I disonesti sono i giornalisti

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di MoVimento 5 Stelle

Ieri su questo Blog sono state pubblicate le regole per la scelta del candidato premier del MoVimento 5 Stelle, l’unica forza politica che fa votare i propri iscritti in Rete e dà la possibilità ai propri eletti, dalle circoscrizioni al Parlamento europeo, di correre per questa carica. Ma se vi aspettate che qualche giornale oggi lo abbia sottolineato o messo in risalto, rimarrete delusi. Leggerete però ovunque e a titoli cubitali che "il MoVimento 5 Stelle candida gli indagati". Questa naturalmente è una notizia falsa, perchè le regole pubblicate ieri riprendono esattamente quanto è contenuto nel "Codice di Comportamento del MoVimento 5 Stelle in caso di coinvolgimento in vicende giudiziarie", votato dagli iscritti mesi fa.

I giornalisti queste regole le conoscono bene, ma in maniera disonesta preferiscono ignorarle e far passare, nei lettori e nei telespettatori, l’idea che il MoVimento abbia cambiato idea e addirittura aperto le braccia ai condannati. Quando invece è l’unica forza politica che i condannati li tiene fuori dalla porta, mentre gli altri li candidano senza problemi.

Dice chiaramente il Codice di comportamento del MoVimento 5 Stelle:
Il comportamento tenuto dal portavoce può essere considerato grave dal Garante o dal Collegio dei probiviri con possibile ricorso del sanzionato al Comitato d’appello, anche durante la fase di indagine, quando emergono elementi idonei ad accertare una condotta che, a prescindere dall’esito e dagli sviluppi del procedimento penale, sia già lesiva dei valori, dei principi o dell’immagine del MoVimento 5 Stelle. La condotta sanzionabile può anche essere indipendente e autonoma rispetto ai fatti oggetto dell’indagine”. “Il Garante del MoVimento 5 Stelle, il Collegio dei Probiviri o il Comitato d'Appello, in virtù e nell’ambito delle funzioni attribuite dal Regolamento del MoVimento 5 Stelle, valutano la gravità dei comportamenti tenuti dai portavoce, a prescindere dall’esistenza di un procedimento penale. E’ considerata grave ed incompatibile con il mantenimento di una carica elettiva quale portavoce del MoVimento 5 Stelle la condanna, anche solo in primo grado, per qualsiasi reato commesso con dolo, eccettuate le ipotesi indicate all’ultimo comma.” “La ricezione, da parte del portavoce, di “informazioni di garanzia” o di un “avviso di conclusione delle indagini” non comporta alcuna automatica valutazione di gravità dei comportamenti potenzialmente tenuti dal portavoce stesso, sempre salvo quanto previsto al punto 5. E’ sempre rimessa alla discrezionalità del Garante e del Collegio dei Probiviri o del Comitato d’appello (e non comporta alcuna automatica presunzione in tal senso) la valutazione della gravità di fatti che configurano i c.d. reati d’opinione ipotesi di reato concernenti l'espressione del proprio pensiero e delle proprie opinioni, ovvero di fatti commessi pubblicamente per motivi di particolare valore politico, morale o sociale”.

Chi è responsabile di un comportamento grave o non compatibile con i valori del MoVimento, viene sospeso ancor prima che arrivi un avviso di garanzia o una sentenza, e questo lo rende automaticamente incandidabile. Possono candidarsi coloro che hanno ricevuto un avviso di garanzia come atto dovuto, nell’esercizio delle proprie funzioni, o perché raggiunti da una denuncia di un avversario politico. Se così non fosse avremmo portavoce, sindaci, consiglieri con le mani legate e la bocca chiuse, costretti a scegliere tra la possibilità di denunciare le porcate che accadono in Parlamento e sui territori o quella di censurarsi per evitare una denuncia e potersi candidare. E a qualsiasi partito basterebbe querelare tutti i portavoce del MoVimento 5 Stelle per farli fuori politicamente.

I giornalisti sanno bene che se tutti gli altri partiti adottassero il nostro Codice etico, non potrebbe candidarsi più nessuno. Questo però non lo scriveranno mai.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • pz 4 mesi fa mostra
    Ma non si fa prima se l'unico candidato è Di Maio? Serve proprio aggiungere altra gente giusto per far numero?
  • Nancy Cunardi 4 mesi fa mostra
    Caro di MoVimento 5 Stelle, concorderai se, da iscritta a un Movimento senza capi né padroni, io non intendo delegare alcun Capo o Governante a decidere al mio posto e se la mia preferenza andrà quindi a quel candidato che mi dimostri un comportamento coerente con i principi, i valori e l’Obiettivo statutario su cui si fonda il M5S stesso e di conseguenza il suo programma di governo. Credo concorderai se voterò chi, - nell’ambito dello spazio riservato come candidato, scriverà: mi riconosco nel Non Statuto, nel principio Orizzontale “Ognuno conta uno” e nel valore della Trasparenza. Coerentemente con Obiettivo statutario mi impegno a riconoscere alla totalità degli utenti della Rete il ruolo di governo ed indirizzo e a svolgere correttamente il Ruolo di PortaVoce, accertando ed eseguendo la volontà del popolo sovrano, tale e quale come espressa su un’idonea Piattaforma e-democracy anti delega uno vale uno. - Nell’ambito dello spazio riservato come candidato, illustrerà quindi: un’idonea Piattaforma, gestita in modo Trasparente da responsabili eletti con il compito di Garantire la verificabilità dei dati, una discussione efficiente ed efficace delle proposte e un processo decisionale partecipato in Rete dall’inizio alla fine. P.S. Chiunque sarà questo candidato, concorderai che l'unica cosa che conta è che, tutti insieme e ognuno contando uno, ci impegnamo in un programma di Trasparente Democrazia Orizzontale, per una Vera Sovranità Popolare che mandi TUTTI A CASA i governanti, di qualsiasi colore o razza. Buongiorno
  • Rosa Spinotto 4 mesi fa mostra
    “l’unica forza politica che fa votare i propri iscritti in Rete” già, senza però alcuna possibilità di verificare i dati delle votazioni, senza la possibilità di una discussione efficiente ed efficace delle proposte, senza alcuna volontà di attivare un processo decisionale partecipato in Rete dall’inizio alla fine. Il principio della Trasparenza, la Finalità statutaria del M5S “leaderless” - orizzontale, dove “Ognuno conta uno”, queste Regole, il Garante le conosce bene, ma... forse ha cambiato idea e preferisce ignorarle. Così come si è preferito respingere (motivando: -La proposta è in contrasto con il programma del MoVimento 5 Stelle-) una regolamentazione da me postata su Lex Iscritti con Obbiettivo: - Trasparenza gestionale del Sistema Operativo di Rete nelle organizzazioni politiche il cui patto associativo attribuisca alla Rete il ruolo di governo e di indirizzo.- Non è chiaro se l’Obiettivo Trasparenza era, o è tuttora, in contrasto con il futuro “programma deciso dagli iscritti” oppure con quale altro, deciso da chi, sta di fatto che avevo proposto che i responsabili del S.O. venissero eletti nel M5S con i seguenti compiti: -Garantirne la Trasparenza con un codice sorgente aperto e una verifica terza, in modo che a ognuno sia garantito proporre, discutere e votare contando né più né meno di uno. -Agevolare una discussione Efficiente ed Efficace delle proposte coordinando la funzione Vota con una piattaforma di discussione Forum. -Trasferire alla funzione Vota le proposte discusse sul Forum per 15 giorni e approvate da almeno il 5% degli iscritti. -Inserire nel Programma per i Portavoce le proposte votate da almeno il 30% degli iscritti. -Pubblicare mensilmente sia il numero aggiornato degli iscritti sia i documenti su entrate e uscite del Movimento politico M5S. Allora, “di Movimento 5 Stelle” può essere deluso e criticare i disonesti quanto vuole, io prenderò esempio e farò lo stesso. Buonanotte
  • Superufo 4 mesi fa mostra
    Bene il re e la sua corte ha dettato la legge è i suoi sudditi applaudono .. e la colpa è dei giornalisti ... bene ... ma allora sua Maestà i giornalisti ti piacciono o no ... lo vorrei capire , ma la prego nn mi faccia rispondere dal primo manigoldo la mia è una semplice domanda .... premetto nn sono una zecca come molti dei voi..
    • fabio S. Utente certificato 4 mesi fa mostra
      chi sarebbero i manigoldi supertestadicaz....o????
  • Rino B 4 mesi fa mostra
    a @reste tu che sei un anziano del blog e ne hai visto tante, hai capito il criterio per cui cancellano i commenti? Ti ringrazio,anche per le risposte precenti sei un amico.
  • Rino B 4 mesi fa mostra
    non si capisce il metro per cui cancellate i commenti dal blog, non ci puó essere dissenso nemmeno di opinione rispetto alle regole imposte da Beppe e Davide? perchè? non si decide tutti insieme?
  • Luciana Fabbri 4 mesi fa mostra
    Caro “di MoVimento 5 Stelle”, capisco la critica a quei giornalisti, più o meno opinion maker o leader, che sottolineano ciò che, magari per un proprio tornaconto, ritengono di dover mettere in risalto. Capisco la delusione di non essere apprezzati. Personalmente mi delude anche l’arroganza, la prepotenza, la disonestà o, quanto meno, la pochezza intellettuale di chi, spacciandosi per detentore del Verbo, censura le mie critiche a un metodo decisionale che ritengo opaco, incoerente con il principio della Trasparenza e con la Finalità statutaria del M5S “leaderless” - orizzontale, dove “Ognuno conta uno” . Buonasera
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus