paolo Z., Crocetta

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Roberto D'Aniello 2 anni fa
    Non parlate della poverta' al Sud? Interi quartieri periferici tutti abitati da famiglie che faticano ad arrivare a 1000 euro al mese? Anche la beffa di non essere considerati 'poveri' dallo stato italiano perche' artificialmente ha alterato il concetto di poverta' relativa fa Sud e Nord, per non riconoscere politiche di aiuti dallo stato al Sud!
  • Franco Della Rosa 2 anni fa
    OCCORRE SCRIVERE A CHI HA SPESO 5-6.000 MILIARDI IN AUTOMEZZI COMPRATI ALL'ESTERO CHE HANNO FATTO PERDERE 2.000.000 DI POSTI DI LAVORO !!! OPPURE A CHI HA COSTRUITO LE CITTA' INUTILI !!! ROMA HA 800.000 ALLOGGI VUOTI !!! ECC. ECC. !!!
  • Franco iannucciello 2 anni fa
    Cari amici del MV5S è proprio così io sono uno di quelli celibe ché lavoravo di notte con il mio contratto di lavoro come custode a milano una amministratore corrotto dagli inquilini. Se non passavo di giorno per risparmiare, passando di pomeriggio a mille cento euro è di notte mille seicento ,infatti sono quattro anni ché non vado in ferie 'è non arrivo a fine mese anche prima ,purtroppo se non accettavo con ricatto mi licenziavano ,questi Inquilini sono proprietari di casa di valore. Un milione 600 mila è sono tutti di amici di Berlusconi il pregiudicato ....tutti noi c'è una storia triste le famiglie ancora peggio tutta la mia compressione bisogna andare anche a Roma per una spallata finale quella melma devono andare via tutti senza pietà !!! Franco WMV5S
  • Roberto Centracchio 2 anni fa
    Democrazia in crisi, corrosione del sociale La politica economica adottata dall’unione europea e nel nostro Paese non è altro che una evoluzione dell’economia smithiana che ci porta ad un capitalismo sempre più aggressivo da trasformare le popolazioni in consumatori da sfruttare come avviene per i polli d’allevamento. A tal modo vengono rifocillati nel trogolo dei consumi indotti. e non solo. L’accaparramento delle materie prime di tali prodotti, spesso “inutili” hanno un costo, non solo di vite umane, ma per continue vere e proprie truffe. Chi ci garantisce la sicurezza di ciò che ci alimentiamo; anche sotto il profilo farmaceutico? In pratica credo nessuno. Troppi sono gli interessi economici delle lobby dei vari settori. L’aria che respiriamo, soprattutto nelle grandi città è avvelenata, ciò che è ancor grave, non ce ne rendiamo conto, nemmeno per le conseguenze sociali che ne derivano. La esasperata cementificazione del Paese è un altro cancro generato dalle lobby del settore, che ha contribuito ad un urbanesimo esasperato a danno della stessa agricoltura. Le stesse dipendenze da droghe e da gioco, aumentano le spese nel settore sanitario-ospedaliere. Le lacrime di coccodrillo dei nostri politici nei confronti dei migranti e le relative accoglienze non sono altro che recepimento di ulteriori consumatori. Non importa con quali mezzi, leciti o illeciti, costoro possano utilizzare ciò che necessita per la loro sopravvivenza, basta che consumano. Una economia basata solo sullo sviluppo economico attraverso la produttività, senza il sociale, porta inevitabilmente ad una popolazione di alienati mentali con sviluppi delinquenziali e degrado sociale e generazionale.. Vedremo sempre più aumentare la povertà dei popoli a favore di pochi gruppi che arricchiranno sempre più. Roberto C.-Roma-
  • achille . Utente certificato 2 anni fa
    io sono pure divorziato...e nessun figlio lavora!
  • sergio cotrona 2 anni fa
    io sono un povero assoluto e purtroppo lo so.meno male che non ho il mutuo
  • Alessandro P. Utente certificato 2 anni fa
    Credo che il questionario sia scritto male: (wiki) la soglia di povertà è un livello di reddito al di sotto del quale una famiglia o un individuo vengono considerati poveri"; invece nel questionario diventa "Una famiglia è assolutamente povera se sostiene una spesa mensile per consumi pari o inferiore a tale valore monetario" cioè sei povero anche se hai un sacco di soldi ma non li spendi(???). Da distinguere la soglia di povertà assoluta con la povertà assoluta che è invece quello che intuitivamente si intende ovvero l'impossibilità ad avere beni primari (cibo vestiario casa e simili).
  • Antonio . Utente certificato 2 anni fa
    #autoctoni
  • Antonio . Utente certificato 2 anni fa
    #autoctoni saremo tutti sostituiti dai nuovi italiani!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus