#DinastiaPiddina: De Luca junior supernominato a Salerno

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

da il desk.it

Non un assessore ma di più: un superassessore con le deleghe pesanti al Bilancio e allo Sviluppo. Roberto De Luca, figlio del presidente della Regione Campania, è nella giunta del sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli. La composizione della squadra è stata anticipata, con una nota, a pochi giorni dall’elezione del successore di De Luca senior, forte di un prevedibile successo bulgaro. Incassato il 70,4% dei consensi, l’ex vicesindaco Napoli passa a nominare gli assessori e l’investitura che fa parlare è quella dinastica del rampollo del governatore, che non si è candidato alle comunali.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Claudiog 1 anno fa
    Il PD (il partito dell'unità d'Italia)é responsabile del degrado delle periferia!nelle città più piccole e nei paesi sono stati commessi errori dirigenziali dettati dal clientelismo che oggi sono quasi irreparabile (alla Mastella)!
  • carlo landi 1 anno fa
    è stata la prima volta nella mia vita di non aver votato,non essendoci un candidato credibile in qualche lista .in mancanza della nostra lista sono rimasto a casa
  • Francesco S. Utente certificato 1 anno fa
    Poi piangono che lo stato non li sfama
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 1 anno fa
    Da quelle parti la famiglia viene prima di tutto, sia che sia naturale sia he sia una famiglia camorrista. Perche' meravigliarsi se a Salerno il pubblico diventa privato, e' la regola. Dev'essere conseguenza della politica di rinnovamento del Bomba, forse male interpretata.
  • Attilio Disario R dam Utente certificato 1 anno fa
    Ormai e' un mantra De Luca = ordine e pulizia. Gode della fiducia di un elettorato vecchio e conservatore e non ha nessuna alternativa valida. Ne parlo da Salernitano emigrato me ne rendo conto ogni volta che mi trovo a parlarne anche se l'lettorato giovane la pensa diversamente.
  • gianni f. Utente certificato 1 anno fa
    La nuova dinastia salernitana.
  • Claudio . Utente certificato 1 anno fa
    Che pena! E poi hanno il coraggio di parlare contro il M5S, 'sti ipocriti!
  • Ernesto✰✰✰✰✰ - La Habana 1 anno fa
    "Vincenzo io ti inseguirò sei troppo stupido per vivere oh Vincenzo io ti ammazzerò perchè perchè non sai decidere. Vincenzo io ti prenderò sei troppo stupido per vivere Vincenzo io ti ammazzerò perchè sei troppo ladro per amare". da "Milano e Vincenzo" - Alberto Fortis
  • alberto troncone 1 anno fa
    da cittadino salernitano....forse la presenza di una lista M5s a Salerno avrebbe contenuto lo strapotere DE LUCA. perchè non è stato possibile?????
    • niko d. Utente certificato 1 anno fa
      Semplicemente perchè non ci son state persone decise che han voluto fare una lista. Bisogna capire che il m5s non è per il poltronificio ... ma è presente laddove i cittadini ne sentono la necessità e si mettono in gioco. Se nessuno si muove e non ne sente la necessità, o se più gruppi (meetup) non si mettono d'accordo tra loro ... è giusto non venga fatta
  • Pier 1 anno fa
    Sono queste notizie che mi danno la certezza che la politica è un malaffare a spese degli italiani.
  • Cono D'Elia 1 anno fa
    Gli elettori non dimenticheranno. L'incoerenza politica è come l'esperienza: costa. Chi a Salerno ha pontificato disprezzando un fare da medioevo dei suoi predecessori, oggi ci si ritrova impantanato fino al collo, di quel modo di fare arrogante da signorotto delle ere passate. E meno male che si guarda al futuro, all'Europa non medievalizzata. Quando si parla di cialtroneria, occorrerebbe farlo guardandosi allo specchio (con sincerità, ovviamente).
  • Biagio C. Utente certificato 1 anno fa
    Vabbè, dai: è una persona di fiducia.... Che schifo di gente.
  • franco selmin Utente certificato 1 anno fa
    Certo che di figli " d'arte" così cominciano ad essercene un pò troppi e a tutti i livelli "politici". Ma quando i politici vanno in TV a gridare "largo ai giovani" si riferiscono ai loro figli ?
  • Clesippo Geganio Utente certificato 1 anno fa
    vorrei sapere che cosa pensa il Presidente della Repubblica dei 250 deputati che in 3 anni hanno cambiano casacca e scranno per sostenere il Premier Pinocchio. L'egregio S. Mattarella ex magistrato ex giudice della Corte Costituzionale si è reso conto che il Governo è sostenuto da frazioni di partiti nati durante l'attuale legislatura, che mai hanno preso parte alle elezioni politiche secondo quei principi costitutivi di cui Lui ne è garante?
  • Clesippo Geganio Utente certificato 1 anno fa
    tutto normale in questa Italia feudataria, i possedimenti si tramandano da padre in figlio.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus