Il #ProgrammaBeniCulturali del MoVimento 5 Stelle

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.


di MoVimento 5 Stelle

Nel 2014 è stato introdotto il cosiddetto art bonus per le erogazioni liberali a favore della cultura. La legge di stabilità del 2016 ha reso permanente questo provvedimento che prevede un credito d’imposta per le persone fisiche e giuridiche che effettuano erogazioni liberali in denaro, per interventi a favore della cultura. Preso atto dei benefici derivanti dal mecenatismo culturale, sarebbe utile, a nostro avviso, apportare delle migliorie all’attuale sistema. Da un raffronto con gli altri ordinamenti europei, il sistema francese si distingue per completezza e validità di funzionamento. Abbiamo quindi deciso di sottoporre alla rete la scelta di quali migliorie recepire per permettere di implementare il sistema italiano.

L’Italia è un grandissimo museo diffuso, il più grande museo a cielo aperto del mondo. Negli ultimi 3 anni, il sistema dei beni culturali e del paesaggio, è stato normato da una serie di nuove regole: la cosiddetta riforma Franceschini. La riforma Franceschini non tiene conto delle realtà territoriali e del necessario decentramento amministrativo che il ministero deve avere per assicurare un’efficiente organizzazione.

Franceschini ha puntato sulla valorizzazione soltanto di quei beni culturali considerati grandi attrattori turistici come la Reggia di Caserta, o gli scavi di Pompei. Tutto il resto non esiste. Questo ha creato una situazione drammatica e paradossale per i musei provinciali, i musei comunali, le biblioteche, gli archivi, tutti quei luoghi della cultura considerati minori, ma che minori non sono, perché all’interno hanno gioielli inestimabili. Noi vogliamo la valorizzazione di tutto il nostro patrimonio diffuso. Una grande riforma parte, prima di tutto, dalla conoscenza del nostro patrimonio culturale. Come dobbiamo fare? Facendo un’opera di catalogazione. Soltanto dopo possiamo intraprendere il nostro percorso di tutela e valorizzazione che il patrimonio culturale si merita, e abbiamo bisogno di professionisti qualificati.

Noi del Movimento 5 Stelle possiamo veramente fare la differenza. La tutela e la valorizzazione dei beni culturali, oltre a creare bellezza diffusa e a rendere più vivibili i nostri territori, sono l’occasione concreta per far ripartire la nostra economia.

Uno dei temi che affronteremo nel programma cultura riguarda i servizi aggiuntivi, ovvero tutti i servizi che i cittadini possono ritrovare all’interno, ad esempio, di un museo: quindi stiamo parlando della bigliettazione, delle guide, delle audioguide, dei prodotti editoriali, delle mostre, del guardaroba, insomma tutti questi servizi che consentono di valorizzare un museo e di fruirlo nella maniera adeguata. Questi servizi sono fondamentali perché, pensiamo a come possano sviluppare la cultura all’interno dei più giovani... Questi servizi hanno una grande importanza in termini di valorizzazione ma anche in termini economici e qua si apre uno scenario tra pubblico e privato: chi deve gestire questi servizi aggiuntivi? Ecco che questo potrebbe essere uno dei temi di discussione che affronteremo insieme ad alcuni esperti che ci aiuteranno a capire al meglio le tematiche, a sviscerarle, e a scegliere in maniera consapevole, perché proprio voi sarete a scegliere i punti che andranno a far parte e a costruire il programma cultura del Movimento 5 Stelle. Buon voto!

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • domenicofinanceplus 4 mesi fa
    Ciao, signor e signora Offerta di prestito di denaro tra un privato di 2000€ 30. 000. 000€ Tutte le persone che sono in grado di rimborsare con interesse la percentuale del 3%. Grazie Vuoi essere contattato da persone seri, per poter rimborsare i prestiti. Vi preghiamo di contattarci via e-mail - posta per ulteriori informazioni domenicofinanceplus@outlook.com domenicofinanceplus@outlook.com
  • Dino Colombo. Utente certificato 4 mesi fa
    P.s. Sempre nella stessa sezione leggo che il proprietario dell'immobile occupato abusivamente dai 'richiedenti asilo' in via Curtatone a Roma già dal 2013, ha dovuto pagare oltre alle "tasse di proprietà" (240 mila euro l'anno) anche le spese di acqua e luce (575 mila euro all'anno)... Spese che sicuramente avrà richiesto indietro a qualcuno...forse allo Stato?..Regione? Comune? Quindi soldi DELLE TASSE DEI CITTADINI... Ha ragione la Boldrini...che gli immigrati sono delle 'risorse'... Risorse che se ne vanno...
  • Dino Colombo. Utente certificato 4 mesi fa
    O.T. Oggi ho dovuto ripiegare su un altro quotidiano (la repubblica, che non leggo più da anni..ma avevo del tempo da impiegare leggendo qualcosa) non avendo trovato in due edicole il "Fatto Quotidiano". E leggo nella seconda pagina questa notizia: Domanda: "I rifugiati hanno diritto ad avere la casa"? Risposta: "NO...Lo statuto di rifugiato consente l'accesso allo studio, lo svolgimento di un'attività lavorativa(...) l'accesso al PUBBLICO IMPIEGO(! Questo al proposito del fatto che gli immigrati svolgono i lavori che gli italiani NON VOGLIONO PIU' FARE! infatti sono milioni gli italiani che RIFIUTANO UN POSTO PUBBLICO...ndr)l'iscrizione aql servizio sanitario, il diritto alle prestazioni assistenziali INPS, e all'assegno di maternità concesso dai comuni". Quindi il 'diritto' che lo Stato gli procuri anche una casa non ce l'hanno... Poi leggo in un'altra pagina,a proposito delle nuove norme in fatto di sgombero di immobili occupati abusivamente che sta preparando il Ministro Minniti, il quotidiano fa riferimento a "una fonte qualificata del Ministero dell'"Interno" che dice: "Tra le disposizioni ci sarà sicuramente quella di non autorizzarli (gli sgomberi...ndr)se prima non è stata concordata una sistemazione dove alloggiare CHI NE HA DIRITTO" Ora fatemi capire...gli sgomberati dal palazzo di piazza Indipendenza a Roma sarebbero tra quelli che "ne avrebbero diritto"? Rispetto a quale norma? O ci troviamo di fronte alla solita schizofrenia legislativa di uno stato che fa e dice tutto e il contrario di tutto? In pratica facendo come cazzo gli pare???
  • Fabio T. Utente certificato 4 mesi fa
    https://youtu.be/GDmZYZXEcIU Questa villa romana si trova a Gioiosa Jonica: una meraviglia che ho potuto vedere. Abbiamo un paese stupendo con migliaia di perle incastonate qua e là e lo si scopre tante volte per caso. (Visitate la Calabria , terra bellissima )
    • antonnio d. Utente certificato 4 mesi fa
      L'Italia, è il più bel paese del mondo, per i paesaggi, per l'arte, per la letteratura, ma popolato da tanti segmenti fecali di forma cilindrica.
  • GIANCARLO O. Utente certificato 4 mesi fa
    ARTEM PRO DOMO SUA. Q U O D? Franceschini ha puntato sulla valorizzazione soltanto di quei beni culturali considerati grandi attrattori turistici come la Reggia di Caserta, o gli scavi di Pompei. Ha persino dimenticato la grande Ferrara, la sua città natale!
  • Fabio T. Utente certificato 4 mesi fa
    https://youtu.be/wn7KQEWGN9c M5⭐ al governo o sarà la fine.
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 4 mesi fa
    Una iniziativa utile ad espandere l'offerta turistica sarebbe quella di "educare" la agenzie di viaggio e gli operatori turistici ad offrire dei pacchetti che, partendo da un sito famoso, comprendano anche località circostanti altrettanto interessanti ma ignote ai più', soprattutto ai turisti stranieri. In tal senso dovrebbero attivarsi le singole Regioni, anche in collaborazione tra lori.
  • Gian Paolo ♞ 4 mesi fa
    A Rimini, stanotte una coppia è stata picchiata, derubata e lei ripetutamente violentata in spiaggia. Gli aggressori erano 4, "probabilmente nordafricani". Il gestore del bagno dove è accaduta la violenza dice che Rimini è una città sicura (sic!), ma che dall'una alle cinque sono ore "delicate". Forse, intendeva che lo Stato a quell'ora va a dormire e cede il posto all'"integrazione".
  • eranopoinonpiu'diunoduetre 4 mesi fa mostra
    c'è nessuuuuno?!! https://m.youtube.com/watch?v=qSxYjG_I1Y0
  • matteo la cara 4 mesi fa mostra
    a nome di mov 5s vercelli e provincia,,regione,,,ok,,on dep,,mirco busto,,e reg andrissi e i ex soci,, oggi in ps,,già,,uno il,capo e in pd il,vice e ad ischia terremotato doc ergo annate a fare i,,kul,de sac robespierianamente come enti localki e un fallimento,mov 5s ok vc n1
    • Cifrari codice 4 mesi fa mostra
      pink pallin,va al ristorantin e si mangia spaghettin con litrozzo de vin, ok
  • Mancu li cani 4 mesi fa
    In Italia ci sono dei centri storici davvero malandati , situazioni estreme come l'uso di un palazzi storici crollati adibiti a pollai, i vicini edifici sorretti, da anni, da traverse in ferro per pericolo crollo, piazze ztl con macchine parcheggiate e olio del motore che affresca i basulati, ecc. ecc. , edifici storici di privati (lasciamo stare quelli comunali) abbandonati a se stessi. Una legge che potrebbe dare la possibilità del loro recupero riqualificherebbe in modo incisivo il decoro di certi luoghi, decoro che questo governo incostituzionale non può avere per sé, figuriamoci quanto caxxo se ne può sbattere delle piccole realtà storiche!!!
  • D. Pavan Utente certificato 4 mesi fa
    Da Notav.info: IN VALLE, MA FUORI DAI NS. CONFINI In passato, sono stati tanti i tentativi di “uscire dalla valle” o “portare la valle in città” ma nessuno ha purtroppo dato risultati duraturi. Conosciamo bene la complessità delle lotte, le specificità dei territori e proprio per questo non abbiamo mai pensato di invitare a replicare altrove la Val Susa. Ma siamo consapevoli altresì di come la lotta valligiana sia un grimaldello per altre lotte, un esempio vivo e vegeto di come la lotta possa essere il vero antidoto ai rapporti di forza di questa società. Vedere le bandiere notav ai cortei, in Italia e nel mondo, non può che essere positivo, così come veder sbocciare piccole e grandi mobilitazioni in ogni angolo d’Italia sentendo dire “facciamo come in val Susa”. Ma questo non può bastare né a noi né ad altre lotte. Ci serve uscire dai nostri confini, che rappresentano una grande forza così come una debolezza, ci serve ossigeno, ci serve più aria e possiamo solo respirarla nei conflitti sociali, in ogni angolo di questo malandato pianeta. Non sappiamo ancora come, ma siamo sicuri che se vogliamo acquisire ulteriore forza, dobbiamo farlo, contribuendo ad altre lotte su altri terreni, acquisendo nuove forze e nuove capacità. Se da un punto di vista “fisico” il territorio valsusino può vincere, da un punto di vista politico possiamo e dobbiamo essere ovunque, creando forme di contro cooperazione sociale, capaci di arricchire la nostra lotta, fornendo a vicenda supporto, pratiche e grandi sogni. “Nessuna lotta è decisiva sono tutte importanti”
  • Sesta Luna 4 mesi fa mostra
    “... perché sarete proprio voi a scegliere i punti che andranno a far parte e a costruire il programma cultura del Movimento 5 Stelle. ” Se e quando “un programma deciso dagli iscritti ” significherà l’attivazione di un sito web trasparente, garantito da un soggetto terzo, che coinvolga la Rete degli iscritti a monte del processo decisionale e non solo a valle, sceglierò di mettere in votazione il seguente punto programmatico Premesso che quando la pseudo cultura di uno Stato assoggetta il popolo a politiche decise da chi in realtà detiene il potere finanziario, il popolo non può definirsi sovrano ma suddito e lo Stato non può definirsi una Repubblica democratica ma una oligarchia o una dittatura finanziaria Visto che il popolo sovrano non è obbligato a chiedere in prestito euro alla BCE ma può utilizzare una propria moneta, sia all’ interno della Repubblica italiana sia per commerciare con Paesi esterni alla UE Propongo che la riserva aurea (100 miliardi circa) - appartenente al popolo sovrano - venga custodita in una Banca - appartenente - al popolo, ovvero a circa 60 milioni di italiani, a ciascuno dei quali viene attribuita una azione nominale di 1.250 euro, non cedibile. Il Dirigente della Banca, eletto in concomitanza con i Portavoce, avrà il compito di stampare moneta - appartenente al popolo sovrano - e di gestirla in base al programma economico finanziario deciso Direttamente dal popolo azionista. Il Dirigente opererà inoltre per un pareggio di bilancio fra debiti e crediti esteri pregressi. Tenendo conto che la Germania ci è debitrice per 82,7 miliardi di euro, https://scenarieconomici.it/che-deve-a-chi-i-debiti-esteri-incrociati-dei-principali-paesi/ in base agli euro disponibili in Banca, proporrà a Francia e Spagna un concordato in euro. A Giappone, USA e UK, creditori extra UE, proporrà invece un concordato in base alla quantità di moneta italiana che il popolo azionista intende offrire. Buongiorno
  • massimo m. Utente certificato 4 mesi fa
    Hic est Leo: https://www.youtube.com/watch?v=cDTAhTUSWR0
  • oreste .. Utente certificato 4 mesi fa
    Infatti in periferia...Luni...sci scavi sono stati abbandonati! Per fare grande Firenze e Roma!
    • oreste .. Utente certificato 4 mesi fa
      Ciao Antò!
    • antonnio d. Utente certificato 4 mesi fa
      I Romani, con gli Apui, non vogliono averci a che fare. Ciao Orè.
  • undefined 4 mesi fa
    Infatti l'Italia insieme alla federazione russa sono gli unici paesi dove la pensione piu' il vitalizio dei parlamentari suscitano roventi polemiche, ma almeno in russia i parlamentari lavorano, i nostri invece a parte spacciare e pippare cocaina nei bagni, non si capisce cos'altro vadano a fare in parlamento. Anche l'art. 18 per i lavoratori non era un diritto da abolire in quanto acquisito.
    • antonnio d. Utente certificato 4 mesi fa
      Dimenticavo: ed i Diritti Acquisiti? o per LORO, sono DRITTI?
    • antonnio d. Utente certificato 4 mesi fa
      Prima ti avevano detto che potevi andare in pensione con 35 anni di contributi; arrivati a 35 anni, ti hanno detto che dovevi arrivare a 40 anni di contributi. A 40 anni, ti hanno detto che devi arrivare a 41 anni. Arrivati a 41 anni, ti hanno detto che "si doveva aprire la finestra", ossia 6 mesi dopo i 41 anni. Arrivati alla chiusura della finestra, ti hanno detto: Si, vabbè, purchè la tua pensione raggiunga 1,5 dell'assegno sociale, cioè, 670 euri al mese, altrimenti, devi aspettare i 70 anni SALVO ADEGUAMENTO ASPETTATIVA DI VITA. Art. 24 comma 7 Legge Fornero.
  • Toto A. Utente certificato 4 mesi fa
    DIMENTICAVO: "Non lo volevo postare perché la merda si scansa, non si pesta ma forse l'intento del troll TOTO era proprio quello di farmi copiare le stronzate di Travaglio caso mai qualcuno ci si attacca viviana vivarelli, bologna 26.08.17 08:35" @ Non ho voglia di offenferti perchè rispetto la tua demenza senile di cui sei sicuramente affetta, comunque dimostri tutta la tua arroganza tipica della prepotenza stalinista che è intrinseca in te. Curati Cordialità
    • antonnio d. Utente certificato 4 mesi fa
      Harry, abbandoniamo "...ha da venì Baffone..." e cambiamo "... ha da venì Putin..."- Ciao Harry
    • Toto A. Utente certificato 4 mesi fa
      Prof., guai a contrariar viviana !!!
    • harry haller Utente certificato 4 mesi fa
      ....e pure Vladimiro, è mejo nun fallo incazza'... https://www.youtube.com/watch?v=e1Fv4GzIeuw
    • harry haller Utente certificato 4 mesi fa
      Jozef, nun era prepotente...(anche perchè a contrariallo, erano cazzi arcobaleno....)
    • antonnio d. Utente certificato 4 mesi fa
      Prepotenza stalinista?
  • Seconda Luna 4 mesi fa mostra
    “.. perché sarete proprio voi a scegliere i punti che andranno a far parte e a costruire il programma cultura del Movimento 5 Stelle. ” Se e quando “ un programma deciso dagli iscritti” significherà l’attivazione di un sito web trasparente, garantito da un soggetto terzo, che coinvolga la Rete degli iscritti a monte del processo decisionale e non solo a valle, sceglierò di mettere in votazione il seguente punto programmatico Premesso che quando la pseudo cultura di uno Stato assoggetta il popolo a politiche decise da chi in realtà detiene il potere finanziario, il popolo non può definirsi sovrano ma suddito e lo Stato non può definirsi una Repubblica democratica ma una oligarchia o una dittatura finanziaria Visto che il popolo sovrano non è obbligato a chiedere in prestito euro alla BCE ma può utilizzare una propria moneta, sia all’interno della Repubblica italiana sia per commerciare con Paesi esterni alla UE Propongo: che la riserva aurea (100 miliardi circa) - appartenente al popolo sovrano - venga custodita in una Banca - appartenente- al popolo, ovvero a circa 60 milioni di italiani, a ciascuno dei quali viene attribuita una azione nominale di 1.250 euro, non cedibile. Il Dirigente della Banca, eletto in concomitanza con i Portavoce, avrà il compito di stampare moneta - appartenente al popolo sovrano - e di gestirla in base al programma economico finanziario deciso Direttamente dal popolo azionista. Il Dirigente opererà inoltre per un pareggio di bilancio fra i debiti e i crediti esteri pregressi. Tenendo conto che la Germania ci è debitrice per 82,7 miliardi di euro, https://scenarieconomici.it/che-deve-a-chi-i-debiti-esteri-incrociati-dei-principali-paesi/ in base agli euro disponibili in Banca, proporrà a Francia e Spagna un concordato in euro. A Giappone, UK e USA, creditori extra UE, proporrà invece un concordato in base alla quantità di moneta italiana che il popolo azionista intende offrire. Buongiorno
  • undefined 4 mesi fa
    Pensione e vitalizio, praticamente come l'A.C.I. e il P.R.A.
  • Toto A. Utente certificato 4 mesi fa
    ------------------- SULL'EDITORIALE DI TRAVAGLIO DEL 25/08/17 IN RISPOSTA ALLA SIGNORA VIVARELLI ---------- no, però ha detto bello chiaro che la Raggi ha governato da schifo e che con queste credenziali il M5S ha dimostrato di non essere assolutamente in grado di amministrare una nazione mi chiedo allora con quali credenziali Alemanno o Marino o Rutelli o Veltroni abbiano mai dimostrato che il loro partito era in grado di governare la Nazione viviana vivarelli, bologna 26.08.17 10:42 @ Viviana, smettiamola di fare il tifo !!!! Gentilmente indicami il paragrafo dove Travaglio "infanga" il Movimento. Cordialità Toto A., Milano 25.08.17 19:23| ti ho messo la risposta sopra vattela a cercare ma sinceramente mi hai rotto viviana vivarelli, bologna 26.08.17 08:36 @ Viviana racconti "balle" e non rispondi alle domande, o rispondi solo a chi ti fa comodo. Non abbiamo "mai" governato la Nazione. Indicami il paragrafo sull'Editoriale "incriminato" Grazie !!! Cordialità
    • elena guerini Utente certificato 4 mesi fa
      D'accordissimo con Toto
  • Seconda Luna 4 mesi fa mostra
    “.. perché proprio voi sarete a scegliere i punti che andranno a far parte e a costruire il programma cultura del Movimento 5 Stelle. ” Se e quando “un programma deciso dagli iscritti ” significherà l’attivazione di un sito web trasparente, garantito da un soggetto terzo, che coinvolga la Rete degli iscritti a monte del processo decisionale e non solo a valle, sceglierò di mettere in votazione il seguente punto programmatico Premesso che quando la pseudo cultura di uno Stato assoggetta il popolo a politiche decise da chi in realtà detiene il potere finanziario, il popolo non può definirsi sovrano ma suddito e lo Stato non può definirsi una Repubblica democratica ma una oligarchia o una dittatura finanziaria. Visto che il popolo sovrano non è obbligato a chiedere in prestito euro alla BCE ma può utilizzare una propria moneta, sia all’ interno della Repubblica italiana sia per commerciare con Paesi esterni alla UE. PROPONGO che la riserva aurea (circa 100 miliardi) -appartenente al popolo sovrano- venga custodita in una Banca APPARTENENTE al popolo, ovvero a circa 60 milioni di italiani, a ciascuno dei quali viene attribuita una azione nominale di 1.250 euro, non cedibile. Il Dirigente della Banca, eletto in concomitanza con i Portavoce, avrà il compito di stampare - moneta APPARTENENTE al popolo sovrano - e di gestirla in base al programma economico finanziario deciso Direttamente dal popolo - azionista. Il Dirigente opererà inoltre per un pareggio di bilancio fra i debiti e i crediti esteri pregressi. Tenendo conto che la Germania ci è debitrice per 82,7 miliardi di euro, https://scenarieconomici.it/che-deve-a-chi-i-debiti-esteri-incrociati-dei-principali-paesi/ in base agli euro disponibili in Banca, proporrà a Francia e Spagna un concordato in euro. A Giappone, USA e UK, creditori extra UE, proporrà invece un concordato in base alla quantità di moneta italiana che il popolo azionista intende offrire. Buongiorno
  • Quarta Luna 4 mesi fa mostra
    ..sparito? Ripeto. “..perché proprio voi sarete a scegliere i punti che andranno a far parte e a costruire il programma cultura del Movimento 5 Stelle.” Se e quando “un programma deciso dagli iscritti ” significherà l’attivazione di un sito web trasparente, garantito da un soggetto terzo, che coinvolga la Rete degli iscritti a monte del processo decisionale e non solo a valle, sceglierò di mettere in votazione il seguente punto programmatico: Premesso che quando la pseudo cultura di uno Stato assoggetta il popolo a politiche decise da chi in realtà detiene il potere finanziario, il popolo non può definirsi sovrano ma suddito e lo Stato non può definirsi una Repubblica democratica ma una oligarchia o una dittatura finanziaria. Visto che il popolo sovrano non è obbligato a chiedere in prestito euro alla BCE ma può utilizzare una propria moneta,sia all’interno della Repubblica italiana sia per commerciare con Paesi esterni alla UE. PROPONGO che la riserva aurea (circa 100 miliardi) -appartenente al popolo sovrano - venga custodita in una Banca APPARTENENTE al popolo, ovvero a circa 60 milioni di italiani, a ciascuno dei quali viene attribuita una azione nominale di 1.250 euro, non cedibile. Il Dirigente della Banca, eletto in concomitanza con i Portavoce, avrà il compito di stampare - moneta APPARTENENTE al popolo sovrano - e di gestirla in base al programma economico finanziario deciso Direttamente dal popolo - azionista. Il Dirigente opererà inoltre per un pareggio di bilancio fra i debiti e i crediti esteri pregressi. Tenendo conto che la Germania ci è debitrice per 82,7 miliardi di euro, https://scenarieconomici.it/che-deve-a-chi-i-debiti-esteri-incrociati-dei-principali-paesi/ in base agli euro disponibili in Banca, proporrà a Francia e Spagna un concordato in euro. A Giappone, USA e UK, creditori extra UE, proporrà invece un concordato in base alla quantità di moneta italiana che il popolo azionista intende offrire. Buongiorno, anche al censore!
  • Toto A. Utente certificato 4 mesi fa
    O.T.: il "signor berlinguer" al secolo luigi manconi o se volete simone dessì, in riferimento alla legge sui vitalizi, dichiara che in Senato sarà trincea. Certo, in qualità di Presidente della Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani ritiene il "suo" vitalizio un diritto umano. Cordialità
  • Quarta Luna 4 mesi fa mostra
    “...perché proprio voi sarete a scegliere i punti che andranno a far parte e a costruire il programma cultura del Movimento 5 Stelle. Buon voto!” Se e quando “un programma deciso dagli iscritti” significherà l’attivazione di un sito web trasparente, garantito da un soggetto terzo, che coinvolga la Rete degli iscritti a monte del processo decisionale e non solo a valle, sceglierò di mettere in votazione il seguente punto programmatico: Premesso che quando la -pseudo cultura- di uno Stato assoggetta il popolo a politiche decise da chi in realtà detiene il potere finanziario, il popolo non può definirsi sovrano ma suddito e lo Stato non può definirsi una Repubblica democratica ma un’ oligarchia o una dittatura finanziaria. Visto che il popolo sovrano non è obbligato a chiedere in prestito euro alla BCE ma può utilizzare una propria moneta, sia all’interno della Repubblica italiana sia per commerciare con Paesi esterni alla UE. PROPONGO che la riserva aurea (circa 100 miliardi) -appartenente al popolo sovrano- venga custodita in una Banca APPARTENENTE al popolo, ovvero a circa 60 milioni di italiani, a ciascuno dei quali viene attribuita una azione nominale di 1.250 euro, non cedibile. Il Dirigente della Banca, eletto in concomitanza con i Portavoce, avrà il compito di stampare - moneta APPARTENENTE al popolo sovrano - e di gestirla in base al programma economico finanziario deciso Direttamente dal popolo - azionista. Il Dirigente opererà inoltre per un pareggio di bilancio fra i debiti e i crediti esteri pregressi. Tenendo conto che la Germania ci è debitrice per 82,7 miliardi di euro, https://scenarieconomici.it/che-deve-a-chi-i-debiti-esteri-incrociati-dei-principali-paesi/ in base agli euro disponibili in Banca, proporrà a Francia e Spagna un concordato in euro. A Giappone, USA e UK, creditori extra UE, proporrà invece un concordato in base alla quantità di moneta italiana che il popolo azionista intende offrire. Buongiorno
  • serafino 4 mesi fa
    Franceschini e i suoi inetti amichetti se non sanno nemmeno allacciarsi le scarpe chiedano scusa per l'arroganza, si fustighino in piazza e vadano in esilio dove non possono più fare danni. Inetti spavaldi fancazzisti del pd fatevi da parte e lasciateci lavorare
  • antonnio d. Utente certificato 4 mesi fa
    Dopo attentissimi, accurati, lunghissimi studi, LORO, hanno deciso che prima di sgomberare qualcuno, bisogna individuare dove ricollocarlo. Sono dei geni o no?
    • antonnio d. Utente certificato 4 mesi fa
      Si Harry, è la guerra tra poveri e quasi poveri. Ha da venì, Baffone!
    • harry haller Utente certificato 4 mesi fa
      Anto', solo pe' 'na questine de eguaglianza ne l'ingiustizzia, quanno 'a polizzia ariva e te butta fori de casa perchè nun ce l'hai fatta a paga' er mutuo e qualcuno se l'è comprata pe' du' spiccioli, 'sbirri, nun me pare se preoccupino de dove andrai a dormì; qui, ner caso specifico, er caso è grave perchè si a que' disgraziati l'accetti come rifugiati, je dovevi dì subbito dove potevano sta'; 'nvece, come ar solito, se ne so' sbattuti 'i cojoni lasciando incancreni' 'a situazzione: 'sto cazzo de Paese va così: se po' pianifica l'uscita pe anna' ar bar durante er lavoro, ma pianifica' 'na cosa come l'accojenza de profughi e migranti no, eccheccazz, quarcuno ce penserà......
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus