Il ministro Galletti, le discariche e il pallottoliere

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Marco Affronte, portavoce M5S al Parlamento europeo

Il Ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti, che già non ha competenze ambientali per occuparsi del suo Ministero, certo farebbe fatica a trovare posto al Ministero delle Finanze. Pare infatti che coi numeri non abbia molta dimestichezza.

Come sappiamo l'Italia è da tempo in infrazione europea per via delle molte discariche abusive sparse sul territorio. Nonostante anni e anni di "avvertimenti", il nostro Paese s'è fatto pescare in infrazione per 198 discariche. Con sentenza del dicembre 2014 la UE ci ha condannato a pagare 42,8 milioni di Euro all'anno. Nel frattempo qualche discarica abusiva è stata chiusa (ma qualcun'altra è venuta alla luce) e l'Italia deve ancora bonificare la bellezza di 133 discariche. La lista completa aggiornata a giugno 2016, con due mesi di ritardo rispetto al previsto, è stata pubblicata ieri (la trovate in fondo a questo post).

Nel marzo del 2016 Galletti, rispondendo ad un "question time" alla Camera, ha promesso che avrebbe stanziato 290 milioni di Euro per le bonifiche (qui il link), somma necessaria secondo i piani regionali. Purtroppo quei soldi non pare siano stati spesi. E, come detto, ci sono ancora 133 discariche abusive sul suolo nazionale. Appena 22 in meno di sei mesi fa. Lo sa anche il "Ministro", che due giorni fa ha ripromesso, sempre in un "question time" alla Camera: "Abbiamo adottato un Piano straordinario di bonifica su 45 discariche in attuazione della legge di stabilità 2014: con le risorse disponibili sono stati immediatamente finanziati interventi per oltre 68 milioni. Con questi soldi potremmo mettere in sicurezza 29 discariche in Abruzzo, Puglia, Sicilia e Veneto".

E le altre 88 discariche? Le lasciamo lì?
E i 290 milioni promessi a marzo, che fine anno fatto?

Galletti farebbe meglio a promettere di meno e a fare di più. Anche perché intanto il tassametro europeo corre a 40 milioni all'anno di multe. La situazione è ancora più grave se consideriamo il fatto che l'elenco dei siti non viene aggiornato, ma è bloccato alla data della sentenza. Logico, in quanto trattasi di una "fotografia" scattata al giorno della sentenza, ma assurdo se pensiamo che il quadro è in continua evoluzione e la situazione attuale non contempla l'ingresso dei nuovi siti che vengono scoperti. E ce ne sono parecchi.

Per quest'ultimo aspetto, sconcertante, abbiamo presentato un'interrogazione alla Commissione europea, in modo da fare lue sul reale operato del Governo: "L'Italia è in procedura di infrazione a seguito della sentenza del 2/12/14 (caso C-196/13, procedura di infrazione 2003/2077) per le discariche abusive non bonificate sul territorio nazionale. Al terzo aggiornamento, primo semestre 2016, tali discariche sono 133, contro le 198 iniziali. Purtroppo è da rilevare che tale lista non rappresenta un quadro esaustivo della situazione delle discariche abusive in Italia, in quanto la lista non è dinamica, ma ad esaurimento: non è contemplato, infatti, che entrino in lista le nuove discariche che in questi ultimi anni siano state scoperte. Dato che però, invece, sono molti i casi di nuove discariche abusive venute alla luce in questi anni,Si domanda alla Commissione Europea:
- attraverso quali procedure sia possibile segnalare alla Commissione i casi di nuove discariche abusive in Italia;
- come ritenga di procedere affinché, una volta verificatane l'esistenza, anche queste nuove discariche siano bonificate
".

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • bracicchi Ovaldo Utente certificato 1 anno fa
    Prova di prestiti tra privati sono alla ricerca di prestito da oltre 3 mesi. sono stato spesso avere da parte di prestatori falsi. Ma un giorno sono fortunatamente caduto su un uomo cristiano semplice ed onesto che lo ha aiutato assegnandomi un prestito di 125.000€ ad una percentuale del 3% che ho ricevuto il prestito sul mio conto il sabato passato senza protocollo Allora se avete bisogno di un prestito necessità di credito personale per realizzare i vostri progetti o rimborsare i vostri debiti e le vostre banche rifiutano di concedervi un prestito, non esitate a contattarlo. Per favore parlate ad essa e stringete soddisfa, ma attenzione a voi che non rimborsa i prestiti. Ecco il suo indirizzo e-mail: iserphilippe4@gmail.com
  • franck dumatcher Utente certificato 1 anno fa
    Buongiorno Aiutare è il migliore modo di condividere il suo amore eterno, è ciò che li spinge a mettere a vostra disposizione prestiti rimborsabile da 500 a 1.000.000 EURO ed anche più; a condizioni molto semplici ad ogni persona che può rimborsare senza distinzione di razza. Facciamo anche investimenti e prestiti tra privati di qualsiasi tipo. I trasferimenti sono garantiti da una banca per la sicurezza della traslazione. Per tutte le vostre domande, fatte le vostre proposte rispetto ai tassi ed alle procedure di pagamenti. Per ulteriori informazioni volete contatto per e-mail: gordonpascal04@gmail.com
  • dufar moise Utente certificato 1 anno fa
    ciao Ho ricevuto il mio prestito ha la banca CRÉDIT MUTUEL con una condizione favorevole, vi chiedo più non di lasciarvi fregare da parte del prestatore falso in particolare, contattare direttamente la banca su questa mail per avere un'informazione: creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com
  • FABRIZIO P. Utente certificato 1 anno fa
    azz...olini ..abbiamo pure 1 ministro dell ambiente ?che sfiga ..
  • giovanni f. Utente certificato 1 anno fa
    Il sig. de luca all'inizio dell'estate disse che entro pochi giorni le ECOBALLE DELLA CAMPANIA sarebbero state eliminate. Le ECOBALLE DELLA CAMPANIA STANMO ANCORA LI', MUTE E FETENTI. Come al solito solo CHIACCHIERE E DISTINTIVI.
    • Fabio Razete 1 anno fa
      A lui danno piu fastidio le formiche che attraversano l'autostrada Salerno Reggio Calabria ed i grillini, per il resto altro frottoliere gonfiato.
    • giancarlo ricomini Utente certificato 1 anno fa
      le eccoballe le raccontano quelli del PD gli amici del bomba E TUTTI GLI OPPORTUNISTI che stanno con lui lui e la rovina dell italia speriamo che lo mandiamo a casa il piu presto possibile speriamo che non mangia il panettone assieme a noi
  • Lucia Venturini Utente certificato 1 anno fa
    Io direi che grazie alla Comunità Europea l'Italia è costretta a pulirsi, costringendo i nostri governi in tal proposito; a questo riguardo proporrei di far pagare tutte le multe a quei Ministri che nonse ne sono interessati o hanno deviato il percorso!! Tutti di tasca loro per responsabilità diretta nella faccenda. E' ora che i responsabili paghino!!
    • Sebastiano TAFARO Utente certificato 1 anno fa
      E se si sancisse che paghino i partiti di governo, invece di NOI?!
  • walter tiani Utente certificato 1 anno fa
    ANDATE AVANTI MA.........PORTATECI FUORI DALL'EURO
    • giancarlo ricomini Utente certificato 1 anno fa
      speriamo che voi ragazzi giovani ci portate fuori dal euro perche noi italiani non ce la facciamo piu questi interessi poco buoni per i cittadini gli hanno fatti i politici con a capo Napolitano un presidente che non lo vorrebbe nemen0 IL BANDAGLESC
  • giorgio peruffo Utente certificato 1 anno fa
    Provate a suggerire al Ministro Galletti una opzione, come si dice in americano, "win-win": dichiarare guerra alla Unione Europea. (Adesso non c'è più l'Inghilterra, dovrebbe essere più facile). Se vinciamo non paghiamo più le multe se perdiamo, cambia niente.
  • FRANCESCO MAZZOCCOLI 1 anno fa
    Gentilissimo Sig. Grillo. Ho 53 anni ed ho sempre lavorato, la crisi ultimamente mi ha fatto chiudere la mia attivita', e da un anno non riesco ad inserirmi con altri lavori che mi facciano almeno da sostentamento, non voglio certo i numeri, ma purtroppo non ci riesco.Ho paura di mollare e farmi cascare il mondo addosso, e di mangiarmi tutto il sacrificio di una vita.I politici ormai li disprezzo, l'unico movimento che seguo è il suo. Qui a Bari ho conosciuto diverse persone della sua delegazione, e mi sono ripromesso di iscrivermi al suo movimento. Potrebbe Lei darmi una mano a trovare un posto degno di lavoro per una persona che vuole vivere con dignità?? lo so che non è un ufficio di collocamento, ma io non credo neanche a quello, quindi se mi permette crederei piu' in un suo miracolo. Sono abbastanza colto, parlo discretamente l'inglese, ho esperienze di commercio internazionale(cina), ma ... mi son rotto le palle..Se questo messaggio venisse letto da lei sono sicuro che un modo per aiutarmi lo troverebbe, la saluto e le auguro quantoprima di comandarte un giorno il nostro governo e di cacciare via tutti questi parlamentari di m...
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus