Il Made in Italy che scompare

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

italia_depredata.jpg
"Con la vendita di Pernigotti sale ad oltre 10 miliardi il valore dei marchi storici dell’agroalimentare italiano passati in mani straniere dall’inizio della crisi. L’operazione Pernigotti segue l’acquisizione da parte di LVMH di una partecipazione di maggioranza nel capitale sociale della Pasticceria Confetteria Cova, nota pasticceria milanese. Sempre quest'anno un imprenditore cinese ha acquistato un’azienda vitivinicola agricola nel Chianti, terra simbolo della Toscana per la produzione di vino: l’azienda agricola Casanova - La Ripintura, nel cuore della Docg del Gallo Nero. Nel 2013 si è verificato anche il passaggio di mano del 25% della proprietà del riso Scotti ceduto dalla famiglia pavese al colosso industriale spagnolo Ebro Foods. Il passaggio di proprietà ha spesso significato svuotamento finanziario delle società acquisite, delocalizzazione della produzione, chiusura di stabilimenti e perdita di occupazione." Dati Coldiretti

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Leo Sebastiano 4 anni fa
    L'idea che mi sono fatto negli ultimi anni é che l' Italia e gli italiani siano destinati a fallire, al fine di permettere agli altri popoli di sopravvivere. Noi, la Grecia, la Spagna, il Portogallo ecc., dobbiamo diventare il nuovo terzo mondo, da sfruttare e depredare , perché solo così , altri potranno mantenere il proprio benessere. Le risorse sono limitate, quantificabili, quindi per ogni uno che si arricchisce di x un altro si impoverisce di quella stessa quantità x, se aggiungiamo che lo stato anziché ridistribuire la ricchezza( attraverso tasse, imposte ecc.) , la dilapida o peggio aggrava questa disparità privilegiando i ricchi capitalisti e le corporazioni, ecco che si arriva all'annichilimento di un intero popolo.
  • isabella garzo 4 anni fa
    ma cosa, Cosa, COSA possiamo fare noi? la verità è che nessuno ci ascolta e l'impressione è che nessuno ascolti i nostri parlamentari del Movimento.
  • Aldo Masotti Utente certificato 4 anni fa
    Quando le tasse sono zero lo stato incassa zero. Quando le tasse sono al 100% lo stato incassa zero perche' nessuno lavora gratis. Quando le tasse sono al 70% non si puo' fare un calcolo matematico ma chi puo' se ne va. L'investitore estero non paga le tasse in Italia, utilizza il costo di trasferimento fra la sua azienda italiana e la sua azienda nel paese di origine per non pagare tasse in Italia.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus