Così il Pd sta uccidendo i partigiani una seconda volta #IoDicoNo

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Diego Fusaro

Vi sono scene nella vita che non vorresti vedere mai. E che invece, puntualmente, ti trovi a dover vedere, in bilico tra incredulità e sgomento. Scene che ti paiono surreali e che, invece, accadono realmente, come nel peggiore dei film distopici.

Una di queste scene l’abbiamo vista, pochi giorni or sono, a Roma: nell’adunata oceanica del Partito democratico a Roma in difesa del “Sì” alla Riforma della Costituzione voluta da JP Morgan e dal signor Obama.

La scena era a tutti gli effetti orwelliana. Vedere gente e “militonti” che cantavano “bella ciao” con le bandiere del Pd e che inneggiano alla riforma della Costituzione è stato paradossale: aveva un non so che di kitsch. Soprattutto, faceva sorgere spontanea una domanda nell’osservatore esterno, in colui che non era lì nel calore della piazza inebetita: ci crederanno davvero? Saranno veramente in buona fede costoro che cantano a squarciagola “bella ciao”, “e ho trovato l’invasor”?

Saranno davvero inconsapevoli del fatto che “l’invasor” a cui allude Bella Ciao si chiama oggi Unione europea, Usa, capitale finanziario, JP Morgan, ossia tutto ciò che il Pd supinamente appoggia e strenuamente difende? Saranno sinceramente ignari del fatto che il Partito democratico, con la sua “riforma” (leggi “rottamazione”) della Costituzione, sta favorendo in ogni modo “l’invasor”, che è anzi esso stesso colui che ha dettato le linee guida della suddetta “riforma” (cfr. JP Morgan, 2013)? Davvero non hanno capito che il Partito democratico sta oggi uccidendo una seconda volta i partigiani, dal cui sangue nacque la Costituzione che fino a ieri il Pd e i suoi vassalli cantavano come “la più bella del mondo”?

La storia insegna, ma non ha scolari, diceva qualcuno. Dal canto suo, Kant spiegava che l’evento della Rivoluzione francese è capace di destare entusiasmo anche nello spettatore disinteressato. L’evento della massa che canta “bella ciao” e difende una riforma che uccide la lettera e lo spirito dell’esperienza da cui nacque “bella ciao” non desta certo entusiasmo: al contrario, genera un misto di vergogna, compassione e orrore.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • banderas rodrigue Utente certificato 1 anno fa
    Buongiorno Ho trovato il sorriso è grazie a questo signor PASCAL DURAND, è grazie ad essa che ho ricevuto un prestito di 100.000€ nel mio conto il sabato a 16:30 cronometri e due dei miei colleghi hanno anche ricevuto prestiti di questa signora senza alcuna difficoltà. Li consiglio più voi non fuorviate persone se volete effettivamente fare una domanda di prestito di denaro per il vostro progetto e qualsiasi altro o per iniziare le vostre attività. Pubblico questo messaggio perché questo signore il mio fatto del bene con questo prestito. È tramite un amico che ho incontrato questo signore onesto e generoso che mi ha permesso di ottenere questo prestito. Allora vi consiglio di contattarla e li soddisfarà per tutti i servizi che gli chiederete, che quello sia in Italia o in Spagna, la Francia anche. Ecco il suo indirizzo elettronico: creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com
  • vincent d. Utente certificato 1 anno fa
    Buongiorno! Del nuovo per il vostro successo: Per quelli che cerca sostiene finanziere, serietà e rapida per l'acquisto della vostra automobile, comperare la vostra casa, iniziare una piccola impresa, o di necessità personali, ma non possono beneficiare dell'aiuto nella sua banca. Più preoccupazioni; non perdete più il tempo. Mettiamo a vostra disposizione le offerte finanziarie ad un tasso d'interesse accessibile. Se siete interessati, volete contattarli su quest'indirizzo: developpement.aide@gmail.com Non fuorviarli più di persone, io signora Anissa Kherallah sono per aiutarli in qualsiasi sincerità
  • cosimo calabrese Utente certificato 1 anno fa
    IO VOTO NO E VOGLIO IL MOVIMENTO 5 STELLE AL GOVERNO, BASTA SPRECHI, BASTA BUGIE, BASTA GOVERNO MAFIA, BASTA BASTONARE I POVERI, BASTA POLITICI CORROTTI, BASTA VOTO DI FAVORE, BASTA DELINQUERE NELLO STATO, BASTA BANCHE TRUFFATORI, BASTA GIOCHI DI POTERE, BASTA POLITICI NON ELETTI DAL POPOLO, BASTA STIPENDI D'ORO, BASTA PENSIONI D'ORO, BASTA PRIVILEGI, BASTA BASTA BASTA BASTA BASTA PERCHE' CI AVETE ROTTO I COGLIONI A CASA DOVETE ANDARE. IO VOTO NO
  • Mario M. Utente certificato 1 anno fa
    Mi pare patetico che gli attivisti del PD cantino BELLA CIAO, visto che governano l'Italia con ideologie più di destra che di sinistra.
  • vincent d. Utente certificato 1 anno fa
    Ciao Per chi cerca un supporto finanziario, serio e veloce per l'acquisto della vostra auto, casa, avviare una piccola impresa, o esigenze personali, ma sono incapaci di ricevere assistenza nella sua banca. Più nessuna preoccupazione; non perdere altro tempo. Mettiamo a vostra disposizione le offerte finanziarie ad un tasso di interesse a prezzi accessibili. Se siete interessati, vi preghiamo di contattarci a questo indirizzo: developpement.aide@gmail.com Non ingannare più persone, me signora Anissa Kherallah sono per aiutarvi in tutta sincerità
    • G. Pasini (gepin) Utente certificato 1 anno fa
      Ma chi cazzotti sei?
  • ferdinando santoro 1 anno fa
    Un vecchio partigiano friulano, amico di famiglia, un giorno raccontò a noi ragazzetti che durante la guerra avevo sparato e ucciso un tedesco. Ci disse del suo sgomento nel vederlo morire:" prima era un nemico, dopo era un uomo che stava morendo per mano mia!" Ecco noi siamo cresciuti con questi valori e non riusciamo a credere come si possa ingannare la gente per una miserrima questioncina di potere.
  • angelo n. Utente certificato 1 anno fa
    Forse sperano che a qualche comizio per il no qualcuno intoni " Faccetta nera"... Sic.
  • Paolo 1 anno fa
    Andare a votare con un si in questo referendo ,e come quel tizio che ando in banca a inverstire,loro gli dissero che tutto sarebbe andato bene ,e lui ci e cascato ,perche non ne capi' il contenuto ,solo il lato positivo loro lo esprivevano( una grande illusione.Non firmate mai un contratto sen non si capise il 100/: specialmente da questo governo.
  • Gianfilippo . Utente certificato 1 anno fa
    In commento all’articolo di Diego Fusaro sui partigiani italiani, della seconda guerra mondiale Buonasera Diego. Durante la ultima guerra mondiale, dopo l'otto settembre, molti giovani soldati italiani venivano caricati come bestie, sulle tradotte che andavano in Germania. Venivano poi internati nei campi di concentramento e di sterminio o immessi, ai lavori forzati delle fabbriche di armi, per i lavori più pesanti e annichilenti. Quando passavano le tradotte in Friuli da Casarsa della Delizia (oggi PN), un gruppo di giovani ragazze, sfidando le mitragliate delle sentinelle tedesche di guardia ai vagoni, lanciavano cibo e raccoglievano biglietti da inviare alle famiglie dei giovani prigionieri dell’ex alleato e tradotti. Ogni tanto qualcuna faceva fatica a correre….. Tra queste ragazze c’era una certa Rita che si distingueva per alacrità e dedizione a questo rischioso compito. Qualche graffio da piombo, se lo è preso pure lei. Finita la guerra alcune di queste coraggiose ragazze, tra cui Tina Anselmi, sono state invitate ad andare a Roma per accompagnare uno o più dei partigiani bianchi (quelli sfuggiti ai partigiani rossi e ai titini), per il partito popolare che fu chiamato Democrazia Cristiana. A Rita, bionda e occhi grigi, personalità da vendere, suo padre, nel cui salotto era transitato anche Pasolini, le proibì di andare. Rita fece una vita modesta in cui la sua abnegazione e il suo eroismo, non ebbero nulla a che vedere. Anni dopo, un comandante partigiano, amico di Tina Anselmi, ricordò Rita in un foglio regionale Friulano. Rita non ebbe modo di vederlo perché era deceduta per un male poco curabile. Onore e rispetto a Rita Sovran, madre di mia moglie, da S. Giovanni di Casarsa. Sarebbe stata un ottimo ministro del lavoro, ha preferito una vita oscura nel ricordo della sua e di quella delle altre ragazze, grandezza. Gianfilippo
    • stefano tufillaro 1 anno fa
      Per quel che vale Grazie
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 1 anno fa
    Ai partigiani, quelli morti ma anche quelli ancora vivi e ai loro discendenti politici , credo importi poco che al comizio elettorale del PD si canti "bella ciao". Dalla fine della guerra sono stati uccisi tante di quelle volte che ci hanno fatto l'abitudine. Si rianimerebbero increduli se per una volta qualcuno, una forza politica, un popolo, riprendessero e rilanciassero i loro ideali, magari provando a tradurli in pratica politica.
  • FrancoMas 1 anno fa
    Se Mussolini non si rovinava con la guerra saremmo ancora fascisti, se il comunismo fosse stato democratico oggi saremmo tutti comunisti. La storia funziona così, le grandi contraddizioni di un’idea determinano se questa merita di vivere o morire. Un mio zio è stato partigiano, io rispetto il suo impegno ideale pur ignorando di quale colore politico fosse perché lo ritengo un particolare poco importante, ma quello che succede oggi ha dell’incredibile, mi è difficile capire perché le associazioni legate alla Resistenza accettino di essere manipolate. Devo pensare che i vecchi resistenti sono tutti morti e i figli che ne tutelano il ricordo non sanno cosa sia la Resistenza. Cosa c’entrano i partigiani con Renxit, uno che sta svendendo l’Italia agli assassini della finanza mondiale e della globalizzazione?
  • ADILEX duouis Utente certificato 1 anno fa
    è vero quest'avviso, ho ricevuto un prestito di 150.000 euro a vicino alla banca Crédit Mutuel c'è di ciò 2 settimana. Il vostro consiglio di presentare la vostra domanda di prestito ha la banca Crédit Mutuel. Il privato non è serio. Ecco l'indirizzo del direttore, potete contattarlo: creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com
  • Pirrello Mario 1 anno fa
    DEMOCRAZIA,LIBERTA', OLIGARCHIA, DESPOTISMO. . Essere liberi può voler dire non dipendere da nessuno, non essere ricattabili, che si ha di che vivere . La Libertà è un pilastro che sostiene la Democrazia senza di quella, questa crolla. Un regime non democratico e assolutista fascista o altri termini affini. Il reddito di cittadinanza tende a liberare i cittadini dalla dipendenza della fame che rende schiavi quindi non liberi. Un popolo alla fame non è libero, è facilmente assoggettato a poteri forti di un governo oligarchico( di gente ricca) e quindi facilmente addomesticato ad un regime dittatoriale(dispotico). La politica dell'attuale governo produce povertà nei cittadini e ricchezza nei ceti ricchi favorendo la formazione di sette oligarchiche che posseggono 80% della ricchezza della Nazione Italia. La tendenza quindi è che il paese si sta spingendo verso un regime autoritario, fascista o assolutista.Quindi il DESPOTISMO ,con questo governo, è alle porte. Sta al popolo allontanare questo pericolo con l'unica arma in suo possesso: IL VOTO. Facciamo sparire questo governo con una valanga di NO al prossimo Referendum Anticostituzionale. Cittadini potrebbe essere l'ULTIMA SPIAGGIA per la democrazia nel nostro paese. NO il 4 dicembre.
  • Gianfranco 1 anno fa
    Come ho scritto in un altro post sul blog , il PD è solo propaganda e ipocrisia . Gianfranco .
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus