Giornalista del giorno - Peppino Caldarola, Lettera43

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
caldarola-peppino.jpg

"Neppure Grillo, che in un Paese normale non darebbe lezioni di moralità ma sarebbe chiuso in un convento a espiare le sue colpe, fa più paura.
D’improvviso all’ex comico che faceva ridere poco sono venute le rughe e il recente mettersi a destra nel parlamento europeo lo consegna ad altri giochi ma soprattutto ad altri protagonisti.
Non so se Casaleggio sappia l’inglese, ma difficilmente quella banda di xenofobi di tutta Europa che hanno raccattato nel nuovo parlamento si farà dirigere dal capellone, da suo figlio o da Rocco Casalino".
Peppino Caldarola, Lettera43

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Antonio Caracciolo 3 anni fa
    La semantica è la scienza che tenta di trovare il significato nel nostro linguaggio corrente, che però prigionero delle forme grammaticali è sempre teso alla ricerca della univocità delle definizioni e del senso. Perdiamo il senso dell’analogia e dell’interpretazione, che gli antichi avevano con l’uso del mito, o l’interpretazione non psicoanalitica dei sogni, o quella superstiziosa dei segni e degli accadimenti, o per venire più vicini al nostro discorso l’impiego evangelico delle parabole, o anche la morale delle favole. Chiunque abbia fatto un poco di scuole sa quanto nei secoli passati la chiesa e la religione avessero grande potere e la religione non fosse un ambito tutto privato della coscienza, ma avesse valore di legge dello stato e fosse prescrittiva per la morale e l’etica. Nel dialetto calabrese dire “cristiano” è lo stesso che dire “uomo” o “persona”. Perché questa strana premessa? Perché il ruolo che prima era della chiesa e della religione, oggi è passato ai media e i giornalisti esercitano la funzione che prima era dei preti e dei predicatori. Ci dicono loro ciò che dobbiamo tenere per vero o falso, giusto o ingiusto. La filmistica che ha sede soprattutto in America e che ha pochissimi proprietari detta l’ideologia contemporanea, che viene imposta con forza e spietatezza non inferiore a quella dei Tribunali di Santa Madre Chiesa, il cui potere era in fondo mite se paragonato a quello odierno degli Ideologi di regime. Come ci si libera dell’oppressione odierna? Diventando consapevoli dei meccanismi di propagazione della menzogna e illuminandoci l’un l’altro, e se si è in qualche assemblea legislativa o in qualche luogo di produzione delle norme e regole sociali, facendo molto bene attenzione ad allargare gli spazi di libertà anziché restringerli.
  • Salvatore P. Utente certificato 3 anni fa
    Ecco n'altro filosofo del caxxo!!! Questo Caldarola é un altro che ha campato e campa ancora GRAZIE AI FINANZIAMENTI AI GIORNALI PAGATI DAGLI ITALIANI!!! Secondo voi di chi potrebbe fare gli interessi questo scribacchino?? Di chi lo paga (e profumatamente) o degli italiani??? BEPPE CONTINUA COSI'!!! Sal Napoli
  • Biagio C. Utente certificato 3 anni fa
    ma ringrazia il cielo che non siano "peppinofobi"... p.s.: ma chi cazzo sei, per inciso?
  • Fabio B. 3 anni fa
    "Neppure Grillo, che in un Paese normale non darebbe lezioni di moralità ma sarebbe chiuso in un convento a espiare le sue colpe, fa più paura." Neppure in un paesino del medioevo si sarebbe invitato Grillo ad espiare delle colpe in un convento. In una società civile ed avanzata chi resta coinvolto in incidenti andrebbe aiutato a superare il trauma subito. Siamo nel 2014 o in un pessimo remake del film "Non ci resta che piangere"?
  • Aldebrando Fitozzi Utente certificato 3 anni fa
    **V*** Matteo (11,7-10): Mentre questi se ne andavano, Gesù si mise a parlare di Giovanni alle folle: "Che cosa siete andati a vedere nel deserto? Una canna sbattuta dal vento? Che cosa dunque siete andati a vedere? Un uomo avvolto in morbide vesti? Coloro che portano morbide vesti stanno nei palazzi dei re! E allora, che cosa siete andati a vedere? Egli è colui, del quale sta scritto: Ecco, io mando davanti a te il mio messaggero che preparerà la tua via davanti a te."
  • Ada Martinelli Utente certificato 3 anni fa
    Peppino ha già avuto troppa visibilità, lo volete rimuovere?? La mattina si dorme troppo dalle parti dello staff.
  • gianni ciacci Utente certificato 3 anni fa
    Il problema reale ha il suo fulcro nelle banche, vere responsabili della crisi pilotata da Bruxelles,una volta scambiati beni veri con debiti finti, e una volta svuotato il paese da ogni sua autonomia e indipendenza pubblica,privata,culturale,e sociale, il loro compito sarà completato, e l'Europa tutta sarà controllata da dieci banche e dieci multinazionali. E l'accordo m5s Farage non piace perché non fa parte del piano!!
  • Carlo Pandolfini Utente certificato 3 anni fa
    NON CAPISCO PERCHE' TUTTI GLI INTELLETTUALI - O GIORNALISTI - I POLITICI ITALIANI DI LONTANA ORIGINE KHAZARA ( e sono la maggioranza in tutta Italia) abbiano un livore/un astio/ un partito preso CONTRO IL MOVIMENTO CINQUE STELLE, visto come il NUOVO FASCISMO/NAZISMO un pericolo supremo per la stirpe dei Khazari che OGGETTIVAMENTE dalla fine degli anni 80, liberatisi di Craxi, Andreotti e dei partiti tradizionali, infiltrandosi e prendendo in pugno il Partito Democratico SPADRONEGGIA IN ITALIA. Forse, forse, forse, forse, perchè PRIMA DI ESSERE CITTADINI per partecipare alla ROVINA dell'Italia bisogna fare atto di fedeltà a quella che Nostro Signore nell'Apocalisse di Giovanni chiama ben due volte SINAGOGA DI SATANA? Leggete il Capitolo 2 dell'Apocalisse e capirete o "grillini" che ignorate, chio comanda in Italia!!!!!!!!!! oggi e da cinquant'anni e il perche' DELL'ODIO PER IL MOVIMENTO CINQUE STELLE DI CHI SI E' INGRASSATO SULLE NOSTRE SVENTURE.
    • Biagio C. Utente certificato 3 anni fa
      te lo dico io. perché trattasi dei rimasugli di un'epoca in cui essere "intellettuale" era sinonimo d'essere di "sinistra": tutto il resto era automaticamente "fasssista" e quindi "ignorante", becero. chiunque potrà vedere che questa pretesa sia di per sé assai becera... tutto qua. in sintesi, sono rimasti al paleolitico: in tutti i sensi.
    • Massimo S. Utente certificato 3 anni fa
      Pieno di matti, qui
  • Andrea Zanella Utente certificato 3 anni fa
    Clap clap, bravo! Al peggio non c'è mai fine.
  • mark rossi Utente certificato 3 anni fa
    E' soltanto un poveraccio, ex direttore dell'Unità...sta facendo la stessa fine del suo ex giornale...
  • Antonio* °Cataldi (capisc'a me) Utente certificato 3 anni fa
    Il 42% a Renzi ha avuto un effetto,positivo, ha fatto uscire allo scoperto, ha fatto togliere le mutande, a tutte queste prostitute del consenso. Forti del consenso del loro "uomo", ora si sentono liberi di pompinare il pensiero dell'italiano piddiota. Caldirola prima comunista oggi prostituto renziano. E poi dicono che la prostituzione non è libera..... Capisc'a me
  • luxveniente 3 anni fa
    In questo blog sento spesso critiche tipo... "ex comunista"... Sottintendendo che se non fosse un ex, andrebbe bene.... Invece no... tranquilli, che sono proprio questi i veri comunisti!...come peppino: se non pensi come loro sei un buffone, uno xenofobo, UN FASCISTA...(Con questa parolina hanno devastato l'Italia!!!, ma dopo il Fascismo!). Marx, l'ebreo massone, fondatore di un movimento che ha prodotto 18.000.000 (milioni) di morti! e iniziato la demolizione della grande anima occidentale, a partire dalla Russia. Il risultato è quello che vediamo oggi: l"uomo economico"...che non può che rotolarsi nello sterco della corruzione.
  • john f. 3 anni fa
    E' stampa di regime, i suoi padroni lo pagano per il lavoro che gli fa. Ma l'informazione distorta ci porta al terzo mondo, quello in cui siamo precipitati grazie a questa casta politica.
  • Massimo C. Utente certificato 3 anni fa
    Un ex-comunista che preferisce Berlusconi al M5S.....eh si...questi proprio non riescono a staccare il cordone ombellicale con chi li ha mantenuti per un ventennio. Senza Berlusconi questi sono finiti....
  • Marco M. Utente certificato 3 anni fa
    Distillato puro di 'giornalismo' all'italiana. Sono così cialtroni da non riuscire neanche ad individuare i veri punti deboli del Movimento (ce ne sono ... ma qui c'è gente onesta, competente, che vuole solo fare bene - non fare i soldi come negli altri casi... insomma ci stanno lavorando). Bisogna fare inchieste fatte bene per dire e scrivere qualcosa di sensato. Ci vuole studio, carattere, pazienza, intelligenza, intuito, rettitudine, oggettività ... tutte doti che mancano nei giornalisti itagliani (nella quasi totalità dei casi - non mancano solo nei giornalisti che non si sentono mai). In compenso, il leccaculismo, la lingua biforcuta, la sfacciataggine, abbondano.
  • alex bardi 3 anni fa
    ma peppino, in un paese "normale" che sarebbe? e soprattutto cosa farebbe? inizio a capire quel 41% del pd da dove arriva...
  • Giovanni D. Utente certificato 3 anni fa
    E' un PEZZO di M. come tutti gli altri leccaculo e pennivendoli.. mi dispiace solo che sia mio concittadino...!!!
  • giordano 3 anni fa
    Signor Peppino Caldarola lei dimentica che noi poveri ignoranti, che non siamo al suo livello, oggi possiamo leggere in rete notizie da tanti media. Ciò che lei dice non ha riscontri, per cui si può considerare inesatto. Lei come, tanti suoi colleghi, non si vuole rendere conto che le interpretazione personali dei fatti fanno sorridere; anzi fanno quasi tenerezza, sembra di rivivere il racconto "Policarpo De' Tappetti ufficiale di scrittura", nel senso che non si vuole rendere conto che non siamo più negli anni 50 e 60 quando volontari andavano a vendere l' Unità porta a porta alla domenica. Si, andavano sacrificando del tempo che avrebbero dedicato alle famiglie; ma in quel periodo esisteva una sinistra. Oggi la sinistra non esiste più. Ha proposito lei da parte sta oggi, che LA SINISTRA E LA DESTRA GOVERNANO INSIEME? Ha...! Una curiosità ; io e lei siamo coetanei!
  • Alessandro B. Utente certificato 3 anni fa
    Non mi stupisco perché Peppino Caldarola riassume in sé tutto ciò da cui io mi sento massimamente distante: 1) è "di sinistra" (ai punti successivi si chiarisce meglio in cosa consiste il suo essere "di sinistra"); 2) è un convinto "riformista" (dove sei tanto più "riformista" -anzi, "coraggiosamente riformista"- tanto più sostieni la necessità di provvedimenti vessatori per il comune cittadino; 3) in economia è un neoliberista per adesione fideistica (lui molto impropriamente si definirebbe "liberale"); 4) è europeista nella variante euroentusiasta; 5) è un filoatlantico ortodosso, ama gli Stati Uniti d'America che vede come un faro di democrazia per l'Umanità tutta; 6) ama Israele ed è convintamente filosionista, al di là di qualsiasi minima ragionevolezza; 7) è uno di quelli che, benché i libri di storia narrino una sterminata sequenza di complotti, nega l'esistenza di qualsivoglia complotto nell'epoca presente; 8) è un fedele custode dell'establishment. Purtroppo dette "qualità" sono assai diffuse nell'attuale sedicente "sinistra riformista" piddina. E purtroppo Peppino Caldarola è un personaggio paradigmatico. Tutte le 8 "qualità" elencate sopra sono, ad esempio, anche patrimonio del sindaco della mia città, Piero Fassino e del presidente della mia regione, Sergio Chiamparino. Anche il presidente Napolitano le ha fatte proprie negli ultimi decenni. Purtroppo.
  • giulia genito Utente certificato 3 anni fa
    In un Paese normale non si farebbero patti con la mafia e leggi anticostituzionali. In un Paese normale la "sinistra" non canterebbe bella ciao mentre regala soldi alle banche per decreto. In un Paese normale non ci sarebbe un Parlamento illegittimo (e quindi un Governo) di nominati pieno di indagati inquisiti e condannati che si da il diritto di cambiare la Costituzione. Non si concorderebbe segretamente con uno come Berlusconi condannato decaduto e interdetto, ne la legge elettorale ne le riforme costituzionali appunto. In un Paese normale si rispettano i risultati referendari(no finanziamento pubblico ai partiti no all'acqua pubblica privatizzata). In un Paese normale i giornali (peggio se quelli di partito) non vivono di finanziamento pubblico. In un Paese normale vengono le rughe per andare contro tutto questo, più impegno generoso ci metti per stare tra la gente, stanco o no a tutte le temperature caldo e freddo più rughe vengono... Un pericolo che chi sta nella confortevole parrocchia del convento pd, dove non si espia ma si mangia bene e si decide con l'imbroglio senza rischiare niente chi siano quelli che invece dovranno digiunare, avere o non avere un tetto, vivere o suicidarsi, non corre! In quanto alla barzelletta degli 'xenofobi'(che si sono molto spesi per denunciare quello che hanno fatto ai greci) io conosco quella dei finti democratici che accolgono... a caxxo non garantendo poi una sopravvivenza dignitosa a quanti vengono in Italia e contemporaneamente fanno leggi che eliminano i più elementari diritti dei lavoratori mettendo i giovani e non solo in condizione di scappare all'estero dove gli 'xenofobi' garantiscono loro diritti e futuro... Stendo un velo pietoso sul bis Presidente re Giorgio Napolitano... Peppì fai skifo!!(a me)...
  • Antonio Caracciolo 3 anni fa
    Intervengo ancora una volta, spero l’ultima in questo post, per ribadire un concetto. È utile, forse anche necessario, sviluppare una critica quanto più possibile scientifica al sistema dell’informazione inteso globalmente come forma dell’ideologia di questo regime. È stato già detto in altre occasioni, specialmente nella preparazione mediatica di guerre di aggressione, che la ”stampa”, i “media” sono non più “strumento” della propaganda, o dell’aggressione stessa, ma sono invece PARTE INTEGRANTE E COSTITUTIVA. È una distinzione importante che se ben compresa ha per lo meno il vantaggio di consentirci una maggiore pacatezza d’animo in quelle critiche che ognuno di noi è capace di sviluppare. Se ad esempio, per citare la star del giorno, ci si persuade che è esattamente quello che è e che non può essere altro da quello che è, non ci si aspetterà da lui nessuna obiettività giornalistica, in ottemperanza a una deontologia professionale che non ha e non può avere. Non ci si arrabbierà. Questa è una “guerra ideologica”. Si tratta di afferrare a pieno tutto il significato e le implicazioni di questa affermazione. Naturalmente, ci si deve anche rassegnare al fatto che il nostro blog venga infestato da ”troll”, ossia persone che non sono “attivisti certificati” del Movimento, neppure semplici curiosi o simpatizzanti, ma persone che hanno il deliberato e pravo di provocare reazioni sbagliate da parte nostra, le quali poi possono alimentare nuove campagne di diffamazione, o meglio di denigrazione, finalizzate al restringimento di ogni possibile allargamento del consenso intorno a noi. Insomma, sono come le mosche e le zanzare, che danno certamente fastidio, ma che restano sempre mosche e zanzare e non diventano il nostro principale e unico interlocutore. Li si ignora e si va avanti… Se qualche risposta è necessaria, la si dà solo nella misura del necessario. Io, per quello che mi riguarda, penso di aver saputo seguire questa direttrice...
  • claudio masiello Utente certificato 3 anni fa
    L'alternativa alla xenofobia é il magnamagna
  • claudio masiello Utente certificato 3 anni fa
    Non bisogna contrapporre il ladrocinio alla xenofobia.in altre parole chi non ci lascia fare in pace il nostro magnamagna é xenofobo;che cavolo di logica!
  • Ezio Bigliazzi Utente certificato 3 anni fa
    Rispondere ad un cretino, equivale a mettersi al suo livello. Ognuno è artefice del suo destino, auguri.
    • Massimo S. Utente certificato 3 anni fa
      Non ti rispondo, allora ...
  • Claudio C. Utente certificato 3 anni fa
    tutti i giorni un coglione spara cazzate, la DESTRA XENOFOBA CHE DICE IL COGLIONE SI TROVA IN IN'ALTRO SCHIERAMENTO, MA PERCHE' QUESTA GENTAGLIA SPARA A ZERO SU GRILLO E CASALEGGIO! UN MODO PER FAR PARLARE DI SE A UN PERFETTO COGLIONE COGLIONE COGLIONE COGLIONE COGLIONE COGLIONE COGLIONE.................
  • Carlo B. Utente certificato 3 anni fa
    Questi signori alla peppino calderola, servi compiaciuti, intellettualmente disonesti, mistificatori in mala fede, sono la vergogna dell'umanità.
  • Ing_Alberto Costantini Utente certificato 3 anni fa
    Oggi il mondo sembra dividersi tra vincitori e vinti! Tra chi ha accesso ai trionfi della Vittoria e chi è condannato ai disastri della Sconfitta. Ma chi se ne frega della Vittoria o della Sconfitta! In Realtà, ci si sta muovendo nell'ambito di alcuni casi, molto particolari, di "quel che funziona" e di "quel che non funziona". Vittoria e sconfitta ne sono soltanto aspetti molto particolari. Per cultura di formazione scientifica, personalmente non posso che orientarmi verso lo studio dei casi più generali, senza perdermi in quelli particolari. E non posso che guardare con sufficienza, sconforto e disprezzo a questo correre, vano, pazzo e disperatissimo, dietro ai casi particolarissimi, spesso costruiti "ad arte" di Vittorie e Sconfitte. Nello sport, nella politica, nei rapporti tra persone, nella comunicazione, nella vita di ciascuno, tutto un rincorrere dietro a vane e disperate Vittorie e Sconfitte. Sono appena passate le elezioni europee, tra un po' ci saranno i mondiali di calcio. In mezzo, gli scandali, le tangenti, i soldi, i disoccupati, le aziende che chiudono e i ristoranti pieni, la chirurgia plastica e le mode che passano. Tutti a vincere e dopo un po' a perdere. Sembra che tutto si riduca a questo: il successo della Vittoria o il fallimento della Sconfitta. Ma il semplice prendersi cura del far funzionare le cose proprio no!? Presentazione https://www.youtube.com/watch?v=0oaqST10zR8 Mal di Schiena Parte 1/3 https://www.youtube.com/watch?v=aqoR3JnCX7s Mal di Schiena Parte 2/3 https://www.youtube.com/watch?v=_a6ytE-i_LA Mal di Schiena Parte 3/3 https://www.youtube.com/watch?v=dMRHHyi66sQ email: alberto.costantini.std@gmail.com sito web: https://www.sites.google.com/site/albertocostantinistudio Per eventuale supporto: https://www.sites.google.com/site/albertocostantinistudio/prestito-d-onore https://www.sites.google.com/site/albertocostantinistudio/progetto-funzionalita Grazie!
  • FABIO B. Utente certificato 3 anni fa
    peppino ----ma chi cazzo sei pippiniello? Ma chi cazzo sei
  • Antonio Caracciolo 3 anni fa
    A SERGIO SEGNI. Quale "negazionista”? Che roba è? Il discorso potrebbe avere una sua tragica serietà, ma tu non mi sembri per nulla una persona seria e la provocazione evidente e palpabile. Colgo sportivamente l’occasione per ripetere ancora una volta che non sono un dipendente dell’Italgas, ma in quanto ”filosofo del diritto” ho sostenuto e sempre sosterrò che sono una assoluta vergogna i 200.000 procedimenti penali nella sola Germania dal 1994 ad oggi per meri ”reati di opinione”. Questo ho sostenuto davanti a una Commissione Disciplinare che mi ha assolto con formula piena per inesistenza del fatto e del diritto. “Cacciato” da dove? Mi giunge nuova… Nelle sedi competenti è stato dai miei legali detto e fatto tutto quello che doveva esser fatto... Devo tuttavia abituarmi a convivere con la calunnia e la diffamazione: ormai quasi mi ci diverto! E mi ci divertirei molto se potessi fare a te le domande che tu fai a me. Spero soltanto che interventi come i tuoi, che segnalo allo staff come "inopportuni” e ”diffamatori”, servano a far aumentare l’entità del risarcimento che ho chiesto a Repubblica, la quale si era inventato di sana pianta mie inesistenti lezioni appunto sull’«Olocausto»… di cui non mi occupo e non intendo occuparmi: lo lascio tutto a te! Non è il mio mestiere e non so se è il tuo. Quanto al giornalista del giorno forse è meglio chiedi a lui, se è quello che ha voluto tentare pure lui la carta dell’«antisemitismo», diffamando Vauro, che in primo e secondo grado ne ha ottenuto la condanna. Io, grazie a un articolo fantasioso di Repubblica, ho solo avuto un ”procedimento disciplinare” che appunto si è concluso che piena assoluzione e avvio di azione civile risarcitoria. Naturalmente, mi sono fatto un’idea da dove e perché è partita la cosa. E non lo dimentico. Se mi fornisci i tuoi dati, li passo ai miei legali, perché valutino meglio gli estremi del caso. Avrò cinque anni di tempo per decidere il da farsi.
    • Antonio Caracciolo 3 anni fa
      Post Scriptum: a SERGIO SEGNI: ---- Sei per caso un membro della “comunità ebraica”, che mi aveva attaccato e che non mi ha mai chiesto scusa, dopo che è stata acclarata la mia “innocenza”?
    • Antonio Caracciolo 3 anni fa
      A Sergio SEGNI, per sua conoscenza: 2ª Racc. A.R. All’Ufficio Legale del quotidiano “La Repubblica” Gruppo Espresso Via Cristoforo Colombo, n. 98 00147 ROMA Comunicazione ai sensi di legge. In data 14 aprile 2013, nella cronaca di Roma, p. 4 (vedi allegato) appariva un articolo dove testualmente si afferma che nel 2009 avrei concesso una intervista a Repubblica («A Repubblica disse il Ricercatore…»). Da me non è stata mai concessa a “La Repubblica” nessuna intervista ed il virgolettato è una manipolazione ed estrapolazione di testi diversi e disparati, sganciati dal loro contesto. Ricordo ancora una volta che la vicenda riportata da “La Repubblica” con articolo del 22 ottobre 2009 diede luogo ad un procedimento disciplinare conclusosi con piena assoluzione, per inesistenza del fatto e del diritto, e quindi con avvio di azione civile risarcitoria contro “La Repubblica”, la cui causa è ancora in corso e l’inesistenza di una siffatta intervista risulta già dagli atti di causa. Cortesemente invito a pubblicare tale rettifica ai sensi della L. 8/2/1948 n. 47 (art. 8). Distintamente In Roma, 17 maggio 2013 (e in secondo invio il 5 giugno 2013)
  • gennaro mennea 3 anni fa
    ok anche oggi hai foraggiato i 300 grammi in meno , sulla sua persona nn ho niente da dire xkè x quello che hai scritto sei un povero cristo forse con i soldi ma povero di valori umani ma sappiamo che di umano in voi nn cè niente quindi commentarti e' perfettamente inutile che altro dire "VIENI AVANTI CRETINO ..UN'ALTRO...."
  • CONAN- CONDOTTIERO Utente certificato 3 anni fa
    Spero che leggerai quanto ti dico- se tu fossi un VERO GIORNALISTA, MA TU SAI CHE NON LO SEI COME TANTI ALTRI CANI, pronti a mangiare l'osso gettato dai tuoi padroni di turno, siete quasi tutti stravenduti, papponi, infatti gli Italioti non comprano la vostra carta straccia, siete destinati a scomparire, IL MOV. 5 STELLE E' NATO DA POCHI ANNI ED E' DESTINATO A CRESCERE, VERGOGNATEVI SIETE LA VERA VERGOGNA DI QUESTO SFORTUNATO PAESE. CHIUR U CESS. CLASSE 1949 UN UOMO LIBERO^^^^^^^^^??????????
  • Antonio Caracciolo 3 anni fa
    Ma di quale “moralità” parla quest’uomo? Quale speciale rapporto con la “moralità” ritiene egli di avere? A rifletterci un poco il “commento” non dice nulla ed è stato scritto forse solo unicamente per adempiere a un onere contrattuale con la testata che lo pubblica. Se la sostanza del discorso è la presunzione dell’esistenza di una pretesa non già del Movimento, ma di Casaleggio, di suo figlio e di Casalino di dettare l’agenda dei movimenti europei che hanno strappato una rappresentanza nel Parlamento europeo questa mi sembra una assoluta idiozia, buttata lì quanto per servire il pastone quotidiano di pubblica denigrazione del Movimento, di cui si teme la crescita, in Italia e fuori d’Italia. Per questo sembra esservi una intesa di ferro fra “regime e stampa”. Non cessare mai di dire tutto il male possibile del Movimento 5S. Non importa che siano cazzate manifeste, basta ce siano continue e incessanti. "Calunniate, calunniate, qualcosa resterà”. Questa la logica. Quanto al povero "figlio” di Casaleggio,mi sembra venga raccolto il modulo diffamatorio lanciato da Ciriaco di Repubblica. Non sanno più cosa inventarsi alla ricerca della “balla quotidiana”. La notizia buona è che questi giornali sono in crisi, non hanno chi li compra, le risorse pubbliche e gli introiti pubblicitari diminuiscono... Esiste la rete, ma qui possiamo combattere ad armi pari. E non è detto che la loro potenza di fuoco mediatica sia soverchiante. Dobbiamo solo stare attenti a non cadere in trappole liberticide che si sono fatte con leggi a loro vantaggio e protezione.
  • enzo davino 3 anni fa
    Un volgare pappone con postumi di peste rossa, foraggiato in passato anche con rubli, merita solo disprezzo come si conviene ad ogni puzzone.
  • deu seu (gundar) Utente certificato 3 anni fa
    GIORNALAIO CALDAROLA DEI MIEI STIVALI....SEMPLICEMENTE....MA VAFFANCULO VA' !!!
  • franco bertocci Utente certificato 3 anni fa
    in un paese normale uno cosi' non potrebbe fare il giornalista ma andrebbe a raccogliere le cacche dei cani in strada, ma da dove esce ??
  • napo litano 3 anni fa
    Divertente, non sa se Casaleggio sa l'inglese...ma dai fai tu un bel discorso in inglese così vediamo come lo parli....ci vuol tutta che ti esprimi in dialetto...
  • Canzio R. Utente certificato 3 anni fa
    Come "caldarola" non è stata mai ..affidabile,a me sembra un innaffiatoio perde acqua da tutte le parti,questi, voltagabbana e sparacazzate di professione, possono stare solo nel pd, o con i loro perenni alleati, capeggiati dal condannato "moplen".Fra condannati, inquisiti e fuggitivi si trovano...a casa loro,ma di cosa parla questo povero..cagnaccio ..ma non gli fa un po' schifo....quell'ambiente.
  • angela b. Utente certificato 3 anni fa
    che vogliamo fare...molti giornalisti vogliono dare lezione senza aver studiato! chiaramente è un suo giudizio dovrebbero radiarli per sfruttare un mezzo di divulgazione a scopo personale
  • Tersite 3 anni fa mostra
    ma perchè Grillo vuole dare voce, peso e possibilità di portare avanti la politica di tutta quella feccia (tanti 1 che varranno 48) che compongono il Gruppo EFD? Farage ha promesso libertà di voto...ma per contare davvero qualcosa e mantenere la "coesione" nel Gruppo EFD senza indispettire nessuno o far perdere loro la faccia col proprio elettorato si dovrànno dare cariche nelle Commissioni e votare una linea comune o anche le singole...e sappiamo di cosa si tratta. Per puro calcolo economico e politico mi pare un prezzo etico morale insopportabile per il m5s o italiano di buona volontà in generale. Meglio, anche alla luce dell'apertura di dialogo qui in Italia col PD e visto che si condividono tanti punti (energia, politica migranti, rivisitazione delle regole economiche europee, difesa integrata, etc), entrare nel PSE. Pensateci
  • Carlo Magello 3 anni fa
    Poveretto , privo d'immaginazione, disinformato , misinformatore,ipocrita , servo , etc etc .
  • Vittorio DIncaLevis Utente certificato 3 anni fa
    spero di vederlo ricurvo sullo spazzettone nel cesso della stazione tav sotto le fogne di quel che resterá di Firenze. Testa di cazzo
  • Gabriele M. Utente certificato 3 anni fa
    A me fa' paura calderola e quelli come lui,della doppia morale,( vuole chiudere Beppe in un convento?) poi i fascisti siamo noi,vergognati ma tanto,tu con i ns.soldi ci fai solo piangere.madonna quanto mi fanno incazzare questi,se mai arriveremo al governo primissima cosa togliere i contributi alla stampa senza se e senza ma,decidera' il mercato caro calderola e c. Se meriti lo stipendio e allora sai che risate che ci faremo
  • Antonio Caracciolo 3 anni fa
    Di certo si può dire ed è stato detto dai nostri nemici che ci avrebbero fra i ”Non Iscritti”, di cui si sa per certo che sono irrilevanti per semplice prescrizione di Regolamento. Per un movimento politico nuovo che esce fuori dalle frontiere la prima sfida e difficoltà è quella di suscitare le giuste alleanze… di popoli! Non di meri “rappresentanti parlamentari”. Se il modello organizzativo e partecipativo del Movimento Cinque Stelle si afferma in paesi importanti d’Europa, come la Gran Bretagna, si può essere certi che qualcosa si muove. A Londra, andavo spesso alla piazza occupata di St. Paul. Pensavo e forse penso ancora che un movimento di occupazione di tutte le piazze andrebbe fatta anche da noi in Italia, strategicamente favoriti da un clima migliore. Vi è però chi dentro il Movimento sostiene che ciò che noi abbiamo fatto è superiore a ciò che sono riusciti a fare i vari Movimenti Occupy. Sono venuti loro stessi a dircelo… E dunque Peppino avrà poco da irridere, se questo è il corso della corrente. Del resto, per le grandi idee politiche occorre pensare sui tempi lunghi, quelli che superano la durata stessa della vita umana. Il nostro compito è certamente quello di consegnare il Testimone non solo ai nostri figli, ma anche ai popoli del mondo che soffrono la nostra stessa oppressione. Ormai il mondo è globalizzato: ci si liberà tutti insieme! Altro che xenofobia! I nostri governanti hanno in odio i loro stessi cittadini, ci ”odiano” terribilmente, e danno a noi di “xenofobi”!
    • Antonio Caracciolo 3 anni fa
      A Sergio SEGNI, per sua conoscenza: 2ª Racc. A.R. All’Ufficio Legale del quotidiano “La Repubblica” Gruppo Espresso Via Cristoforo Colombo, n. 98 00147 ROMA Comunicazione ai sensi di legge. In data 14 aprile 2013, nella cronaca di Roma, p. 4 (vedi allegato) appariva un articolo dove testualmente si afferma che nel 2009 avrei concesso una intervista a Repubblica («A Repubblica disse il Ricercatore…»). Da me non è stata mai concessa a “La Repubblica” nessuna intervista ed il virgolettato è una manipolazione ed estrapolazione di testi diversi e disparati, sganciati dal loro contesto. Ricordo ancora una volta che la vicenda riportata da “La Repubblica” con articolo del 22 ottobre 2009 diede luogo ad un procedimento disciplinare conclusosi con piena assoluzione, per inesistenza del fatto e del diritto, e quindi con avvio di azione civile risarcitoria contro “La Repubblica”, la cui causa è ancora in corso e l’inesistenza di una siffatta intervista risulta già dagli atti di causa. Cortesemente invito a pubblicare tale rettifica ai sensi della L. 8/2/1948 n. 47 (art. 8). Distintamente In Roma, 17 maggio 2013 (e in secondo invio il 5 giugno 2013) A Sergio Segni: PS - Sei per caso un membro della “comunità ebraica”, che mi aveva attaccato e che non mi ha mai chiesto scusa, dopo che è stata acclarata la mia “innocenza”?
    • Antonio Caracciolo 3 anni fa
      a Sergio Segni: Quale "negazionista”? Che roba è? Il discorso potrebbe avere una sua tragica serietà, ma tu non mi sembri per nulla una persona seria e la provocazione evidente e palpabile. Colgo sportivamente l’occasione per ripetere ancora una volta che non sono un dipendente dell’Italgas, ma in quanto ”filosofo del diritto” ho sostenuto e sempre sosterrò che sono una assoluta vergogna i 200.000 procedimenti penali nella sola Germania dal 1994 ad oggi per meri ”reati di opinione”. Questo ho sostenuto davanti a una Commissione Disciplinare che mi ha assolto con formula piena per inesistenza del fatto e del diritto. “Cacciato” da dove? Mi giunge nuova… Nelle sedi competenti è stato dai miei legali detto e fatto tutto quello che doveva esser fatto... Devo tuttavia abituarmi a convivere con la calunnia e la diffamazione: ormai quasi mi ci diverto! E mi ci divertirei molto se potessi fare a te le domande che tu fai a me. Spero soltanto che inerventi come i tuoi, che segnalo allo staff come "inopportuni” e ”diffamatori”, servano a far aumentare l’entità del risarcimento che ho chiesto a Repubblica, la quale si era inventato di sana pianta mie inesistenti lezioni appunto sull’«Olocausto»… di cui non mi occupo e non intendo occuparmi: lo lascio tutto a te! Non è il mio mestiere e non so se è il tuo. Quanto al giornalista del giorno forse è meglio chiedi a lui, se è quello che ha voluto tentare pure lui la carta dell’«antisemitismo», diffamando Vauro, che in primo e secondo grado ne ha ottenuto la condanna. Io, grazie a un articolo fantasioso di Repubblica, ho solo avuto un ”procedimento disciplinare” che appunto si è concluso che piena assoluzione e avvio di azione civile risarcitoria. Naturalmente, mi sono fatto un’idea da dove e perché è partita la cosa. E non lo dimentico. Se mi fornisci i tuoi dati, li passo ai miei legali, perché valutino meglio gli estremi del caso. Avrò cinque anni di tempo per decidere il da farsi.
    • Sergio Segni 3 anni fa
      sbaglio o sei il negazionista dell'Olocausto, quello che è stato cacciato dal blog di grillo? Se non sei tu ti chiedo scusa
  • Gaetana A. Utente certificato 3 anni fa
    Chi è??? Caldarola? Mai sentito!! E Lettera 43?? Un giornale on line?? "Carneade, chi era costui" Ci facciamo mettere in crisi dal primo presunto "giornalettaio" che passa? Le farneticazioni che scrive hanno esclusivamente una funzione strumentale che è quella di darsi 10 minuti di notorietà. Non prestiamogli alcuna importanza!!!!!!!
  • Adriano K. Utente certificato 3 anni fa
    Il perdente di turno. Senza palle e senza cervello. Non è che voglio provocare con insulti più o meno velati, è una analisi della natura di questo tipo di persona: fanno le comparsate in tv e in quella mezz' ora che sono li si atteggiano, si mettono in cattedra, si atteggiano da uomini della Repubblica, pragmatici analisti degli eventi e delle società, intellettuali con una logica lucida e distaccata. E invece sono proprio stronzi con quell' espressione di compiacimento che gli appare in volto, quasi stiano pensando: "Si, faccio parte anche io di quelli importanti che parlano in tv" di cui il pensiero viene riportato da stracci di conduttori e stracci di giornali. Cioè, sono veramente convinti di essere qualcuno, si sentono parte dell' "elite" del paese. Ora, io non so se la mia analisi è corretta, ma se lo fosse questi sono personaggi davvero patetici, senza palle e senza cervello.
  • Antonio Caracciolo 3 anni fa
    Peppino, Peppino… Di quest’uomo non potrò mai dimenticare la sua causa, persa, con Vauro, a proposito di una banalissima vignetta, dove era rappresentata la Nirenstein, una Intoccabile… Eppure, Vauro è stato nostro “nemico” e di lui abbiamo dovuto occuparci in questa rubrica. Peppino è un uomo di Israele: non dimentichiamolo mai.I nostri nemici vengono da lì, da dove mobilitano tutti i loro contatti. Il testo di Peppino? Assolutamente banale, di cui neppure vale la pena di fare un commento nel suo “merito”! Quale sarebbe poi il “merito”? Un contenuto oggettivo di informazione? Ad esempio: sono sbarcati i marziani, e io li ho visti, perché ero sul posto. Li ho fotografati e perfino intervistati. Nulla di tutto questo. Informazione: zero! Il “giornalista” ci offre soltanto le sue “opinioni”, le sue “valutazioni”, che sono chiaramente offensive e insultanti per chi ha espresso legittime opzioni politiche o come semplice elettore, votando per il Movimento 5S, o come suo Attivista Certificato, votando a grande maggioranza per l’«alleanza» con gli inglesi di Farage. Posto che esista in Italia, una massa di persone influenzabili e gente che di mestiere fa l’«influenzer», è fuori di ogni dubbio che non di “giornalista del giorno” si tratta ma di “influenzer” del giorno. Io insisto nel dire, a differenza di altri, che è assai utile una rubrica che ci aiuti tutti a riconoscere gli “influenzer” o quanti esercitando la professione di “giornalista” in realtà fanno solo “ideologia” per un verso e opera sistematica di denigrazione per l’altro. «Siamo in guerra», e non dobbiamo mai dimenticarcene neppure per un istante. Le “guerre” si vincono o si perdono, con onore o disonore, ma vanno sempre combattute. Altrimenti ci si consegna allo “sterminio” non solo fisico, ma soprattutto spirituale e intellettuale. L’ultimo baluardo, inespugnabile, è il nostro cervello. Da qui potrà sempre, ad ogni momento, ripartire per la riscossa, se qualche battaglia è stata persa…
  • gianfranco sardara Utente certificato 3 anni fa
    ho letto per intero l'articolo ed è veramente penoso. Un'altro idiota folgorato lungo la via di Firenze. Poveraccio
  • francesco pomante 3 anni fa
    Il solito abbuffino scloccone.. Dategli una corda magari ne fa una buona di cosa.. STRONZO
  • rosario c. Utente certificato 3 anni fa
    A leggere questi scribi mi viene la pelle d'oca sono peggio della propaganda degna della gestapo Come ministro dei Lumi, Goebbels aveva due compiti principali: Affinché nessuno in Germania potrebbe leggere o vedere qualcosa che fosse ostile o dannoso per il partito nazista. al fine di garantire che le opinioni dei nazisti sono stati messi di fronte nel modo più convincente possibile. Per garantire il successo, Goebbels ha dovuto lavorare con il SS e Gestapo e Albert Speer. L'ex cacciati fuori coloro che potrebbero produrre articoli diffamatori ai nazisti e Hitler mentre Speer ha aiutato Goebbels, con manifestazioni pubbliche di propaganda.
  • Bravo Caldarola 3 anni fa
    Caldarola ha il suo bel vitalizio percepito per "meriti politici" e, dall'alto...ooops dal basso di esso, con la sicumera di chi economicamente ormai è in una botte di ferro, vorrebbe "mandare Grillo in convento ad espiare le sue colpe". Pazzesco. Un modo capovolto. Il bue che da del cornuto all'asino. Il lupo che accusa l'agnello di intorbidire l'acqua mentre se ne sta a monte rispetto a lui.... Anche Caldarola folgorato sulla via di Damasco dal Messia Renzi. In un paese paese serio il vitalizio se lo sognava. ...Che personaggio penoso. ...Che paese penoso.
  • amsicora shardana 3 anni fa
    SIG. CALDARROSTA, MA SCIACQUATI DAI COGLIONI.
  • Mario Pimazzoni 3 anni fa
    PEPPINO MISERABILE PENNIVENDOLO AL SERVIZIO DELLA PARTITOCRAZIA.IN ALTO I CUORI.
  • alessandro s. Utente certificato 3 anni fa
    ahahahahahaha!!! in quel gruppo nessuno può essere diretto o eterodiretto. porteranno avanti il programma per cui sono stati eletti. La direzione e la eterodirezione è praticata ad arte scientificamente in tutti gli altri gruppi. Lei è l'apoteosi del nulla in una esplosione di idiozie sfinteree!
  • giovanni d. Utente certificato 3 anni fa
    COLLOQUIO IMMAGINARIO TRA UN CITTADINO ED UN "GIORNALISTA" CITTADINO: Sentite, dal momento che siete così "perbene" , potrei farvi una domanda personale? GIORNALISTA: Dite pure. CITTADINO: Ma siete nato in Italia? GIORNALISTA: Sì, perché? CITTADINO: Da genitori stranieri? GIORNALISTA: No, da genitori italiani! Ma perché mi state facendo questo interrogatorio? CITTADINO: Perché mi sembra strano, che un italiano possa essere così spietato contro altri italiani, da inventare falsità, solo per motivi di danaro. GIORNALISTA: A cittadì voi dove vivete? L'Italia non è più quella di una volta, io tengo una famiglia che si è abituata al lusso ed io non glielo voglio levare. CITTADINO: Sentite, io certi alibi, non li accetto! Tutti "teniamo famiglia" e ci arrangiamo ma non per questo ci vendiamo la dignità. GIORNALISTA: E si vede che non ne avete bisogno! CITTADINO: Voi invece avete bisogno! Scrivete falsità e ci campate bene sopra! Contribuite a far distruggere secoli di lotte democratiche pagate dalla sofferenza di milioni di vite, comprese probabilmente, quelli dei vostri avi! Ma a Voi che v'importa, voi siete "intellettuali", voi avete l'alibi "mantengo la famiglia nel lusso". Siete italiani e ammazzate gli italiani. Eh già, perché ci sono i commercianti che falliscono, le industrie che chiudono, i ragazzi che sono costretti ad emigrare, i vostri protettori che rubano.., ah già, poi Vi volevo dire un'altra cosa, ma tutto sommato, non è che preparate anche ai vostri cari una vita di merda? Perché penso io: Gesù sì, fate pure i soldi, guadagnate, frequentate la "meglio società", vi fanno "i favori", però ora cominciate ad avere paura pure voi perché sapete che "i vostri padroni" vi costringeranno a scendere per forza sempre più "in basso" e ci trascinerete le mamme, le sorelle, i figli,e poi ci potranno essere le vendette di chi ha subito ma vi siete fatti bene i conti? Vi conviene? W IL M5S GRAZIE BEPPE PS: un saluto a Luciano De Crescenzo
  • Gianna E. Utente certificato 3 anni fa
    oh Caldarola, non ne sai mezza di Farage, io li ho frequentati in UK, ci sono tutti i colori e tutte le religioni, ma di cosa parli? iscriviti al loro siti e forse sarai meno disinformato.
    • Ezio Bigliazzi Utente certificato 3 anni fa
      Questo non lo prenderebbero nemmeno pagasse lui una sede dell'UKIP.
  • Luigi M. Utente certificato 3 anni fa
    cerco di essere sempre molto educato e corretto. ma ne ho piene le tasche: giornalisti vari: avete rotto i ..........oni! sono stufo di essere insultato,insieme a altri 9 milioni di persone, tutti i giorni! basta! vergognatevi, complici del disastro a cui siamo arrivati, del malaffare che ci distrugge e che se aveste attaccato come fate con noi, forse sarebbe più limitato. VERGOGNATEVI e PREPARATEVI UNA BUONA SCUSA PER I VOSTRI NIPOTI, QUANDO VI CHIEDERANNO CONTO DI QUESTO VOSTRO BASSO COMPORTAMENTO!
  • francesco modugno 3 anni fa
    se in italia ci sono giornalisti su marte ce acqua-ossigeno andate a fanculo leccaculi
  • nessun copy 3 anni fa
    A Peppi lo sappiamo che Farage difficilmente si farà dirigere da Casaleggio o chi x esso ma sappiamo caro Peppino quanto dirigono te x scrivere quello che scrivi
  • Edith Piras 3 anni fa
    In un paese normale invece di fare i giornalisti certi personaggi dovrebbero andare a pulire i servizi igienici nelle stazioni ferroviarie.
  • Nello Squillante Utente certificato 3 anni fa
    chi cazzo è questo?
    • Carlo Giannini Utente certificato 3 anni fa
      Scusa, ho sbagliato a cliccare, volevo darti il massimo. Comunque la risposta è duplice: A) "il niente riempito di nulla" B) "il nulla riempito di niente". Scegli tu
  • Giovanni Russo 3 anni fa
    Caldarola, come tutti quelli che sono fondamentalmente Cretini, che però ogni tanto hano dei lampi di pura imbecillità !!!!!
  • vito baschieri 3 anni fa
    peppino invece di farti le piste, tromba che è meglio, un consiglio, compra il viagra, mi sembri un tantino esaurito
  • DANIELE ZATTONI Utente certificato 3 anni fa
    ECCO QUANDO LA CERTEZZA E' ASSOLUTA. Siamo alla totale PAZZIA. E per me, costretto a sopportar di vedere e leggere sul blog monnezze di questi immondi esseri....non mi rimane altro che pensare.......per aspera ad astra (attraverso le frustrazioni verso le stelle). Comunque lascio che sia Dio a prendersi cura di loro.
  • Francesco Taddeo 3 anni fa
    Gente? Volete sapere chi è Peppino Caldarola? Basta andare alla ricerca del suo curriculum scolastico. Se costui ha un curriculum scolastico eccellente allora è una persona libera e competente. Se al contrario il suo curriculum scolastico è mediocre allora costui ha il culo rotto e la bocca sporca di cacca.
  • giovanni d. Utente certificato 3 anni fa
    PICCOLO CAMPIONARIO DI ARTICOLI DEL PARTITO "REPUBBLI-CHINO" Berlusconi e Grillo uniti sotto spoglie diverse in un unico disegno… In un impeto suicida la festa dell’Unità ha aperto le porte all’appello squadristico di Grillo (Mario Pirani, Repubblica , 20-9-07 Grazie al M5s vi è stato il voto non segreto che ha prodotto la decadenza di Silvio Berlusconi) Il popolo italiano – nella sua parte migliore – si è dato un governo al di fuori, al di sopra e contro ogni designazione del Parlamento’. Molto probabilmente Beppe Grillo non ha mai letto queste parole. Si tratta di Benito Mussolini in un famoso discorso del 1922 (Claudio Tito, Repubblica, 8-6-13) Adele Gambaro si è svegliata di colpo, bruscamente: Questo è una specie di nazismo informatico (Tommaso Ciriaco, Repubblica , 20-6-13. Secca smentita di Adele Gambaro che afferma che non ha nemmeno rilasciato interviste a La Repubblica) Una setta di mezzi matti (Giuliano Ferrara, Repubblica, 26-2-13) Grillo non è un comico: è un grosso impostore… Fa la guerra… annuncia il bagno di sangue (Adriano Sofri, Repubblica, 22-2-13) La missione di Grillo Oltreoceano: pronta una tournée in America (Repubblica, 1-7-13. Notizie totalmente inventata) Se trovassimo Grillo steso per terra, penseremmo: guarda cosa deve fare per tirare a campare un povero professionista del ridicolo (Francesco Merlo, Repubblica, 4-9-12). Epurazioni. Quando la politica non tollera il dissenso. Una vecchia pratica di partito che si aggiorna con la lapidazione a colpi di ‘post’ (Francesco Merlo, Repubblica, 20-6-13) Grillo: ‘Restituiti i finanziamenti , ma non so dove sono finiti (Repubblica, 21-6-13. L’eccedenza viene depositata su un fondo per dare credito ad aziende in difficoltà) La parabola del buffon prodigo… Rasputin Casaleggio sta trattando con Vespa (Francesco Merlo, Repubblica, 27-1-13). Ostruzionismo M5S, può tornare la seconda rata Imu (Repubblica, 29-1-14. Il M5s non è mai stato a favore dell’Imu) -CONTINUA NEI COMMENTI -
    • Biagio C. Utente certificato 3 anni fa
      quella di sofri poi è da antologia del "da quale pulpito"!
    • giovanni d. Utente certificato 3 anni fa
      -CONTINUA - PAG 2 Chi inneggia al ‘Vaffanculo’ partecipa consapevolmente a quelle invasioni barbariche… Mi viene la pelle d’oca: dietro al grillismo vedo la dittatura (Eugenio Scalfari, Repubblica, 10-9-07) Grillo e Casa-leggio non sono stati ancora circoscritti e ben identificati. È vero che non sono Alba Dorata ma, in un certo senso, sono peggio perché lì almeno funziona la profilassi ideale e culturale, come è sinora accaduto in Francia con Le Pen. Mentre qui c’è una complicità diffusa e una sottovalutazione, come fossero solo troll del web e non teppisti pericolosi, goliardi ingenui e non eversori malati, comici e non drammatici… I capi sono miei coetanei inaciditi che innescano, danno fuoco alle polveri e nella black list dove oggi stanno i giornalisti domani metteranno i manager, gli artisti, le figure pubbliche… sino a quando non arriveranno al vicino di casa (Francesco Merlo, Repubblica, 10-12-13) Alba dorata è il partito neonazista greco. Il M5s è l’incarnazione post-berlusconiana spacciata per novità (Ezio Mauro, Repubblica, 23-5-12) Grillo, con tutto il suo populismo, trasversalismo ideologico, ‘casapoundismo’, antisindacalismo e antiparlamentarismo, il culto della persona, le nuotate nello Stretto fiume giallo, con tutto il suo ciarpame di rete e i suoi stracci da pataccaro internauta, i suoi argomenti da bar, la sua ‘cacolalia’… è l’erede di Berlusconi… È il Berlusconi dopo Berlusconi (Francesco Merlo, Repubblica, 27-1-13) Populismo eversivo (Eugenio Scalfari, Repubblica, 4-11-12) Disturbati (Scalfari, Repubblica, 4-11-12 sul M5s) La linea politica è fissata con i comunicati che il famous comedian mette in rete con la numerazione progressiva, come le Br (Francesco Merlo, Repubblica, 12-11-12) Bossi, Berlusconi, Grillo: i nemici della casta sono i suoi migliori amici (Curzio Maltese, Venerdì di Repubblica, 27-12-13)
  • Sonia Toni Utente certificato 3 anni fa
    In un paese normale i pennivendoli come te non camperebbero alle spalle dei suoi abitanti.
  • mariangela monopoli 3 anni fa
    Grazie a dio ci fidiamo sempre meno di questa gente!
  • fulgy f. Utente certificato 3 anni fa
    Una sculacciata a certi personaggi non la risparmierei si si proprio come si fa con i bambini monelli che non vogliono capire. Invece a certi politici un bel ceffone Dio mio come ci starebbe bene. Mi stupisce che ancora non ci sia italiano che ancora non l'abbia fatto. Io intanto prego la Madonna che non mi faccia incontrare dal vivo certe persone. Al contrario ho incontrato i nostri portavoce e vi giuro che oltre a me altre centinaia di persone vokevano o stringere la mano o fare una foti o al meglio abbracciare o baciare. La differenza e tutta qui ci si rende conto che i portavoce del movimento cinque stelle solo li per fare gli interessi dei cittadini e questo dopo 25 anni di abusi politici di pare un miracolo.
  • rino lagomarino Utente certificato 3 anni fa
    Avere oppure no la cosiddetta onesta intellettuale non può prescindere dall'avere oppure no l'intelletto o almeno quella cultura elementare di base che consenta agli scribacchini nazionali di sembrare capaci di svolgere la delicata professione di giornalista. Ciò premesso nel caso di questo oscuro giornalistoide, che campa pure sul finanziamento pubblico dato alla sua ditta che difatti lo mantiene, l'argomento dell'onestà intellettuale è improponibile come evidentemente lo è pure quella economico-politico-morale per evidente mancanza dell'elematirità di cui sopra. Resta l'amarezza di constatare che in questo paese da sesto o settimo mondo (c'è chi a proposito dell'obbiettività e della libertà di stampa lo colloca anche più in basso) possiamo solo assistere all'intrecciarsi inchiostrato di leccaculi strapagati a spese di noi tutti. Quest'ultimo pennivendolo impunito appartiene a quest'infima categoria a pieno demerito. Complimenti. Verrà il giorno in cui non basteranno tutti ponti d'Italia per lasciar posto di sotto alla moltitudine che infesta questo disgraziato paese e speriamo solo che non sia troppo lontano.
  • massimiliano z. Utente certificato 3 anni fa
    Questi ex PCI che adesso idolatrano un DC come Renzi sono vomitevoli. Scrivere è un arte , nel suo caso è una vergognosa leccata di culo al SuperPartito PD
  • Alfonso Scarpa 3 anni fa
    L'Unità non ha ancora chiuso i battenti?Lei sig. Caldarola si definisce giornalista serio?Nel suo articolo ha scritto solo un mucchio di falsità,come al solito,voi dipendenti di questa sottospecie di giornale politico,continuate ad infangare il M5S senza nessuna motivazione valida e senza avere la più pallida idea della reale attività parlamentare dei pentastellati gli unici e soli a difendere i diritti dei cittadini,prima di scrivere certe porcherie informatevi,chi si occupa di critica politica dovrebbe farlo,lei mi sa che non appartiene alla categoria dei giornalisti che rispettano il codice deontologico della libera informazione…cambi mestiere!
  • Carmine Delle Cave 3 anni fa
    Buon giorno
  • Lorenzo M. Utente certificato 3 anni fa
    hahahaha!!!! XD Il suo attacco verte sul seguente punto: "Non so se Casaleggio sappia l'inglese, ma difficilmente quella banda di xenofobi di tutta Europa che hanno raccattato nel nuovo parlamento si farà dirigere dal capellone, da suo figlio o da Rocco Casalino." ammesso e non concesso che il capellone, suo figlio o casalino dirigano la spectre che i giornali italiani dipingono abitualmente (e poi siamo noi i complottisti creduloni) e che tutti quegli europei siano dei terribili xenofobi, ogni membro di EFD, dai patti, voterà liberamente sui singoli provvedimenti. E quindi la congettura di questo volpone scema, inseguendolo. Basta lo 0,099% di buon senso e di realtà per ammutolire questi cialtroni; la disinformazione perde ancora una volta. A presto volpone!! ahahaha!!
    • Biagio C. Utente certificato 3 anni fa
      la disinformazione perderà ancora una volta di sicuro, ma solo per noi: perché il 99% degli italiani fuori di qui, ignorano ciò che diciamo...
  • filippo capanni 3 anni fa
    Povero cazzaro.Scusate se non sono stato un moderato garantista.
  • rosario familio 3 anni fa
    QUESTO SEMBRA TUTTO SCEMO E CAZZARO..A PRESCINDERE..MA SE DEVI VIVERE DA PARACULO ..PRENDI IN CONSIDERAZIONE L'EUTANASIA AMEN
  • pace armando 3 anni fa
    Caldarola. Penso tu abbia 60 anni come me,se a questa eta nn sei ancora capace di dire la verita ma giochi con le parole titillandoti ancora con I facili intelletualismi,penso sinceramente che sei vissuto inutilmente,come si dice....invecchare senza maturita,saluti. arma.
  • Stefano Chincarini Utente certificato 3 anni fa
    I soliti articoli qualunquisti e offensivi. "Le colpe di Grillo" da espiare in un convento? Si sarà sbagliato con Berlusconi immagino !!! Quali colpe? "Non so se Casaleggio sappia l'inglese" Ma cosa scrivi se non sai nemmeno quello che dici?
    • Stefano Chincarini Utente certificato 3 anni fa
      L'unica cosa che dovrebbe fare un vero giornalista è documentare quello che scrive dopo essersi documentato. Non scrivere aria fritta.
  • riccardo g. Utente certificato 3 anni fa
    Davvero in Italia abbiamo troppi giornalisti che fanno "brutta politica", anzichè informare correttamente i lettori .
  • Rita Pisarro 3 anni fa
    È merito dei finti buonisti,falsi,ipocriti del pd se stiamo diventando tutti xenofobi. Non ne possiamo più di tutti questi sbarchi senza cognizione di sorta ,di essere messi da parte, discriminati nei diritti ma non nei doveri. Non ne possiamo più di gente corrotta, affiliati, collusi, canaglie che credono che il mondo sia loro per cui si costruiscono le leggi a proprio uso e consumo. Di giornalisti idioti che non hanno nulla da dire ma invece di stare zitti,si perdono in discorsi sconfusionati che nemmeno loro capiscono. Caro Signore, in questo mondo di ladri (come recita una vecchia canzone di Venditti)sono i parassiti ben pettinati,in giacca e cravatta, che sanno parlare inglese a fare paura. Ci costringono a guardarci continuamente alle spalle poiché alla prima occasione sono pronti a compiti alle spalle. Se poi caro Signore il tutto è condito con una buona dose di idiozia. Complimenti, lei ha un curriculum perfetto per il pd.
  • GIUSEPPE T. Utente certificato 3 anni fa
    Egr. Sig. Giornalista o meglio dire Giornalaio, meglio la Banda di Destra che la "Banda Bassotti" del PD e inoltre cerchi di andare in pensione al più presto perchè presto dallo Stato Italiano non vedrete (come contributi ai giornali) più nemmeno il becco di un quattrino e quello che uno ha scritto un pò qui un pò là per "portare l'acqua ($$$$) al suo mulino gli ritornerà in faccia sottoforma di saliva popolare. Adieu
  • gianfranco peri 3 anni fa
    lasciatelo dire, macchisenefrega, anche gli avversari hanno diritto di dire la loro.
  • Inca Tsato 3 anni fa
    questi giornalisti fanno propaganda al PD che e' un governo di destra, che ha un programma di destra, la meta' dei propri componenti di destra (anche estrema destra e xenofobo-razzista), la meta' dei propri elettori di destra, in parlamento vota come la destra, protegge sempre esclusivamente interessi privati con leggi garantiste (alla faccia della "questione morale"), viene considerato liberal-capitalista in tutto il resto del mondo, salvo che in italia... ma lo spacciano per un partito di sinistra e lo associano al vago ricordo di una bandiera rossa. Complimenti per la coerenza. E poi si dice "questo e quello" del Movimento...
  • Roberto C. Utente certificato 3 anni fa
    Peppino, puoi ( forse ) essere bravo a vendere il cocco fresco nelle spiagge, con il giornalismo lascia perdere...non e' la tua arte. Ciao peppi'.
  • gianfranco peri 3 anni fa
    sono pareri alla Grillo, ognuno puo' pensarla come vuole.
    • Stefano Chincarini Utente certificato 3 anni fa
      Parla di colpe senza indicarle, poi non sa se Casaleggio sappia l'inglese che pensieri sarebbero?
  • Mattia Facchini 3 anni fa
    Scusi dimenticavo, in riferimento alla prima frase del suo articolo. In un paese normale il 40% del suo Capo avrebbe chiesto indietro il voto, parlo di chi ingenuamente ( o no) vi ha votato, in seguito ai sistematici arresti effettuati nel suo partito. Il suo partito è ancora formato, in larga parte, da un insieme di equilibri che vanno ben al di fuori dalla volontà di rappresentare la cittadinanza. Siete, ancora allo stato attuale, invischiati con i più beceri scandali di malaffare, Che per l'appunto, in un paese civile decreterebbero la fine assai celere di un soggetto politico ( marcio ) come il suo. Con cordiale disistima.
  • Paolo A. Utente certificato 3 anni fa
    Vivissimi complimenti Dottore... ora, grazie anche a Lei, finalmente tutti noi abbiamo compreso chi è veramente Beppe. La prego, continui con questi articoli memorabili, un suo scritto al giorno, è precipiteremo al novantesimo posto per libertà di stampa. grazie
    • giovanni solinas 3 anni fa
      Hai una idea dei parametri che usa reporter senza frontiere per giudicare la "libertà" di informazione? Tra i parametri ci sono gli attacchi dei politici o dei partiti ai giornali. Ecco dico che il 70 posto dato da reporter dipende anche dagli attacchi del m5s. Per inciso ci sono classifiche che danno l'italia al 40 e 48 posto, ma nessuna implica un giudizio sulla qualità della informazione. Reporter senza frontiere per esempio lo dice chiaramente sono dei parametri che niente hanno a che fare con un giudizio sul lavoro dei giornalisti.
  • Lorenzo Zulian Utente certificato 3 anni fa
    Ma chi è il deficente che scrive ? ( non parlo di chi pubblica il post su questo blog )
  • Alessandro P. Utente certificato 3 anni fa
    non c'è bisogno di picchiare stranieri, basta la propaganda di regime e tutti i nemici politici diventano magicamente xenofobi. Notato l'uso del vocabolo anche da parte di renzi? La solita ondata di propaganda sincronizzata per demonizzare l'avversario che è sempre xenofobo anche se nessuno è mai riuscito a dimostrarlo. E i cervelli più sensibili e più teledipendenti assorbono inconsciamente il veleno mediatico senza alcuna possibilità di difendersi. Se oltre il 99% dei rappresentanti di un partito non ha mai commesso reati con aggravanti razziali mi spiegate come mai si beccano sempre l'insulto "xenofobi"? (non vale solo per il M5S) Ricordo che l'incitamento all'odio razziale è reato e se davvero fossero criminali perchè gli insultatori non sporgono regolare denuncia alle autorità? alla fine in italia è ladro chi non ruba e xenofobo chi non odia le altre razze...
    • Biagio C. Utente certificato 3 anni fa
      dobbiamo capirli: per loro, non sei xenofobo soprattutto se vai a prendere i "migranti" direttamente in libia, prima che, "spinti dalla miseria", affrontino qualche pericoloso viaggio a 5000 euro a cranio...
  • Riccardo baldini 3 anni fa
    Sig. Nessuno il nulla che parla! !!!
  • Mattia facchini 3 anni fa
    Non posso esprimermi sulla sua qualità di scrittura, ma posso farlo verso la disonestà intellettuale che emerge da questo articolo, Mi rivolgo a lei, giornalista, per esprimerle il mio più profondo sdegno per un articolo così. I contenuti gratuitamente faziosi da lei espressi spiegano il continuo calo di utenza verso la carta stampata. Sono certo che lei, alla notizia che il suo pessimo articolo e' stato pubblicato sul blog (ottenendo così, finalmente, un minimo di visibilità), verrà a leggere con cura i commenti di noi attivisti. Colgo quindi l occasione per manifestarle COMPLETA disistima. Lei è solo un servo scrivendo ste cose. Con disprezzo. Mattia Facchini.
  • Terry E. () Utente certificato 3 anni fa
    Querelatelo. Poi dicono che chi insulta è Beppe. Questo scribacchino da quattro soldi mette un'ombra inquietante e fascista nel giornalismo italiano.
  • Toto A. Utente certificato 3 anni fa
    Caldarola, non sei mai stato una grande intelligenza, oggi penso addirittura che sei un grande stupido. Cordialità
  • teresa quercia (teresa lia) Utente certificato 3 anni fa
    Attinge alla montagna di merda della quale parlava Impastato. Si ciba di pane e mafia.... cosa aspettarsi da lui, una semina di coscienza collettiva e consapevolezza? E' complice di un sistema marcio e immondo e anche l'italiano medio se ne sta accorgendo grazie alle denunce del M5S.Sono indignata ma non sorpresa dal suo linguaggio di propaganda squallido, indirizzato alla massa che purtroppo non si informa, che non usa il pc sia perché anziano o perché non può permettersi di acquistarlo. per questo ritengo che l'informazione debba avere altri canali che non sia solo il web, anche le casalinghe anziane e non, hanno poco tempo, occupate ad accudire famiglia, casa e magari anche lavorando qualche ora fuori per racimolare necessario denaro. Si pensi ad altre strategie di comunicazione per recuperare voti per una partecipazione consapevole. Sono 69enne, seguo e sostengo il m5s da quando è nato, sto imparando a usare internet e partecipo ai meetup del mio paese, la passione mi spinge a superare le difficoltà in cui incorro, ho deciso di assumere un tecnico che mi aiuti, usando del denaro destinato ad altri bisogni, ho inviato un bonus per la campagna elettorale, foraggiato discretamente il mio gruppo, non lo scrivo per vanto, non ho più bisogno , alla mia età di complimenti né penso minimamente a protagonismi di sorta ma a contribuire al cambiamento di questo vituperato e depauperato nostro bel Paese. Si faccia, per favore in modo che la feccia di notizie false non possano attecchire tramite ignobili giornalisti. spero che il mio messaggio venga letto e accolto, ripeto si consideri anche una strategia di comunicazione che arrivi a tutti. Noi anziani siamo tanti e di questi tempi duri a morire, seminare consapevolezza anche in noi è un dovere verso il popolo. Buona giornata.
    • flavio tramontani 3 anni fa
      sono completamente d'accordo l'età ci accumula anche vedo il pensiero.la mia battaglia in piccolo nel circolo che frequento mi ha dato enorme gioia Livorno la mia città è sotto le 5STELLE con FILIPPO NOGARIN.vamosssss.
  • nicola crosato Utente certificato 3 anni fa
    Direttamente dal libro paga di qualcuno dei soliti, ecco a voi......Peppinoooo Caldarolaaaaaaaaa
  • Armando . Utente certificato 3 anni fa
    Se non veniva fuori nel post era un emerito sconosciuto. Era meglio lasciarlo nel suo limbo.
  • mario macrì Utente certificato 3 anni fa
    Peppe vergognati non sei degno del mestiere che fai...
  • MassimoBruzzi 3 anni fa
    non so perche percome eda dove venga ...ma e meglio che torni a fare l ex ...
  • Michele C. Utente certificato 3 anni fa
    Ma chi è?
  • vincenzodigiorgio digiorgio Utente certificato 3 anni fa
    Peppino Caldarola chi ?
  • vincenzo ciampi Utente certificato 3 anni fa
    Chi è? "Giuseppe Caldarola è un giornalista e politico italiano. È stato redattore della casa editrice Laterza dal 68 al 72, al fianco del direttore editoriale Enrico Mistretta; poi, segretario cittadino del Pci di Bari fino al 77, vice-direttore di Rinascita, fondatore e primo direttore di Italiaradio, direttore del quotidiano L'Unità dal 1996 al 1998, deputato dal 2001 al 2008. Nel 2001 viene eletto alla Camera dei deputati nella quota proporzionale per la circoscrizione Puglia, con la lista dei Democratici di Sinistra. Viene riconfermato deputato nel 2006, eletto con la lista dell'Ulivo. Dal 2002 al 2006 è membro del Comitato parlamentare di controllo sui Servizi segreti. Dal 6 giugno 2006 è membro della II commissione (Affari esteri e comunitari). Dal 2006 al 2008 presidente dell'Associazione parlamentare di amicizia con Israele. Caldarola abbandona i DS nel marzo del 2007[1], alla vigilia del congresso di scioglimento del partito, ponendosi in posizione critica nei confronti della fase costituente del Partito Democratico, sul versante della laicità e della mancata collocazione nel Partito Socialista europeo. Quando Walter Veltroni diventa segretario del Pd aderisce al partito sostenendo la linea del Lingotto ma lo riabbandona dopo l'annuncio dell'alleanza elettorale con Di Pietro. Collabora dalla fondazione con Il Riformista." (Fonte http://it.m.wikipedia.org/wiki/Giuseppe_Caldarola)
  • Angelo minotti 3 anni fa
    Possibile che in questo paese i pirla non finiscono mai?
  • susy 3 anni fa
    ecco il mio commento inviato a peppino caldarola pochi secondi fa. lei che è stato ex di tutto...ex pd, ex comunista, ex diretto dell'unità, non li passa nel cervello che la sua provocazione gratuita a grillo e al M5S non serve a nulla??? o fa parte dei sorci che hanno abbandonato la nave e stanno facendo di tutto per salire sul carro del vincitore???io sono garbata ed educata e non la insulto..al contrario di lei che pontifica e getta scredito su un movimento di 10 milioni di italiani...senza stima
    • TERESA 3 anni fa
      Sono completamente d'sccordo con il tuo commento Susy e penso che ne vedremo molti usare la critica a Grillo per scopi personali (meschini). Non c'è dubbio che l'intero impianto del movimento 5 stelle è indirizzato a ritrovare un percorso di vita del nostro paese più vicino ai cittadini mentre nel governo si tende a forme autoritarie per stare in un'Europa che ci controlla
  • martino manzano 3 anni fa
    Eccolo un'altro lecchino di renzi...un'altro servo del potere...sarebbe meglio tacere piuttosto che dire di queste baggianate!!! W l'onestà!
  • A L. Utente certificato 3 anni fa
    Egregio sig. Caldarola, in un Paese normale, gente come lei, così povera di contenuti e di capacità giornalistiche farebbe un lavoro serio, tipo il rivenditore di zuppe, panini e porchetta, professioni che il suo nome evoca, non certo il maître à penser. Un comico di talento, avrebbe potuto continuare a fare il proprio mestiere se i troppi mediocri, venduti al sistema, non gli avessero lasciato un Paese in rovina sul quale non c'è rimasto proprio nulla da ridere.Lei con i suoi vitalizi avendo la "panza" piena si puo' ancora permettere di sproloquiare, noi tapini no.Ci pensi ogni tanto, prima di buttar giù strepitosi e storici pezzi di aureo giornalismo.
  • stefano 3 anni fa
    In un paese normale avremmo giornali che fanno informazione, caro Peppino.
  • walter brunato 3 anni fa
    un mona con la M maiuscola. a che livello siamo arrivati al lecchinaggio di professione.
  • ezio 3 anni fa
    Lo scrittore e giornalista Peppino Caldarola, 68 anni, penna in pensione con un percorso professionale legato a "l'Unità" (di cui è stato direttore) e poi al "Riformista", è approdato in Finmeccanica quale consulente nell'area comunicazione della multinazionale presieduta da Gianni De Gennaro, suo vecchio amico. Caldarola sommerà dunque la pensione da giornalista e quella di ex parlamentare Ds e poi Ulivo (è stato anche componente del Comitato parlamentare per i servizi di informazione e sicurezza e per il segreto di Stato) al gettone da 70 mila euro l'anno previsto da Finmeccanica. Una cifra con cui De Gennaro soddisferà l'esigenza di avere in squadra un professionista fidato, con il duplice e delicato compito di gestire la comunicazione e curare il mensile "Finmeccanica magazine".T.M.
  • Davide Marini 3 anni fa
    A Peppino! L'hai visto il curriculum dei nostri portavoce in Europa? È tale che tu Napolitano e RENZI dovete solo baciargli i piedi! Ignoranti tutti e tre!
  • giovanni d. Utente certificato 3 anni fa
    traggo da wiki: Giuseppe Caldarola (Bari, 9 aprile 1946) è un giornalista e politico italiano. È stato direttore del quotidiano L'Unità dal 1996 al 1998.Nel 2011 viene eletto alla Camera dei deputati nella quota proporzionale per la circoscrizione Puglia, con la lista dei Democratici di Sinistra. Viene riconfermato deputato nel 2006, eletto con la lista dell'Ulivo. Dal 2002 al 2006 è membro del Comitato parlamentare di controllo sui Servizi segreti. Dal 6 giugno 2006 è membro della II commissione (Affari esteri e comunitari). Dal 2006 al 2008 presidente dell'Associazione parlamentare di amicizia con Israele. L'UNITA' - SERVIZI SEGRETI - ISRAELE ------------------N'ANTRO DE "SINISTRA" -------------- AHAHAHAHAHHAAA
    • Ben Monaco 3 anni fa
      Dal 2006 al 2008 presidente dell'Associazione parlamentare di amicizia con Israele. bella carica! magari si è fatto anche un bel quadretto appeso al muro, e magari avrà avuto anche un fondo spese per questa carica.....
  • walter brunato 3 anni fa
    un mona con la M maiuscola
  • susy 3 anni fa mostra
    ma questo disco rotto che andate ripetendo non vi ha stancato??? mi domando a chi vi state rivolgendo??? è fatica sprecata...cominciate a fare pulizia nella vostra casa, poi andate a fare le pulci alla lega e al FN, poi al pd insieme alla merckel e a tutti i lobbisti d'europa...fatteci la grazia..di grazia lasciateci in pace, non se ne può più...il vostro mantra quotidiano ci ha usurato...ma perché non andate altrove e ci lasciate con le nostre convinzioni??? siamo oltre che stufi..stanchi di sentirvi dire SEMPRE le stesse stronzate
  • anib roma Utente certificato 3 anni fa
    non è un mistero la paura dei pseudogiornalisti di restare disoccupati che può anche essere comprensibile ma il vero mistero è se in fondo, in fondo e almeno ogni tanto, gli capiti di vergognarsi un poco delle falsità che scrivono.
  • Giuseppe Satriano 3 anni fa
    Continuo a non capire, si fa per dire !, perché tutti fanno a gara a chi la spara più grossa su Grillo e il movimento ; sempre che si riesca a capire il senso dei vari sproloqui !
  • marzia steri 3 anni fa
    Un luminare del solito dire.... ormai è un disco rotto quello che sti "tengo famiglia e me tocca sta ar gioco" imparziali interlocutori blaterano ogni giorno. La fine dei privilegi s' avvicina e noi non molleremo i nostri principi in pasto a chi li calpesta quotidianamente. WM5s
  • Biagio Iannuzzi Utente certificato 3 anni fa
    Non rispondetegli ! questo signore sconosciuto ai più ha scritto quello che ha scritto con il chiaro intento di essere qui messo alla gogna...vuole anche lui appartenere alla schiera dei "fustigati dal blog".......non diamogli questa soddisfazione , lasciamolo nell'oblio da cui viene e a cui tornerà prima che cali il sole.
  • giuseppina di vico 3 anni fa
    La fine sta arrivando e quindi tremano e vanno in tilt.
  • enrico c. Utente certificato 3 anni fa
    Caldarola come tanti d'altronde confonde la xenofobia con l'invasione. Ma già nella "distruzione della personalità" M.Gorki evidenziava come il Potere usasse l'asemantia per ingannare il POPOLO.E questo lo diceva il comunista Gorki che se ne intendeva.. Ciao dorean
  • Marco Catone (porcio) Utente certificato 3 anni fa
    Questo Peppe Caldarrosta ex direttore de L'Unità ex deputato del PD ex comunista convertito al renzismo è sicuramente una persona che scrive senza essere di parte nè schierato politicamente. Un giornalista libero da pregiudizi,è solamente alterato chimicamente. Peppe Calderoli smetti.
    • Massimo S. Utente certificato 3 anni fa
      Storpiare i nomi ... lo faceva Emilio Fede. Bell'esempio.
  • Ivano A. Utente certificato 3 anni fa
    Quando un vero genio appare in questo mondo, lo si può riconoscere dal fatto che gli idioti sono tutti coalizzati contro di lui. Stai tranquillo beppe si sta avvicinando IL GIORNO DEL GIUDIZIO!
    • Massimo S. Utente certificato 3 anni fa
      Vero. Infatti tutti contro Calderola ... :-) Riflettere su ciò che si scrive, visto che siete onesti intellettualmente ...
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus