Renzie usa la Sanità come bancomat

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di MoVimento 5 Stelle Senato

Un miliardo e mezzo di nuovi tagli alla Sanità: uno scherzo? Niente affatto, perché questa potrebbe essere la 'sorpresina' che il governo ha in serbo per gli italiani, da inserire dentro la prossima manovra finanziaria. La notizia è apparsa stamattina sulla stampa e il Presidente del Consiglio si è precipitato a smentirla, ma dopo le tante balle raccontate, le sue rassicurazioni non sono più credibili: di Matteo Renzi non ci fidiamo.

La stampa parla di un braccio di ferro in corso all'interno dell'esecutivo, di tagli da 1,5 miliardi di euro più 1 miliardo che dovrebbe venire dall'intervento sulle spese delle Regioni che sappiamo bene dov'è che solitamente vanno a tagliare. Il premier ha negato, consapevole che una notizia del genere, proprio mentre sta per partire la campagna referendaria sulla riforma costituzionale, potrebbe avere effetti devastanti, ma il sospetto è che questo sia solo l'antipasto del solito balletto fatto di dichiarazioni, passi in avanti, indietro e di lato che finisce sempre con il tradursi in vergognosi tagli alla sanità.

Finora questo governo per far quadrare i conti dello Stato ha usato la Sanità come bancomat invece che combattere l'evasione, tagliare le pensioni d'oro ed eliminare gli sprechi della Pubblica amministrazione e della politica.

Tra il 2015 e il 2016 il presidente del Consiglio e il suo ministro Beatrice Lorenzin hanno tagliato al comparto 4,3 miliardi di euro, oggi oltre 200 visite specialistiche - fino a ieri garantite dal sistema sanitario - sono a pagamento; la spesa farmaceutica continua a crescere senza che il governo intervenga per frenarla e porre un limiti ai già cospicui guadagni delle aziende farmaceutiche; e non c'è traccia dei 7 miliardi di risparmi derivanti dalla digitalizzazione in sanità promessi dal ministro della Salute.

Gli italiani, intanto, rinunciano a curarsi: 11 milioni di persone solo lo scorso anno. Se quando entreremo nella sessione di bilancio, tra meno di un mese, dovessimo trovare tracce dei tagli alla sanità di cui parlano oggi i giornali, faremo di tutto per impedire l'ennesimo scempio sulla salute degli italiani.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Maurizio Galeone Utente certificato 1 anno fa
    In puglia stanno decimando gli ospedali pubblici,negli ospedali di capoluogo e qualche comune che mantengono l'autonomia si crea caos e di conseguenza viene a mancare assistenza e tutela per la salute di noi cittadini,stiamo andando sempre piu' in fondo a un mare di merda. Aumentano le cliniche private (convenzionate)o quelle che ci sono nessuno le tocca facendole continuare a prelevare mole di denaro che dovrebbe andare agli enti ospedalieri locali pubblici. nel mio comune siamo per esempio piu' di 40000 persone e avevamo un ospedale da circa 50 anni che tutelava la nostra salute,la salute,e faceva da supporto forte a tutta la provincia tarantina,sia con ricoveri che con prestazioni varie.Non hanno mai pensato a migliorare i deficit di reparto a rinnovare la struttura con nuove strumentazioni ecc....si perche' secondo me il pubblico essendo nostro(della collettivita'),va migliorato e non chiuso agevolando i privati! E' davvero l'ennesimo paradosso di questo paese mal gestito,paghiamo tasse su tasse per poi vederci chiudere anche i nostri ospedali pubblici,che fine stiamo facendo....speriamo che le cose si aggiustino.
  • roberto p. Utente certificato 1 anno fa
    E' vent'anni che sento che ci sono 11 milioni di persone che non si possono più curare. Che facciamo? Vogliamo fare qualcosa o dobbiamo, ancora per altri 150 anni,sentire che ci saranno 11 milioni di persone che non si possono curare. Ma come lo contrastate questo potere solo a colpi di blog?
  • MARTA durcie Utente certificato 1 anno fa
    Ciao Io ho trovato soddisfazione con CRÉDIT MUTUEL, grazie a questa banca della Francia ho ricevuto un prestito di 300.000 euro. Questa banca aiuta molta persona in questo mondo, allora presi più non di avvicinarseli di occorro prestatore tra privato. Non dirò molto, potete contattarli su questa mail per avere più informazione: creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com
  • Fasog Gi 1 anno fa
    Ma perché pensate che gli Agnelli_Elknan si siano presi quella mega assicurazione americana ? Il loro dipendente-valletto si dà da fare per indebitare all'inverosimile il paese ed a radere al suolo il welfare, così da costringere tutti all'assicurazione privata se vuoi curarti .... e poi toccherà all'acqua da privatizzare probabilmente. I neocon illuminati spenti si sono scelti bene l'uomo che se ne intende di fallimenti , tradizione di famiglia, chi meglio di lui per fare fallire l'Italia intera ? Basta leggere i risultati giornalieri del suo governo, e state sicuri che gli zero virgola che ci propinano sono dati gonfiati rispetto alla realtà.
    • ENRICO GUAGLIUMI 1 anno fa
      È proprio così. È la strategia di potere del neocapitalismo finanziario. I partiti sono tutti burattini al loro servizio.
  • Giulio polli 1 anno fa
    Credetemi io quando sento in televisione parlare faccio muta la televisione più di una volta mi sono domandato >
  • Aldo Masotti Utente certificato 1 anno fa
    L'errore e' diminuire le prestazioni invece di far calare gli stipendi. Mi spiego. Dati presi qui: http://www.eticapa.it/eticapa/il-personale-del-sistema-sanitario-in-italia/ Numero dipendenti del comparto sanitario in italia: 885031 Di cui medici: 243000 Di cui infermieri: 273000 Da qui il costo dipendenti del comparto: Da qui il costo euro : 39.486.827.174 Ed il costo da qui: http://www.eticapa.it/eticapa/numero-dipendenti-e-costo-del-lavoro-pubblico-conto-annuale-rgs-2013/ Pertanto costo medio dipendente: 44616 Tenendo conto che molti dei 243000 medici sono part time il vero problema e' che gli stipendi di tutti i lavoratori privati sono stati compressi a seguito della crisi generata dall'euro , quelli dei dipendenti pubblici no . Ma sono le tasse che pagano i dipendenti privati che pagano gli stipendi dei dipendenti pubblici . Inoltre si noti il rapporto circa 40/50 fra medici e infermieri e tutti gli altri . Significa che per ogni uno che cura vi e' (quasi) uno che gira le carte. Nel mondo dell'informatica e della rete e' un rapporto inaccettabile. Cosi' come e' inaccettabile che i dipendenti pubblici siano privilegiati in quanto protetti dalla compressione salariale dovuta all'euro. Quelli che devono muovere il culo , se vogliono fare gli interessi di chi li ha votati , sono i rappresentanti regionali con un piano di riduzione degli stipendi dei dipendenti della sanita' e del loro numero , ripristinando i servizi soppressi in favore dei cittadini. E questo per EQUITA' verso coloro che non sono dipendenti del pubblico impiego. Se a quelche dipendente pubblico questa storia non piace provi a cercarsi un impiego nel settore privato e veda che stipendi gli vengono offerti a parita' di funzione.
    • Aldo Masotti Utente certificato 1 anno fa
      A) Ho lavorato in una socita' di software per la sanita' per 30 anni e so benissimo come sono o rganizzate e come vengano gestite . B)Non ho mai votato PD ne partiti ad esso collegati o predecessori di essi con altre sigle , nella mia vita . C)La decenza di uno stipendio non ha nulla a che vedere con le diseguagliaze sociali introdotte dalla nostra appartenenza alla UE . D)Le condizioni di lavoro dipendono dai dirigenti e dalle loro scelte e dai sindacati che difendono posizioni di privilegio di minoranze invece del bene pubblico ( Su questo ho molti esempi da farle) E)I numeri dicono il resto, e non ho affrontato altri argomenti connessi quali : il comparaggio , il nepotismo, il sistema degli acquisti, il sistema delle prenotazioni (CUP) . Semplicemente lei e' uno stipendio che io (amministratore di piccola societa privata) non posso piu permettermi .
    • Raffaele Scarimboli 1 anno fa
      Come al solito si cade nella rete, infatti la capacità di vedere chi ha provocato scempio e chi subisce è cosa per pochi e certamente Lei non è tra questi. Lei parla con i numeri, io come milioni di italiani vivendo le negative esperienze trascorse nelle strutture ospedaliere potremmo dirle che tutta questa superflua forza lavoro che Lei sostiene non c'è. Che gli stipendi in Italia siano i più bassi d'Europa è cosa certa. Che la Sanità Italiana sia, nonostante tutto, una delle eccellenze è cosa ancora certa. Che il pubblico impiego non abbia ricevuto i tagli che l'euro ha prodotto è sicuramente un falso, mentre di vero c'è che i contratti del pubblico impiego sono fermi da quasi otto anni e che si presume possano essere aggiornati quest'anno adeguando il salario di ben 10 o 15 euro al mese. Che negli ultimi anni non si è fatto altro che tagliare i servizi forniti dalla pubblica amministrazione, questo si che è vero. Che Lei voglia svuotare il salario di chi lavora per uno stipendio diciamo in linea con il resto del mondo lavorativo e non vede gli sprechi e gli eccessi di chi fa parte dei quadri dirigenziali e politici mi fa pensare che sia una visione tipicamente del PD. Credo non ci siano altre parole da aggiungere se non suggerirle di valutare e confrontare ciò che scrive con quello che è la realtà, i numeri bisogna saperli leggere come anche essere obiettivi.
  • Susanna Marchioro 1 anno fa
    Le cure per il cancro al seno hanno minato le mie ossa. Ora curiamo le ossa, ma la MOC, con esenzione 048 (malattie cronicizzate da cancro +o-) mi costerà 104,00 €. Complimenti al nostro governo.
  • albino c. Utente certificato 1 anno fa
    Saltando di palo in frasca, spero che Beppe chiuda la bocca alla Lombardi che fa solo danni al Movimento, e cacci una volta per tutte Pizzarotti (altro chiacchierone dannoso).
  • franco_r 1 anno fa
    I miliardi per i migranti - 3.92 MLD di euro SOLO PER QUEST'ANNO nelle stime del FMI - si trovano, quelli per gli italiani malati NON CI SONO. Però per quanto siate in continuazione intervistati dai giornalisti, ospiti dei talk show, ben radicati in Parlamento, e last but not least padroni di esercitare diffusione mediatica in questo blog, VI GUARDATE BENE DALLO SBATTERE IN FACCIA AI POLITICI AL POTERE E SOPRATTUTTO AI CITTADINI ITALIANI QUESTA REALTA'. Dovreste farlo QUOTIDIANAMENTE. Perché questi sono SEMPLICI E NUDI FATTI. Sono la VERITA'. Ne avete forse PAURA ? Non potete essere sibillini e pusillanimi di fronte a questo problema, vi dovete rimboccare le maniche e CI DOVETE METTERE LA FACCIA. Quando andiamo alle urne VOGLIAMO SAPERE cosa hanno intenzione di fare i nostri rappresentanti. Mica, come in questo caso, NASCONDERE LA TESTA SOTTO LA SABBIA ?
    • saverio bambi Utente certificato 1 anno fa
      Ha ragione qui si emigrava per troppa felicità .
    • franco_r 1 anno fa
      Bell'esempio di ignoranza (sperando che non sia invece malafede) a 24 carati: gli italiani sono andati in epoche e in Paesi nel pieno di uno sviluppo esplosivo e in cui c'era disperato bisogno di immigrati, noi abbiamo i NOSTRI CONCITTADINI CHE NON HANNO NEANCHE DA MANGIARE e fanno le file alle mense della Caritas e cercano di rabberciare qualcosa nei cassonetti, la disoccupazione giovanile al 34%, un debito alle stelle e il PIL paralizzato. E ti prendono pure in giro dicendoti che quelli sono venuti qui a pagarti la pensione. Sei da Premio Nobel ma non ti dico per che disciplina. E delle tue vuote arie di sufficienza ti lascio immaginare cosa ne puoi fare.
    • saverio bambi Utente certificato 1 anno fa
      Gli italiani un popolo di emigranti,ricordiamocelo . La memoria corta non aiuta e comunque auguriamoci di non dover scappare pure noi dalla nostra terra. Comunque stia tranquillo la lascio giocare col suo pallone e nel suo cortile.
    • franco_r 1 anno fa
      Non è che ci si può far carico di tutti i problemi del mondo, se scoppia muna guerra fra Cina e India che fai, ti prendi UN MILIARDO di profughi ? Tu ricordo che questi sono nella stragrande maggioranza dei casi MIGRANTI ECONOMICI. E se pure non lo fossero io vorrei chiedergli: quando tuo fratello, o tuo padre, o tuo figlio è tornato a casa la sera dopo essere stato in piazza a cercare di rovesciare un governo frutto di regolari elezioni (perché faceva comodo a un grande stato estero), e avevate una casa e un lavoro e delle previdenze, PERCHE' NON LO HAI PRESO A CINGHIATE ? O magari sei andato perfino AD AIUTARLO ? E se adesso ti hanno bombardato e non hai né casa né lavoro DEVO ESSERE IO A METTERCI UNA PEZZA ? Dopo decenni di tasse contributi, spirito civico e sacrifici PERCHE' devo andare in un Pronto Soccorso e trovarmi davanti a fare la fila dieci soggetti come te, che non ci hanno messo un centesimo e sono venuti qui a PARASSITARE un sistema di assistenza che ci è costato lacrime e sangue ? Devono poterlo fare in forza delle sciocche convinzioni di qualche soggetto che li accoglie per cercare di tamponare i suoi COMPLESSI DI COLPA chi sa di dove venuti fuori ? Sorry, NON SE NE PARLA NEPPURE. Loro a casa loro e noi a casa nostra. Non come i nigeriani che si lamentano di Boko Haram e poi scopri che c'è chi per mettersi al sicuro basta che faccia 20 chilometri e passi la frontiera, mentre loro vengono ad INVADERE NOI. Quando capirete che vi impietosiscono da TV e giornali solo perché per loro i migranti SONO UN AFFARE DA NON FARSI SFUGGIRE sarà sempre troppo tardi. E se proprio volete metteteveli in casa vostra e pagategli TUTTO invece di venire qui a fare qualunquismo parlando di guerra fra poveri.
    • saverio bambi Utente certificato 1 anno fa
      Mi dispiace ma non partecipo ad una guerra tra poveri. ps(cercherei di trovare soluzioni condivisibili x entrambi i problemi come ad esempio smetterla di fare la guerra chiamandola pace esportata e vedrebbe rimanere qualche briciola pure per noi) Cordiali saluti
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 1 anno fa
    Di questo passo la sanità italiana si allineerà a quella della Grecia. Certo che da qualche parte dovrà trovarli i "denari" il Bomba per pagarsi i vizi congeniti: bonus, patti con le regioni, regalie agli industriali, gelati e via dicendo. Volete che li prenda ai ricchi o agli evasori fiscali? Manco per sogno, i soldi si sottraggono sempre ai ceti più' deboli siano essi i malati, i pensionati, gli intellettuali della scuola, della università, della ricerca. È il colmo dell'ironia e' che dice di stare riducendo le tasse. Che tipo scherzoso e' il nostro Presidente del Consiglio! Peccato che non faccia ridere i cittadini italiani.
  • Giovanni Rigatelli 1 anno fa
    invece di scrivere:faremo di tutto per impedire l'ennesimo scempio sulla salute degli italiani. DITECI cosa farete ,ma sopratutto diteci cosa POSSIAMO FARE NOI per difenderci da questi sopprusi
  • walter tiani Utente certificato 1 anno fa
    Usciamo dall'EU e ci salviamo questa è la cura
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus