Domanda in Duomo: i cittadini al megafono dopo l'alluvione

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
italiasottacqua.jpg

"Molte regioni italiane coi loro comuni sono in ginocchio per le esondazioni di fiumi e torrenti: la vera causa però non è la copiosa pioggia caduta nelle ultime settimane. Bensì l’incuria, che riguarda la politica in questo caso. La responsabilità infatti ricade direttamente sulle spalle delle amministrazioni locali, provinciali e regionali. Ma forse la più grande dev’essere attribuita al Governo, reo di aver appena licenziato un decreto che darà la mazzata finale a questo ormai poverissimo "Bel Paese". Nel decreto "Sblocca Italia", ribattezzato "Sfascia Italia" dal M5S, s’incentivano quelle solite realtà economiche intrise di conflitti d’interesse e malaffare, che si occupano di trivellazioni petrolifere, cementificazione selvaggia e di grandi opere. Ogni volta che piove quindi le città grandi e piccole, persino vaste aree, si allagano. Pezzi di colline e strade franando si sgretolano. Genova, Savona e tutta la Liguria, Carrara e la Toscana, il Gargano e la Puglia, Milano e la Lombardia, Verona e il Veneto.
In Toscana, a Carrara, tuttavia è sorta una forma di protesta inedita da parte dei cittadini: il municipio è stato occupato dalle persone comuni.
Esse chiedono una cosa semplice: le dimissioni del Sindaco e della sua giunta. LaCosa ha voluto chiedere al cittadino comune se è disponibile a reagire con lo stesso atteggiamento del cittadino di Carrara qualora subisse drammi analoghi. E che provi a dimostrarlo con un "atto di coraggio".Guarda il video." La Cosa

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus