La follia della webtax del pd

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
fanucci_e_renzi.jpg

"Fanucci del pd è il padre dell'emendamento "web tax" fatto passare col solito colpo di mano in Commissione Bilancio alla Camera. Con Governo (giustamente) ed M5S contrari. La "web tax" produrrà svantaggi e nessun benefico per l’economia italiana, le imprese, i consumatori e finanche le casse dell’erario. I promotori dell’iniziativa si appellano al principio secondo il quale è giusto che per i servizi venduti in Italia, le tasse siano pagate in Italia. Mettiamola così: facciamo che sono un produttore di vino che esporta il bene in un'altro paese comunitario. Secondo voi dovrei pagare le tasse in Italia o nel Paese dove vendo? Beni e servizi digitali non possono essere trattati diversamente dal vino. Chiunque dotato di buonsenso, risponderebbe che è corretto pagare le tasse del bene/servizio nel paese dove lo produco. Perchè? Perchè se vendo il vino in 10 paesi differenti, secondo il pd devo pagare le tasse in 10 paesi differenti. La necessità secondo Fanucci di legare i contenuti digitali e pubblicitari che girano sul web alle aziende che hanno partita IVA in Italia, produrrebbe come effetto la marginalizzazione dell'Italia dall'economia digitale. Perchè Google dovrebbe far girare il suo motore di ricerca in Italia se questo significa per loro pagare più tasse? Semplicemente deciderà di non investire in Italia." Terzo Nick

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Riccardo Garofoli 4 anni fa mostra
    Tassano tutto il popolo italiano paga più tasse di tutto l'occidente Ma il debito pubblico non si ferma 2085 Anche grazie a questo governo e alle politiche portate avanti fino ad ora Ma tranquilli il NOSTRO RE Giorgio ci ha assicurato Niente elezioni governo di imbecilli e parlamento esautorato oltre che parzialmente incostituzionale VIVA IL RE GIORGIO Abbasso le elezioni che poi alla fine non servono a un cazzo dato che il governo va avanti a DDL e a voti di fiducia Andrò a votare fino a che ci sarà il m5s
  • Riccardo Garofoli 4 anni fa mostra
    Lo stato ha le casse VUOTE I professori supplenti estraggono a sorte chi prende lo stipendio ....... La follia di una politica che non vuole abdicare e certificare il suo fallimento suo e dei suoi rappresentanti politici e istituzionali
    • Marco Saggio 4 anni fa mostra
      Lo stato ha entrate per 800 miliardi annui, non ha le casse vuote ma tanti rubinetti e conti aperti anche all'estero...
  • Riccardo Garofoli 4 anni fa mostra
    Prima la percentuale dovuta per le casse previdenziali private dei vari ordini era interna e generalmente tra il2% ora e per legge il 4% Prima al cliente estero non veniva applicata ora e applicata anche ai clienti esteri Cosa difficile da spiegare a chi opera in paesi civili
  • Riccardo Garofoli 4 anni fa mostra
    Non avete conoscenza di tante altre disgrazie I professionisti , avv arch ing dott etc devono avere obligatoriamente una assicurazione infortuni e va bene ma anche i dipendenti , ma i dipendenti sono già assicurati sono INAIL non fa niente vanno assicurato con un altra assicurazione
  • Riccardo Garofoli 4 anni fa mostra
    Nuovo ddl del governo Tassa unica su la carta igienica L'uso di 2 rotoli settimanali sono esentati Il sovrappiù verrà conteggiato e tassato al origine di almeno 10 euro rotolo
  • Riccardo Garofoli 4 anni fa mostra
    Al governo un po' di suggerimenti su cosa tassare li posso dare anche io Tassa su i TATUAGGI un tot al centimetro quadro direi almeno 45 euro Tassa su i PIERCING un tanto alla quantità e ai buchi , direi almeno 50 euro a corpo orecchini compresi Taglio dei capelli se desideri portarli corti almeno 60 euro , se invece li porti lunghi almeno 80 euro
    • Alessandro B. Utente certificato 4 anni fa mostra
      Azz, eh noooooo, non è giusto: pensavo di scamparla non avendo nessun piercing, nemmeno un misero banalissimo buchetto al lobo dell'orecchio e nemmeno un millimetro quadrato di pelle inchiostrato e invece?... mi freghi 60 di tassa per i capelli rasati. E nooooooo :-)
    • red r. Utente certificato 4 anni fa mostra
      mettere un contatore per vedere quanto ossigeno consumi? un contakilometri sulle scarpe 1€ al kilometro
    • fabio martello Utente certificato 4 anni fa mostra
      Quello sul prepuzio sarebbe la renzintax...
  • Riccardo Garofoli 4 anni fa mostra
    Cercano di raschiare il barile Chi si è dimenticato della tassa su le bollicine !! Salvo poi venire a sapere che l'acqua con cui vengono prodotte tali bevande e regalata alle aziende La tassa su le sigarette elettroniche !! Voluta dalla lobby del tabacco Salvo poi capire che era l 'unica attività nuova che stava generando un po' di fatturato , subito assalito e bruciato
  • Riccardo Garofoli 4 anni fa mostra
    Ci sono alcuni prodotti come quelli internet che hanno varie sfaccettature primo la privacy e le tasse Se ci fosse un Unione politica europea ci sarebbero anche degli anti trust veri e queste cose sarebbero già regolate da tempo Ma siamo solo un unione monetaria in fallimento Che lascia la deroga di leggi collettive ai singoli paesi per poi scoprire che le legislature non sono armonizabili
  • Alessandro Giannini 4 anni fa mostra
    Come al solito i pentastellati parlano senza ragionare. L'esempio dei vini è chiaramente non calzante perchè la produzione non può essere spostata. Per quanto riguarda i servizi web ovviamente è tutto molto diverso. Uno può produrre un sito in italiano per utenti italiani con sede in un qualsiasi paradiso fiscale per pagare meno (o niente) tasse. Concedendo questa liberà alle aziende allo stato non resta che cercare di attirare multinazionali con imposte più leggere possibili rinunciando ad introiti e permettendo ai grandi di pagare poco per poi rifarsi sui piccoli. Questo articolo dimostra la pochezza di tutti, nessuno escluso (dagli aiuti per la stampa al finanziamento pubblico dei partiti)i ragionamenti fatti da grillo e soci che a volte credono nella "mano invisibile del maercato" e a volte no. Ragionamenti e conclusioni spesso in contraddizione tra loro che dimostrano quanto principianti essi siano. Il mio consiglio è sempre lo stesso: parlate un pò di meno e studiate un pò di più.
  • Alessio F. Utente certificato 4 anni fa
    "[...] Perchè Google dovrebbe far girare il suo motore di ricerca in Italia se questo significa per loro pagare più tasse? Semplicemente deciderà di non investire in Italia." Una tassa dovrebbe far scappare a gambe levate una multinazionale come Google che ha interessi in Italia che neanche ne risentirebbero? Tanti casini quando si parla di banche europee, mentre quando si tratta di multinazionali stendiamo i tappeti rossi. "[...] Chiunque dotato di buonsenso, risponderebbe che è corretto pagare le tasse del bene/servizio nel paese dove lo produco. Perchè? Perchè se vendo il vino in 10 paesi differenti, secondo il pd devo pagare le tasse in 10 paesi differenti. [...]" Da quale logica vien fuori questa conclusione di buonsenso? Se voglio esportare in 10 paesi sicuramente ho ambizioni maggiori di chi vuole esportare in 2 paesi. Esportare in più paesi dovrebbe, se con buonsenso, garantire un guadagno maggiore. Quindi sì, è giusto pagare una parcella per ogni paese in più in cui si vuole esportate. Attenti alle deduzioni logiche. Siete superficiali.
    • prof 4 anni fa mostra
      Mark tu non vuoi convincermi di nulla, ma mi hai già convinto che sei una persona che parla di cose che non conosce. adesso ti vuoi veramente umiliare fino in fondo sostenendo che l'irlanda non è "ufficialmente" un paradiso fiscale ma che la commissione deve ancora deciderlo? Ma non hai il senso del ridicolo? PRESUMI che l'irlanda non sia un paradiso fiscale, senza saperne nulla... al limite avrà una "fiscalità più equa". Ma di cosa parli??? Sarebbe bastata una ricerca su google per capire che stavi scrivendo una cazzata: avresti potuto trovare liste di questi paesi, tra chi li consiglia e chi li denuncia, ed in mezzo all'isola di Man, Lussemburgo, Malta, Cipro...avresti trovato - ma guarda un po'- l'irlanda! Ed ecco fatto, una figura di merda in meno. Ma non hai pensato fosse importante. L'unica spiegazione che posso dare a questo comportamento è che sei abituato a parlare di cose che non sai con persone che ne sanno probabilmente ancora meno. Quelli come te quando hanno torto non se ne accorgono e quando hanno ragione è per puro caso. Informati. Informati. Informati.
    • Mark Russo Utente certificato 4 anni fa
      Nei tuoi link leggo: "A questo punto, Bruxelles pretende che la definizione di “paradiso fiscale” sia più precisa e che si basi sulla condotta del paese e delle imprese: in aggiunta, deve mancare la trasparenza e si deve anche essere in presenza di rifiuti alla richiesta di scambi di informazioni." Inoltre "Da Gennaio 2015 l'Irlanda potrebbe diventare un paradiso fiscale" Potrebbe, gennaio 2015, migliorare e chiarire la definizione, capire dove è mancata la trasparenza. Vedi? tu ragioni informandoti da "La Repubblica" (a cui si riferiscono quegli articoli) e questo la dice lunga sulla tua capacità di giudizio. Quali sarebbero le informazioni che l'irlanda non scambia con gli altri paesi? Se google avesse la sede in UK anzichè in irlanda, cambierebbe qualcosa per quanto riguarda la posizione dell'italia, soprattutto in merito a questa legge di cui si discute? Non voglio convincerti di niente, facciamo che hai ragione tu, facciamo una bella legge dove chiunque venda un servizio all'estero debba pagare le tasse non nel paese dove si trova legalmente, ma dove sta vendendo quel servizio. BELLO!
    • prof 4 anni fa
      Mark russo, leggi qua: 1)http://www.iljournal.it/2012/anche-lirlanda-e-un-paradiso-fiscale/410307 2)http://www.manageronline.it/articoli/vedi/7422/anche-lirlanda-tra-i-paradisi-fiscali/ tornando a quella cosa delle "idee proprie" che mi dicevi nel mio post, ti volevo chiedere: tu come fai a formarti delle idee tue se non ti prendi neanche la briga di informarti?
    • Mark Russo Utente certificato 4 anni fa
      Si poi adesso far passare l'irlanda come un paradiso fiscale... mi sembra esagerato. In Irlanda ci sarà semmai una fiscalità più equa che da noi, penso che siamo noi ad essere un inferno fiscale, non l'irlanda un paradiso.
    • prof 4 anni fa
      Però ragazzi nn si può scendere sempre dalla montagna del sapone.... macchè produrre ed esportare: questi hanno la sede in irlanda come potrebbero averla alle cayman o alle canarie: non c'è NULLA li. Compri un monolocale ci schiaffi un cartello sulla porta e hai fatto la sede aziendale. Poi magari fai la prima parte di produzione in cina, assembli in corea e rivendi in tutto il mondo. Elusione fiscale si chiama, e i "luoghi di produzione" si chiamano paradisi fiscali. Google grazie a questo giochetto paga in tasse aliquote ridicolmente più piccole di quelle che paga il ragazzo che ha un negozio di informatica sotto casa mia. Solo che google nel 2013 ha fatturato 14.9 miliardi di dollari, il ragazzo che dico io inutile che ve lo dico..... possibile che il m5* sia a favore delle multinazionali che fanno dumping fiscale??? ma vi siete bevuti il cervello?
    • Giuliano Mastropietro Utente certificato 4 anni fa
      Ma quindi secondo te le tasse andrebbero pagate sia nel paese in cui produci che in quello in cui vendi? No perchè altrimenti le aziende che producono quì in italia e esportano all'estero non dovrebbero più pagare le tasse quì in italia ma solamente all'estero. E' questo che intendi?
    • erika 4 anni fa
      ma cosa dici pagherò in base a quanto fatturo o no ? se esporto 10 bottiglie in 5 paesi e che ne esporta 50 in un paese non dovrei pagare uguale?
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus