La BCE vuole congelarci i conti correnti

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di MoVimento 5 Stelle Europa

In caso di crisi degli istituti di credito, secondo un parere della BCE, ci dovrebbe essere una "pre-risoluzione" della durata massima di 5 giorni nel corso dei quali i conti bancari verrebbero bloccati.

Questa mostruosità rafforza ulteriormente la moratoria prevista nella revisione sulla BRRD. In altre parole la norma che contiene il bail-in. Stando a quanto afferma la Banca Centrale Europea in questo parere, in caso di banche in difficoltà, anche i conti correnti sotto i 100 mila Euro subirebbero un possibile congelamento fino a 5 giorni. È una conseguenza della "Bank recovery and resolution directive" (BRRD) tanto sbandierata da PD, Forza Italia e Bankitalia come salvatrice del sistema bancario europeo.

Non solo viviamo in una costante situazione di paura generata dall'insufficienza della normativa europea che non prevede un sistema credibile a garanzia dei depositi e espropria i risparmi dei cittadini. Oggi i cittadini potrebbero rischiare anche di non poter prelevare soldi dai propri conti correnti, solo per dare modo alla BCE di prendere tempo per trovare una soluzione e decidere se attivare il bail-in o optare ad esempio per la liquidazione coatta. È davvero inaccettabile.

In questi decenni i partiti di centrodestra e centrosinistra in Europa e autorità di vigilanza sono stati disgraziatamente inadatti al ruolo che gli è stato affidato. Ora devono metterci una pezza i cittadini. Naturalmente chi possiede i veri capitali finanziari sarà sempre in tempo a spostarli prima che tutto crolli, come hanno testimoniato le crisi bancarie italiane. È la dimostrazione che la tanto sbandierata unione bancaria non funziona e andrebbe rivista radicalmente perché crea più problemi di quanti ne risolve. Specialmente per i risparmiatori e i contribuenti, entrambi non tutelati a dovere.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Renza Chiari 1 mese fa mostra
    Pare non si riesca, o non si voglia, capire che “.. sono stati disgraziatamente ADATTI al ruolo che gli è stato affidato” dai vertici della piramide di potere e che “metterci una pezza” serve solo a mantenere in piedi il sistema, non a rivoluzionarlo. http://edoardolongo.blogspot.it/2014/02/rotschild-la-metafisica-del-dominio.html «Pochi comprenderanno questo sistema, coloro che lo comprenderanno saranno occupati nello sfruttarlo, il pubblico forse non capirà mai che il sistema è contrario ai suoi interessi.» Quando Rousseau consentirà “un programma deciso dagli iscritti”, metterò in votazione 2 punti programmatici: 1) Una Banca APPARTENENTE al popolo, in cui sia custodita la riserva aurea, circa 100 miliardi, appartenente al popolo, ovvero a circa 60 milioni di italiani, ciascuno azionista per una quota nominale di 1.250 euro, non cedibile. Una Banca il cui Dirigente - eletto come Portavoce della volontà popolare e soggetto a recall- , stampi moneta APPARTENENTE al popolo e la gestisca in base al programma economico finanziario deciso Direttamente, su un’idonea Piattaforma, dal popolo azionista. 2) Un ordinamento Statale Federale e uno Europeo Confederale, ordinamenti in cui il potere sia esercitato dal basso, dai cittadini di ciascuna Regione, i quali decidono Direttamente l’ammontare del gettito fiscale regionale e come reperire e investire tali risorse, sia per gli interventi locali, sia per quelli extra locali, nazionali o sovra nazionali che li coinvolgono.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus