Il Costa Rica da 3 mesi va solo a rinnovabili

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
rinnovabilicostarica.jpg

"Il Costa Rica è 100% rinnovabile. Il Paese sudamericano ha raggiunto il traguardo di generare tutta la sua energia da fonti rinnovabili, combinando idroelettrico e geotermico per 75 giorni di fila. Lo ha dichiarato il Costa Rican Electricity Institute. Grazie alle abbondanti piogge, quattro dei principali impianti idroelettrici del Paese hanno dato energia al Costa Rica senza necessità dell’apporto di fonti derivate dagli idrocarburi. Lo confermerebbero i dati del sistema elettrico nazionale, che da gennaio hanno notato questa tendenza che ancora non si è esaurita.
Il Paese detiene già un record eccezionale sulla produzione di energia elettrica efficiente ed economica: è il secondo in America Latina, in grado di fornire un tasso di copertura del 99.4 per cento delle famiglie, riuscendo a praticare alcuni dei prezzi più bassi di tutta la regione.
Secondo il Transnational Institute (TNI), 250kWh sarebbero sufficienti per soddisfare le esigenze mensili delle famiglie costaricane con un reddito basso e medio, ad un costo che varrebbe circa il 7 per cento del salario minimo. Il record sulle energie rinnovabili è altrettanto significativo. Il Paese ha generato fino all’80 per cento della sua elettricità da impianti idroelettrici lo scorso anno. Purtroppo, le recenti siccità hanno portato la nazione a fare ricorso a sistemi di back-up a gasolio. Nel 2010, inoltre, i dati hanno rilevato che circa il 13 per cento dell’energia in Costa Rica è stata generata da impianti geotermici" Rinnovabili.it

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Massimo Lodi Rizzini Utente certificato 2 anni fa
    Grazie al cemento armato per le grandi dighe che hanno spazzato via intere tribù....
  • Claudio Giudici 2 anni fa
    Se continuiamo a vendere i nostri assets industriali potremmo riuscirci anche noi. Saremo sempre più poveri, disoccupati, desovranizzati, ma che bello dai tutto a pale e fotovoltaico!
  • Aldo Masotti Utente certificato 2 anni fa
    Le condizioni non sono confrontabili con le nostre. In italia l idroelettrico e sviluppato al massimo . Il solare e' in buona percentuale . In Costarica non usano nemmeno il gas per riscaldamento. La cosa da notare e che i paesi dei caraibi non usano il solare per fare elettricita , pur avendo rapporti di insolazione eccellenti. Molte volte dove vedevo un tetto piatto di una piccola attivita economica con dentro un generatore da 20 a 50 kw ho chiesto perche non facevano un impianto fotovoltaico: la risposta e sempre stata: perche cosa troppo . E con il prezzo del petrolio di oggi ......
  • giorgio l. Utente certificato 2 anni fa
    A parte il fatto che in Costa Rica sono molto più serii di noi... ma laggiù quante macchine circolano???? .... e quante industrie hanno da dover elettrificare?????.....suvvia, siamo più realisti....da noi, con tutte le autovetture che abbiamo, il carburante (prov. dal petrolio) ci servirà ancora per molto....almeno finchè non ritorneremo al cavallo (mezzo che in Costa Rica non hanno mai del tutto messo da parte)...o daranno il via ai nuovi brevetti ad energia alternativa( a discapito dei petrolieri)...Comunque sia io sarei per le rinnovabili domestiche (meno mega strutture e meno interessi da sfruttare politicamente)....ma ci vorrebbero altri governanti....con altre mentalità....che guardino più al futuro delle nuove generazioni e non ... al portafogli presente....
  • Andrea Medici 2 anni fa
    Gli italioti come sempre criticano senza conoscere. E tanti dei criticoni che vedo in Costa Rica non ci sono mai stati. Sinceramente non provo nessuna pietà per loro, hanno tutto quello che si meritano. Forza M5S, ti ho votato, ti sostengo, ti faccio pubblicità e nel frattempo sto costruendo il mio futuro in Costa Rica. Quando sarete al governo, torno il giorno stesso!!!!
  • alvise fossa 2 anni fa
    IL COSTA RICA E' AVANTI SULLE RINNOVABILI
  • stefano colonna Utente certificato 2 anni fa
    Ed è un paese che ha pure rinunciato all'esercito!!! In un Simposio in Argentina nel 2011, per il lanciamento della Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza (theworldmarch.org), ho conosciuto il presidente che era in carica nel momento del passaggio a una forza armata non bellica. Nella sua esposizione affermava che "prima non ci siamo mai sentiti così sicuri come ora che non abbiamo un esercito!". È un atteggiamento di base, una cultura, una direzione mentale che apre il futuro a nuove "combinazioni" dell'evoluzione.
  • Johnny Gaspari Utente certificato 2 anni fa
    sto facendo di tutto per convincere mia moglie a trasferirci la. Da 2 anni ci provo. Datemi una mano voi ragazzacci del blog a convincerla vi prego. buona domenica.
    • giorgio l. Utente certificato 2 anni fa
      Ascolta me: vacci da solo!!!!
    • Noè SulVortice Utente certificato 2 anni fa
      Questo l'avrai letto: http://www.italiacostarica.com/tag/vivere/ più della metà tornano indietro. Comunque un pensiero l'ho fatto anch'io.
  • Noè SulVortice Utente certificato 2 anni fa
    Mettono un po' di pannelli ed è fatta!
  • Davide Zanatta 2 anni fa
    E noi ci facciamo fregare con la scusa dell’eclisse solare e perdiamo un giorno di rinnovabili a discapito di tutto il sistema paese http://www.pvcompare.net/it/news-dal-sito/127-eclissi-solare-lo-spot-di-terna-pro-rinnovabili
  • Marco Ras 2 anni fa
    Certo che il pessimismo della gente é insopportabile,la Costa Rica ha raggiunto un obbiettivo invidiabile, dovremmo prendere la loro vittoria come stimolo x creare soluzioni anche nel resto del mondo e sopratutto in Italia,dove le possibilità' di creare energia pulita sono INFINITE!!!!!! PACE
  • GIORGIO S. Utente certificato 2 anni fa
    E allora? Sono 4 gatti e hanno fiumi e dighe. Cosa vorreste concludere?
    • GIORGIO S. Utente certificato 2 anni fa
      Il paragone non regge. Che possiamo migliorare la situazione è indubbio ma lì si parla del 100%. Da noi mettici gli ecologisti, gli ambientalisti, gli archeologi e simili, i controtutto, poi le tasse che ti appiopperebbero sui "mulini" .... non andremmo da nessun parte. Ci vogliono i dislivelli per la vera energia elettrica con l'acqua. E le dighe.
    • MARIO INGARAMO Utente certificato 2 anni fa
      Certo, noi siamo molti di più, ma abbiamo fiumi e corsi d'acqua vari più di ogni altro paese europeo, manca la voglia di farne buon uso! Io vivo in Piemonte, quando sono nato esistevano ancora moltissimi mulini funzionanti con l'acqua delle "bialere" (canali che servivano a distribuire l'acqua irrigua e raccogliere e smaltire le piogge) Questi canali esistono ancora, i mulini no, ma si potrebbero sfruttare le bialere per costruire moltissime microcentrali idroelettriche: costi contenuti, impatto ambientale nullo, inquinamento inesistente materiali utilizzati riciclabili al 100%. Perché non si fa?
  • Lenin Nicolaj (che fare) Utente certificato 2 anni fa
    uhm , consideriamo l'Italia di 310mila kmq e con una popolazione di oltre 60 milioni di anime ... mezze zozze e mezze pulite ! ^_^ .-.. mentre il Costa rica :::: (51100 km², 4 805 000 abitanti, capitale San José) dell'America centrale in pratica solo Roma e provincia semo deppiù ... per non parlare di Milano e dintorni ... :D
  • particella 2 anni fa
    Primo...c'e' nessuno? la particella
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus