Il governo blocca la digitalizzazione dei libri scolastici

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

digilibri.jpg

"La rivoluzione digitale piaceva tanto al governo, ma come sempre solo a chiacchiere. Eppure fin dal 2013 esiste una proposta diventata legge, grazie al MoVimento 5 Stelle: il portale nazionale di libri digitali gratuiti per tutte le scuole. Ma evidentemente il governo è il primo a non ottemperare alla legge, e di questo portale ancora non c'è traccia.
Così, anche per quest'anno niente rivoluzione digitale nella "buona scuola". I genitori degli studenti dovranno sborsare fino a 500 euro per l'acquisto dei libri scolastici, e i nostri giovani insieme a tutta l'Italia continueranno a perdere terreno rispetto agli altri Paesi.

VIDEO La scuola che cade a pezzi

Terreno che perdiamo anche per quanto riguarda la connessione al web, presente solo in 3 istituti su 5 secondo un campione di skuola.net. Come si fa allora a fare lezione con i tablet, come sarebbe auspicabile?
Il M5S continua a sollecitare il governo affinché si decida a realizzare almeno una delle sue tante promesse. Anche perché, stavolta, lo prevede la legge." M5S Camera

VIDEO ALLARME IGIENE: Bambini a scuola tra muffa e escrementi

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • undefined 2 anni fa
    ...sveglia i libri digitali sono una realtà da anni. Ogni libro di carta è anche in formato digitale.... diciamo la verità, sono i docenti che non li sanno usare ....
  • silvana rocca Utente certificato 2 anni fa
    Questo dimostra come le lobbies siano al centro del potere. I libri vanno comprati per far soldi e mazzette! I buoni propositi del "pifferaio" sono affossati da di comanda veramante in italia : IL POTERE DELLE LOBBIES (che finanziano le campagne elettorali)..ecc. ecc. COME SI FA' A CREDERE ANCORA NEL "fanfarone" ????
  • mario d. Utente certificato 2 anni fa
    la stampa è dei politicanti,destra & sinistra, non voglioino quindi non possono digitalizzare perchè entrerebbe molto meno denaro nelle loro casse private. mistero svelato. per quanto riguarda la scuola cadente è un simile alla sanità o ad altra istituzione alla sfascio, devi pagare le tasse ma poi scordati dove vanno a finire ! agli stessi politicanti sovrascritti. altro mistero svelato. oggi le so quasi tutte !
  • silvio t. monza 2 anni fa
    Ostiniamoci a tenere i COMUNISTI, pardon, LA SINISTRA e sicuramente peggioreremo sempre di più ! Ci attende un breve cammino verso il disastro irreparabile. La salvezza ? Un 2015 = al 1848, un SECONDO RISORGIMENTO !!!
  • Fabio Brambilla 2 anni fa
    La tecnologia è un'importante conquista della civiltà umana, ma non andrebbe messa in mano ai bambini e ai ragazzi con leggerezza. La scuola ha il compito di stimolare l'apprendimento e non di rifilare strumenti che elaborano soluzioni al posto nostro. I guru della Sylicon Valley mandano i figli in scuole costose dove non è certo la tecnologia a farla da padroni. Le giovani menti devono prima imparare ad usare lo strumento Cervello, imparando magari in un secondo momento a capire cosa sta dietro ad un computer per poi imparare ad utilizzarlo.
  • alvise fossa 2 anni fa
    La buona scuola fa solo ridere i sassi,diamo una scuola digitale a studenti ed alunni
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus