Non è l'inferno. È la Campania

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Valeria Ciarambino, M5s Campania

Non è l’inferno, è la Campania. Oltre 100 roghi, mezza Campania brucia e a spegnere gli incendi ci sono solo 2 canadair e 2 elicotteri. E’ un inferno che si aggiunge al quotidiano inferno della Terra dei Fuochi, coi roghi di rifiuti tossici che appestano l’aria. Oggi bruciano il Parco nazionale del Vesuvio insieme alle discariche abusive. Le fiamme sono altissime e hanno raggiunto le case, il fumo e la cenere dalla provincia di Napoli arrivano fino alla provincia di Avellino, i sindaci stanno emanando ordinanze per evacuare o chiedere ai cittadini di chiudersi in casa per il rischio di asfissia.

La salute dei cittadini campani è in grave pericolo: a Terzigno le fiamme hanno raggiunto la discarica di Cava Sari e il deposito di biogas, con immissione nell’aria di fumo densissimo e pericoloso. Solo pochi giorni fa avevamo depositato un’interrogazione, denunciando l’assenza del piano triennale per la prevenzione e la lotta contro gli incendi boschivi della Regione Campania.

Siamo abbandonati da tutti, in primis dalla Regione che non ha fatto nulla. Già l’estate scorsa ci fu un violento incendio sul Vesuvio e come Movimento 5 Stelle denunciammo l’inadeguatezza e il ritardo degli interventi. E’ passato un anno e nulla è cambiato. Con una siccità che va avanti da mesi al punto da spingere a chiedere lo stato di calamità, un caldo straordinario che dura da settimane, ad estate ampiamente inoltrata, col Vesuvio che già bruciava da giorni, solo ieri la Regione ha pubblicato un decreto per chiedere ai sindaci di individuare le prese idriche. E’ una vergognosa pagliacciata che denota la totale assenza di responsabilità e di programmazione e le conseguenze purtroppo sono devastanti.

Durante l'ultima seduta del Consiglio regionale, davanti alle drammatiche notizie di ciò che stava accadendo, sono intervenuta chiedendo di sospendere la trattazione dell’ordine del giorno e interrogare l’assessore all’Ambiente sulle misure che la Regione stava adottando. La maggioranza ha ritenuto di respingere la mia richiesta. Solo a conclusione del Consiglio l’assessore ha fornito qualche informazione, che ci ha confermato quello che sospettavamo: la Regione non ha fatto nulla, siamo ancora al “faremo”, a nuovi fondi da stanziare. Ma intanto qui muoriamo abbandonati dallo Stato. Abbiamo chiesto un incontro urgente al Prefetto di Napoli e al Commissario anti-roghi. Ma chiediamo aiuto a tutti. Fate presto.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Franco Della Rosa 6 mesi fa
    E' QUELLO CHE SI MERITA !!! SE BRUCIA TUTTO SI RIPULISCE !!!
    • Giovanni F. Utente certificato 6 mesi fa
      ma finiscila di dire stronzate, le solite merdate legaiole. quello che brucia è un parco nazionale, pirla.
  • MAssimiliano 6 mesi fa
    Bruciate tutti all'inferno serpi velenose succhia sangue!
  • Oronzo Barberio Utente certificato 6 mesi fa
    Mi spiace, ma comincio a non aver pietà. Ancora si discute se sono dolosi o spontanei, si parla di aumentare le pene in una regione dove l'anno passato sono stati mandati ispettori per vedere come mai oltre 20.000 sentenze passate in giudicato semplicemente non vengono applicate. Ma che bruci tutto; scendendo da Roma a Potenza non c'è un solo punto del panorama dove non ci sia una montagna scavata. Secondo me (è una mia idea) gli incendi li appiccano contadini stronzi della zona, cittadini con case abusive e soccorritori che si garantiscono il lavoro. Le pene vanno da zero a tanti anni, le raddoppiamo? Da zero a cinquant'anni, sempre zero si paga. Tutti quelli beccati (e non è facile) se la cavano sempre con niente, di cosa stiamo parlando?? Ma che bruci tutto......
  • Paola Zito 6 mesi fa
    Bruciano alcune regioni x calamità naturali o x intercessione dell'UOMO. ( e, chi di dovere, lascia fare al destino....) BRUCIA L'ITALIA e sta diventando cenere x le vergognose bugie o idiote omissioni (es. Immigrati...) di un politico scellerato che, invece di sparire, ritorna, ritorna, continua a ritornare e a... ROMPERE... DIO SALVI L'ITALIA! AD MAIORA! Paola
  • STEFANO CATANIA 6 mesi fa
    L'Italia va alla deriva. I politici italiani, tutti, sono incompetenti e pensono soltanto a pappare i nostri soldi e sacrifici. Il MOVIMENTO5STELLE è l'unico partito che potrà salvare l'Italia. STEFANO CATANIA RAPPRESENTANTE DI LISTA 2016 A ROMA-OSTIA.
  • Carlo Ricci Utente certificato 6 mesi fa
    IL PASTICCIACCIO DI VIA PORTONACCIO Preferenziale Portonaccio, il Comune non annulla le multe ma rifà la segnaletica che vedevano solo i grullini seguaci del Grullo 400MILA MULTE IN 2 MESI La poltrona di quell'incapace di Enrico Stefano comincia a traballare Nelle strade dei cinque stelle le segnaletiche sono segrete, solo i grillini che si fidano dell’uomo che gliele indica, riescono a vederle Ma i Romani, quelli normali, non le vedono, e ormai stanchi delle vostre chiacchiere vi mandano Affanculo perche anche se sono molto pazienti IN FRONTE NON C'HANNO SCRITTO "GRILLINO" BALORDI! PORTONACCIO SARA LA VOSTRA WATERLOO
  • Margot Perla Utente certificato 6 mesi fa
    I delinquenti che hanno distrutto l'Italia ( in particolare il sud ) devono andarsene e se avessero un minimo di dignità , si dovrebbero chiudere in un eremo e flagellarsi col cilicio per espiare tutti i latrocinii e i conflitti d'interesse perpetrati ai danni del patrimonio italiano e di tutti i cittadini .
  • giorgio s. 6 mesi fa
    vediamo di applicare le nuove tecnologie per non farla lunga serve un sistema di lancio di azoto liquido che ha un potere di spegnimento velocissimo - usare l'acqua nei grandi incendi che vaporizzando si scinde in idrogeno ed ossigeno ( combustibile e comburente) nel giusto rapporto di combustione (1/8) si alimenta l'incendio dotiamo i vigili del fuoco di appropriate attrezzature se vogliamo un servizio efficente
    • gilberto napolitano 5 mesi fa
      Probabilmente chi scrive ignora che la decomposizione dell'acqua (come vapore ovviamente) avviene solo a temperature di migliaia di gradi! Temperature che non si raggiungono di certo in un incendio; quindi questa è l'ennesima notizia fasulla che circola in rete.
  • Gianfilippo . Utente certificato 6 mesi fa
    Dai, coraggio, non mollare. Continua la tua preziosa attività. Stiamo. ........arrivando anche a Napoli Gfp
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 6 mesi fa
    Chi è' causa del suo mal pianga se stesso. Non vi preoccupate, le misure di lotta agli incendi arriveranno, in inverno, e quelle per le alluvioni in estate. L'unica alternativa è' rivolgersi a San Gennaro.
  • Azura M. Utente certificato 6 mesi fa
    Chi sarà mai che governa la regione Campania...non sono gli stessi che stanno al governo!!!! Vergogna!!!!
  • massimo m. Utente certificato 6 mesi fa
    Forza, Valeria! Stiamogli addosso.
  • el che 6 mesi fa
    raddoppiare le pene per reati di incendio boschivo. minimo 10 anni da farseli tutti i delinquenti che fanno questo reato devono rendersi conto che rovinano generazioni di suolo e generazioni di vita animale e vegetale.ma il governo, il parlamento cosa aspettano a mettere mano? parlano d'altro mentre l'italia va in fumo per colpa di stronzi che dell'ambiente non gliene frega un fico secco e c'e' chi specula come al solito sull'emergenza procurata.ci sono italiani di merda questo e' il problema e lo stato deve farsi sentire!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!m5s fatti sentire per favore
    • carlo 6 mesi fa
      "ci sono italiani di merda questo e' il problema" -------------------------------------------------------------------- straquoto. frase che vale la pena ripetere. purtroppo da anni al governo politico e economico dell'italia c'e' la razza peggiore degli italiani.
  • carlo 6 mesi fa
    allora poi se comprano i canadair, i mariuoli che li sostengono e che sono poi quelli che appiccano i fuochi (sembra che siano di natura dolosa), non li votano piu'. tanto, per la cosiddetta "maggioranza silenziosa", bastano4 lenticchie e un po' di supercazzole per tenerli buoni.
    • enzo calderini 6 mesi fa
      Non sembra, sono sempre di natura dolosa,è rara l'autocombustione.
  • Paolo . Utente certificato 6 mesi fa
    I CANADER? Ma a noi servono gli F35! sono queste le priorità della cricca si fanno imprese con i soldi dello stato, così danno lavoro alla cricca e poi stabiliscono le necessità per far lavorare queste imprese lo capisce anche un ebete... la cosa più vergognosa che la stampa fa parte della cricca ma anche la magistratura appare troppo politicizzata! un magistrato secondo me non deve provenire dal mondo politico e non deve poter entrare nel mondo politico.
  • francesca Marcellino Utente certificato 6 mesi fa
    Dovrebbe intervenire l'esercito sia per spegnere le fiamme sia per sorvegliare. Pene severe in caso di dolo
  • Clesippo Geganio 6 mesi fa
    se l'incendio fosse scoppiato a Capalbio ci sarebbero decine di canadair.
    • Vincino Fivestar 6 mesi fa
      ... a Capalbio, non possono scoppiare incendi, per decreto di napo orso capo: è severamente vietato !!! E che diamine, mica si possono scomodare gli Dei residenti....
  • Rosa 6 mesi fa
    I campani se le cercano queste situazioni, quando c'è da andare a scegliere gli amministratori, votano per chi elargisce i 5 euro, pacchetti di biscotti e buoni spesa. Il risultato è questo,è tutto allo sfascio e abbandonato. Ora De Luca deve pensare come privatizzare la sanità campana, quel poco che c'è rimasto di pubblico, non ha tempo per i roghi e le discariche.
    • Dani Cap 6 mesi fa
      non si parla degli incendi, non si parla delle numerosissime manifestazioni spontanee contro questa imposizione illegale del decreto vaccini... i cittadini hanno solo un'arma manifestare manifestare scendere in piazza andare dai palazzi dove risiedono questi ns dipendenti e fare casino e casino e poi ci resta il voto se mai invece quello potremmo un giorno riutilizzarlo MA Ma se va come alle comunali poi .. perchè tanti sono quelli che hanno interesse da questo stato di cose tanti quelli che non se ne occupano nè si informano quelli che restano devono almeno votare con criterio... e non in base alle finte promesse degli 80 € della cancellazione di Imu o scemenze del genere.. Lo vediamo tutti che il paese è allo sfascio. 1 auto su 165 non ha assicurazione..ci rendiamo conto??
    • Giovanni Rea 6 mesi fa
      mi dispiace ma non è così! io sono tra quelli che non hanno mai contrabbandado le proprie idee, mai accettato nulla in cambio del mio voto, e non perchè uno puo pensare che lungo il percorso della vita magari non mi sia trovato in situazioni difficili tali da essere costretto a scendere a compromessi io non l'ho fatto!!!! W il MOV 5 STELLE
  • Vincino Fivestar 6 mesi fa
    Eh, ma De Luca è impegnato con le fritture di pesce e non ha tempo per queste piccolezze, quisquiglie, pinzillacchere (terminologia deluchiana). In più, il pensiero deluchiano, vi suggerirebbe di prendere qualche bottiglia di acqua e di corre a spegnere i fuochi. Mi ca può fare tutto lui.....
  • Vincenzo A. Utente certificato 6 mesi fa
    Oramai l'Italia è allo sfascio, Non c'è mai la minima programmazione, si pensa solo a richiedere fondi, la lista delle calamità si allunga sempre più, COSA FA IL NOSTRO RENZINO ? Salva le banche degli amici, imposta una discussione inutile sul fascismo, Possibile che gli Italiotti siano così rincitrulliti ?
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus