L'Italia nel baratro della deflazione e della disoccupazione

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
deflazione_italia.jpg

"Italia in deflazione. Nel mese di agosto 2014, secondo le stime preliminari, l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività, al lordo dei tabacchi, aumenta dello 0,2% rispetto al mese precedente e diminuisce dello 0,1% nei confronti di agosto 2013 (era +0,1% a luglio). E' la stima provvisoria dell'Istat. L'ultimo caso di deflazione risale al settembre del 1959, quando però l'economia era in forte crescita. Lo precisa l'Istat, ricordando che allora la variazione dei prezzi risultò negativa dell'1,1%, in una fase di 7 mesi di tassi negativi. Aumentano anche i disoccupati - A luglio 2014 gli occupati sono 22 milioni 360 mila, in diminuzione dello 0,2% rispetto al mese precedente (-35 mila) e dello 0,3% su base annua (-71 mila). Il tasso di occupazione, pari al 55,6%, diminuisce di 0,1 punti percentuali sia in termini congiunturali sia rispetto a dodici mesi prima. Il numero di disoccupati, pari a 3 milioni 220 mila, aumenta del 2,2% rispetto al mese precedente (+69 mila) e del 4,6% su base annua (+143 mila). Il tasso di disoccupazione è pari al 12,6%, in aumento di 0,3 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 0,5 punti nei dodici mesi. I disoccupati tra i 15 e i 24 anni sono 705 mila. L'incidenza dei disoccupati di 15-24 anni sulla popolazione in questa fascia di età è pari all'11,8%, in aumento di 0,1 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 1,1 punti su base annua. Il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, ovvero la quota dei disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca, è pari al 42,9%, in diminuzione di 0,8 punti percentuali rispetto al mese precedente ma in aumento di 2,9 punti nel confronto tendenziale. Il numero di individui inattivi tra i 15 e i 64 anni diminuisce dello 0,2% rispetto al mese precedente (-28 mila) e dell'1,1% rispetto a dodici mesi prima (-159 mila). Il tasso di inattività si attesta al 36,3%, in diminuzione di 0,1 punti percentuali in termini congiunturali e di 0,3 punti su base annua." TzeTze

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • ChiaraDB 3 anni fa
    Qui bisogna agire. Ho 32 e mi sento sull'orlo di un burrone. A star qui a leggere e ascoltare, non si risolve nulla, anzi, si soffre ancora di più. Consigli pratici? Manifestare o scappare? Aiuto...qui ci vogliono tutti morti.
  • stefano l. Utente certificato 3 anni fa
    ... da frontediliberazionedaibanchieri.it invito a leggere: "PRIVATIZZANO L'ITALIA" in POLITICA del 31/08/14 "SCONCERTANTE, ECCO SVELATA LA TRUFFA DEL DEBITO PUBBLICO AI DANNI DEL POPOLO ITALIANO ITALIANO" sempre del 31/08/14 oppure: "RIFORME EVERSIVE:SABOTARE L'ITALIA, REGISTI E COMPLICI" in POLITICA del 31/08/14 fate un pò voi ...
  • carla g. Utente certificato 3 anni fa
    Parlano del male deflazione, ma da casalinga oltre che impiegata mi chiedo: hanno idea di come è aumentata la vita anche senza tasse dall'entrata dell'euro? Patate a 1600 lire al kg non le ho mai pagate e nemmeno pomodori da sugo a quel prezzo. Le banane sono in offerta quando costano 2000 lire al kg., pane a 10.000 lire al kg. Per un monolocale vogliono 150 milioni di lire, sfido che ora non vendono (senza mutui dalle banche e senza lavoro) e i prezzi in certe zone calano, le case invendute si sommano di anno in anno e quindi sono sempre di più.
  • Carlo M. Utente certificato 3 anni fa
    Per me questi dati sono sbagliati. la vera formula per il calcolo dei disoccupati è: Disoccupazione = Popolazione-Pensionati*-minorenni** - occupati= circa 55%
  • Andrea Zanella Utente certificato 3 anni fa
    Sono tre anni che governano sti idioti di sinistra + destra, tutti assieme felici, loro, cosa aspettiamo a mandarli tutti a casa?
    • giorgio l. Utente certificato 3 anni fa
      Incomincia tu, che poi -forse - noi ti seguiamo.
  • Giorgio Fiandrino Utente certificato 3 anni fa
    L'essere che riesce ad essere prigioniero delle sue stesse invenzioni, l'uomo. Questa si che è deficienza totale.
  • stefano b. Utente certificato 3 anni fa
    con questi spudorati cronici non mi meraviglio piu' di niente,siamo il paese piu' depravato del mondo
  • Notizie informatiche Utente certificato 3 anni fa
    Grazie M5S
  • MassimoT 3 anni fa
    E se ci accorgessimo poi che nel baratro si stà meglio? Che le cose materiali e le finta sicurezza di un appartamento ipotecato non è poi così importante? Chi lo ha detto che devo lavorare 40 ore alla settimana per uno stipendio appena sufficiente?. Le nuove generazioni visto che non lavorano impareranno e si abitueranno a vivere senza un posto fisso e a dedicarsi ad altro, non andranno mai a lavorare 40 ore alla settimana. Cambierà tutto e forse non sarà poi tanto male. Pensate alla vostra salute, cercate di alimentarvi bene e a fare sport, non fumate, dedicate tempo ai vostri figli, fate l'amore più spesso, abituatevi a vivere la vita semplicemente. Vendete l'auto e andate e piedi. Per essere felici il denaro non è importante, anzi credo sia il contrario, più ne hai e più dipendi dalle cose materiali e dai vizi. Io sono cambiato grazie e questa crisi, ho aperto gli occhi e voglio essere felice. Gli anni passano e prima o poi moriremo. Vivete sereni. Non abbiate paura. La paura lasciatela a quei politici che hanno il timore di perdere la poltrona e vivono ancora con gli occhi chiusi. Se non cambierete vivrete male per altri 10 anni. Perderete 10 anni di vita a seguire le vicende del PD o del PDL. Vi avvelenerete il sangue e farete il "loro" gioco. Continuerò sempre a votare 5 stelle ma non con rabbia semplicemente con il sorriso. Un saluto a tutti.
    • giorgio l. Utente certificato 3 anni fa
      Hai perfettamente ragione. Perchè correre sempre di più... per avere cosa, poi. Basta avere il necessario... appunto, il necessario. Bisogna averlo, però, questo necessario, poi potremmo adottare la - Decrescita felice - del nostro Pallante, ma ci vorrebbe almeno un reddito di cittadinanza, così chi si accontenta - gode - e chi non si accontenta ...va a lavorare per comprarsi le cose inutili che lo fa godere...in poche parole, non è necessario lavorare come schiavi,bastano i soldi per vivere...il di più è del maligno - diceva una volta qualcuno -
    • Antonio Micacchioni 3 anni fa
      Ma fammi il piacere, vallo a raccontare a chi ha bisogno di cure mediche e assistenza, a chi ha bisogno di un piatto di pasta perché non ha i soldi per permetterselo! Sono belle le tue parole, ma voglio vedere se hai il coraggio di dire le stesse cose se ti trovi in un'altra posizione!
    • Maurizio M. Utente certificato 3 anni fa
      Sai che hai probabilmente ragione?...
    • V. M. Utente certificato 3 anni fa
      Massimo, hai ragione, io sostengo sempre che la vita in futuro deve essere vissuta slowly, lentamente, altro che correre sempre. Per andare dove, poi? Da qui, per esempio, l'inutilità della TAV, tanto per dirne una. Ma ormai ci sono milioni di persone in povertà, che significa tirare la cinghia per mangiare (o andare alla Caritas che vede ormai la maggioranza di italiani ricorrere a loro per mangiare), ma significa anche rinunciare alle cure o alla prevenzione sanitaria e questo è intollerabile in un paese che vuol essere civile. Non rimane altro che il reddito minimo garantito per chi è a reddito zero o quasi. E i soldi ci sarebbero eccome se facessero tagli alle spese improduttive (F35, missioni all'estero, costi della politica, grandi opere ecc...). E invece parlano di diminuire le pensioni o di diminuire gli stipendi ed i diritti dei lavoratori. Quelli di lorsignori, invece, sono intoccabili. L'Italia verso la catastrofe, ma con ottimismo, come si dice....
  • floriana 3 anni fa
    cosa ci aspettavamo da questi incapaci,corrotti,ladri,falsi,subdoli e mafiosi? gia' lo si sapeva che saremo colati a picco! d'altronde con 80 euro in piu' al mese (per chi li ha avuti) non potevano scialacquare!
  • mastracc 3 anni fa
    http://www.tuttoilweb.tv/player/interviste/quanti-di-voi-condivideranno-questo-video-dopo-aver-ascoltato-cosa-dice-questuomo.html
  • floriana 3 anni fa
    Ora devono rifare il guardaroba ai dipendenti delle CAMERE!....eccerto poveracci con quella miseria di stipendio che hanno come fanno a comprarsi da vestire! l'unica cosa certa e' che non vogliono tagliare i costi della politica!...I LORO SOLDI NON LI TOCCANO!!!! fatevi furbi la prossima volta italioti! APRITE GLI OCCHI !
  • gianfranco r. Utente certificato 3 anni fa
    Non saprei proprio da che fantastiche agenzie di rating escano questi dati,quasi tutti con 0,e quando si parla di prezzi e solo lì vi è un segno più!.Magari si potrebbe ipotizzare che sia positivo ma?........................l'unico segno + è il debito pubblico!.Infatti è schizzato talmente che ormai nel dire la cifra hanno bisogno di assumere altri tecnici esterni!,ma poi l'insieme di tecnici chìì lì paga è?..........noi!.
  • Paolo 3 anni fa
    IL M5S HO NON CAPISCE O FA FINTA DI NON CAPIRE PERCHÉ GLI FA COMODO FARE I BORGHESI IN PARLAMENTO... Il M5S DEVE ABBANDONARE IL PARLAMENTO FORMARE UN SINDACATO DEL M5S ED ENTRATE NELLA FABBRICHE E NEI LUOGHI DI LAVORO E INFERVORARE I LAVORATORI RIVENDICANDO MA SERIAMENTE : DIMINUZIONE DELL ORARIO DI LAVORO, AUMENTI SALARIALI, PENSIONE CON 40 ANNI DI CONTRIBUTI, VERTENZE ALL ULTIMO SANGUE PER TUTELARE L OCCUPAZIONE, DENUNCE ALLE AUTORITÀ COMPETENTI NAZIONALI ED EXTRA NAZIONALI PER INADEMPIENZE DEI DATORI DI LAVORO E FALSI IN BILANCIO... E SE IL SISTEMA POLITICO MAFIOSO REAGISCE : SCIOPERO AD OLTRANZA !!! Il M5S FA FINTA DI NON CAPIRE CHE L ITALIANO SI MUOVE SOLO PER INTERESSI, ALTRO CHE CAZZATE SU L AMBIENTE, IL RIMBORSO ELETTORALE O IL FINANZIAMENTO DEI PARTITI ,CON QUESTE CAZZATE NON SI MANGIA !!! E ROBA DA FRICCHETTONI !!! Tutto il resto e ' solo inutile FUFFA !!!
  • mirco g (vperv) Utente certificato 3 anni fa
    E l ' ebetino pensa alla giustizia. .. Che magello fra !!! (Detto alla maceratese )
  • giordano 3 anni fa
    MI PARE CHE BEPPE GRILLO L'ABBIA DETTO PRIMA CHE RENZI DIVENTASSE PRESIDENTE DEL CONSIGLIO. Renzi non VUOLE fare niente! Il motivo e' semplice a mio avviso perché; NE LUI, NE BERLUSCONI, NE ALFANO non aveva no nessunissima intenzione di fare qualcosa per l'Italia perché L'UNICO MODO PER FARE RIPARTIRE L'ITALIA (?lo sanno tutti) E' DI RIDURRE LE SPESE DELLA POLITICA. Il loro intento era solo quello di: - OSTACOLARE in tutti i modi il M5S perché voleva TAGLIARE gli stipendi dei parlamentari e IMPEDIRE gli INTRALLAZZI tra politica ed economia. - prendere in mano la guida del paese per TIRARE AVANTI il più possibile e MANTENERE INTATTI I PRIVILEGI ATTUALI. E NOI POVERI SERVI DELLA GLEBA ( del MEDIO EVO 2.0)cosa facciamo ? NIENTE, niente di niente !! LA NOSTRA SOLA ED UNICA SPERANZA SONO: I ragazzi del M5S
    • gianfranco r. Utente certificato 3 anni fa
      Magari la speranza diviene più attuabile con l'aiuto di tanti italiani che vogliono le stesse cose e quindi...............come diceva don camillo:andiamo in pace a far capire ciò che ci piace.........................ma questo lo aggiungo io!!!!!!!!!,grazie.
  • rosanna scarpa 3 anni fa
    ma dove sta la novita'? se lo chiedevate a me un paio d'anni fa ed anche piu', da quella ignorante che posso essere, ve lo avrei detto io, gratis. come si possono affamare le persone facendo chiudere i negozi, svendendosi anche la madre, ammazzando la gallina che ti fa le uova e poi pensare di continuare ad incassar soldi che ti permettono di continuare nelle pessime abitudini che abbiamo visto: mangia tu che mangio io? questa e' la fine che si meritano le persone che hanno continuato a votare certi partiti e che, incredibile, non hanno ancora capito. purtroppo paghera' anche chi ha capito per tempo, e questo mi dispiace tantissimo essendoci anch'io nel gruppo. andando avanti cosi' lasceranno una patata veramente bollente ai cinquestelle. vedrete che quelli che hanno la colpa di tutto e quelli che li hanno votati, dopo aver lasciato il cratere saranno anche pronti a criticare. grillo lo dice da un pezzo, ed a ragione, che siamo al disastro. subito falso in bilancio e tutte le leggi che propongono i cinque stelle. se aspettiamo che lo faccia renzi possiamo pure morire tutti. ma non capite? cinquestelle andate in tv per favore.
  • alvise fossa 3 anni fa
    PREVEDO CHE SARA' UN AUTUNNO MOLTO,MA MOLTO NERO
  • enzo 3 anni fa
    UN MOMENTO E LA DECRESCITA FELICE? cioè finalmente c'è la decrescita e ce ne lamentiamo? #ingrati
  • rocco d'errico 3 anni fa
    Con il significato opposto a quello suggerito da Renzi, il botto ci sarà veramente, poiché i dati economici sono drammatici. Basta girare per le strade di una grande città ed osservare i negozi che in occasione delle ferie estive hanno chiuso in maniera definitiva (per esempio, al Centro Direzionale di Napoli si può assistere allo "spettacolo" della materializzazione di un'ecatombe economica!) Fra le baggianate inventate dai cosiddetti economisti di governo per limitare questo "botto", è stato appena pensato di vendere un'altra quota di ENEL ed ENI, due società in attivo che staccano ogni anno il dividendo per gli azionisti. E' come se il contadino vendesse la vacca che gli fa il latte e le galline che gli producono le uova. E' il caso di far osservare che dopo questa vendita il Paese sarà più povero? Non occorre una laurea in economia per comprendere che ogni anno ci sarà un mancato incasso da parte dello Stato per i dividendi persi. Però, in compenso, Renzi limiterà un po' il botto e forse riuscirà ancora a raccontare altre favole ai creduloni italiani.
  • Roberto C. Utente certificato 3 anni fa
    Ho visto Di Maio sul TG Sky, I VOTI E I CONSENSI si prendono cosi !!!! Preciso, pulito, educato, le persone devono capire ! La giornalista ha cercato di ' divagare ' sul Circo Massimo ', lui e' rimasto sull' argomento ( la situazione dell' acciaieria di Terni ). BELLA !!!! Questo e' Napoletano !!! Mica te lo metti in tasca con due parole !!!!Andate in TV, il blog non basta, Squinzi dichiara ( in TV ) che i dati sulla disoccupazione sono DRAMMATICI, che cosa fa questo governo imposto ??? NIENTE !!!! Facciamoci sentire anche noi .
  • Un voto in più 3 anni fa
    Chi fa queste statistiche probabilmente raccoglie i propri dati su Marte. I prezzi CHE CONTANO, quelli di ciò che compriamo giorno per giorno, non calano per niente, anzi aumentano parecchio. L'Istat riesce a comunicare i tassi di inflazione più utili per le manovre delle dirigenze intervenendo sulla composizione dei panieri e sui meccanismi di calcolo. La mano è più veloce dell'occhio... fregato!
  • Lalla M. Utente certificato 3 anni fa
    E il governo del fare dire baciare lettera testamento dove è'?
    • V. M. Utente certificato 3 anni fa
      Dovrebbero smetterla una volta per tutte con questo "spettro" della deflazione che ci sventolano in tutti i tg. Provate un po' a pensare cosa succederebbe dei consumi (in costante calo) se aumentassero i prezzi a parità di stipendi e pensioni. Per non parlare di quello che succederebbe se stipendi e pensioni diminuissero come si vocifera (loro smentiscono, ma tanto una ne dicono e tre ne smentiscono poi fanno come gli pare). La deflazione NON è una causa della crisi, ma semplicemente una conseguenza. Sarebbe come dire che la tosse è la causa della bronchite. Ma la bronchite si cura con gli antibiotici quando è grave, non con lo sciroppo per la tosse. E questa crisi è grave, anzi gravissima. C'è un solo modo, giunti a questo punto, di "curarla" o almeno di mitigarla ed è il salario minimo garantito. Tutti gli altri provvedimenti sono come uno sciroppo e il paziente non curato morirà.
    • Un voto in più 3 anni fa
      Questa paura della deflazione può preoccupare chi ha in mano grandi "giri", perché rende più difficile la speculazione, ma la deflazione è una manna dal cielo per chi lavora a reddito fisso e vede il proprio reddito bloccato al proprio livello nominale da diversi anni (e taglieggiato in modo crescente dal fisco). Deflazione significa che oggi compro il prosciutto a 20 euro al chilo e domani lo compro a 19, ovvero significa che domani posso comprare un po' più prosciutto. Con l'inflazione e il salario bloccato (una realtà che oggi si può considerare rosea, perché come ho già detto il salario in un modo o nell'altro si va riducendo anche a livello nominale), la deflazione permette di conservare o incrementare leggermente il potere d'acquisto, mentre l'inflazione lo erode e, in mancanza di quei meccanismi di compensazione dei redditi "da lavoro" che le dirigenze hanno astutamente provveduto a cancellare a partire da una ventina d'anni fa) rende ogni giorno un po' più poveri coloro che non possono intervenire sul proprio reddito. Per non parlare del fatto che l'inflazione distrugge i risparmi, mentre la deflazione li conserva o li incrementa. Visto che le dirigenze di cui sopra hanno anche provveduto a cancellare le tutele pensionistiche, il risparmio è l'unico modo che i lavoratori attuali hanno per sperare di poter campare quando dovranno o vorranno lasciare il lavoro. Erodere il risparmio significa erodere la possibilità di ritirarsi dal lavoro, ovvero condannare alla schiavitù fino al momento in cui lavorare diventa impossibile, e alla morte nell'indigenza per il (breve) periodo successivo. Teniamo i piedi per terra: l'inflazione NON è un bene.
  • Ho 3 anni fa
    Primo
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus