Una rivoluzione fatta di fatti, non di parole

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Enrico Cantone, consigliere regionale dimissionario M5s Toscana

Questo è il comunicato che avrei voluto leggere in aula ma mi è stato impedito dal Presidente Giani e da alcuni consiglieri del gruppo di maggioranza adducendo a motivi burocratici ed amministrativi......... c'è da crederci?

Come consigliere della X° legislatura, prendo per l'ultima volta la parola in quest'aula, un luogo che ho sempre onorato con puntualità e dedizione.
Lascio questo scranno perché ritengo che la nostra rivoluzione culturale, la rivoluzione culturale del Movimento 5 Stelle, debba essere una rivoluzione di fatti e non di parole.
Ho commesso un errore, un piccolo errore che mi costerà 388 euro per essere sanato, ma chi siede qui non dovrebbe compierlo.

L'ho commesso per sufficienza, ma non è un'attenuante
. L'ho commesso e basta.
L'etica pubblica che come Movimento 5 Stelle portiamo avanti non funziona come un tribunale dove qualcuno può aggrapparsi ai cavilli e alle prescrizioni per uscirne indenne.
L'etica pubblica che esigiamo dai rappresentanti istituzionali, e primi fra questi da noi stessi, ci impone una risposta sola: il passo indietro. Per questo io mi sono dimesso e vi chiedo di accettare queste dimissioni.

In questi giorni credo di aver spiegato tutti i termini del mio errore e della mia scelta.
Ho omesso di dichiarare due mie società nell'anagrafe pubblica. Per essere precisi non si tratta di due società ma di due componenti di un’unica società: sono la composizione amministrativa di una piccola azienda: una di capitali (Holding) che possiede l’altra.
L’ultimo capitale censito della Holding è 10.195 euro, questo il minimo giro di affari di cui si discorre tanto sui giornali: 10.195 euro.
Sono un imprenditore che oltre ad investire nel suo paese, nella sua città, ha investito anche in un altro paese europeo: Malta.
Da queste società non ho ricevuto dividendi, quindi nessuna tassa doveva essere versata in Italia, e dunque non ho evaso il fisco.
Il mio errore verso il consiglio e i cittadini si chiama violazione obblighi di monitoraggio (I.V.A.F.E.)., e basta, altre violazioni non ve ne sono.
Dalla mancata comunicazione alla Regione Toscana non ne è derivato alcun vantaggio lecito o illecito per l’omessa dichiarazione che viene ristabilita con una dichiarazione di aggiornamento. Ripeto : l’omissione si sana con 388 euro per l’unica mia infrazione: la violazione degli obblighi di monitoraggio (I.V.A.F.E.).
Ho già spiegato perché ho scelto Malta per questa linea di business: avevo l’idea di avviare una linea commerciale con la Libia perché sono nato a Tripoli, la mia famiglia è cresciuta in Libia e senza quanto accaduto in Libia questo business avrebbe potuto avere un buon esito. Da qui l'idea di ritornare con un progetto imprenditoriale poi rimasto fermo, per le note vicende politiche libiche.
Malta non è un paradiso fiscale, la moneta ufficiale è l’euro come in Italia. Dal 2010 non è più nella black list, l’unione europea ha tra i suoi principi fondamentali la libera prestazione di servizi e la libertà di stabilimento ed esercizio attività imprenditoriali di tutti i cittadini europei in tutti i paesi dell’unione, quindi mi sono limitato a tentare un percorso consentito, anzi, favorito dalla tanto acclamata unione europea.

Un percorso che ad oggi non mi ha dato riscontro positivo, come può succedere a chi rischia e fa impresa con i propri soldi e senza incentivi.
A volte va bene a volte va male.
Io in questi due anni di consiglio, ho cercato di dare il massimo sempre al servizio dei cittadini. L'ho fatto seguendo le linee di programma per le quali quei cittadini mi hanno mandato qui.
Ora lascio questo scranno a qualcuno che mi auguro sia coerente, senza abusarne, col mandato dei cittadini.

I cittadini hanno scelto il 31 maggio 2015 il Movimento 5 Stelle ed è giusto che qui sieda una persona del Movimento 5 Stelle e che creda nel Movimento 5 Stelle.
Ogni altra scelta sarebbe sbagliata, eticamente. La politica italiana ci ha abituato a grandi disastri etici, ma io coltivo sempre la speranza del cambiamento.
Per questo mi auguro che questo posto non resti vuoto, che il Movimento 5 Stelle continui ad avere un quinto consigliere o una quinta consigliera seduta qui a combattere per la legalità, la partecipazione, la riduzione dei costi della politica, il reddito di cittadinanza, l'economia circolare, la scelta di figure immacolate nei ruoli apicali ed ogni altra battaglia che io ho portato qui dentro.

Non sono un politico come voi, non so parlare bene, ho difficoltà ad esprimermi al meglio quando parlo senza un testo preparato e per questo sto leggendo queste parole.
Ma col mio gesto spero di avervi lasciato la mia testimonianza sulla rivoluzione che anche la Toscana deve fare: al minimo dubbio, nessun dubbio.
Chi ha sbagliato, e io l'ho fatto, non deve stare qui dentro, senza se e senza ma. I cittadini meritano il meglio e io ho cercato di darglielo, ma non è stato abbastanza. Per questo ho scelto di tornare al mio ruolo politico principale, un cittadino attivo all'interno del Movimento 5 Stelle.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • rosannascarpa 7 mesi fa
    lei ha fatto quello che e' giusto fare. magari la seguissero anche quelli che sono in parlamento con colpe ancora piu' gravi. purtroppo ci rimarrano solo loro. il suo esempio pero' spero servira' per avere la fiducia di chi ancora non crede nei nostri principi e serva per avere i voti che meritiamo.
  • Marco Azzalini 7 mesi fa
    Egregio sig. Cantone, mi congratulo per la sua condotta esemplare e mi auguro che dopo di Lei ci siano altri 10,100, 1000 Cantone di esempio per tutti! Con sincera ammirazione Marco Azzalini
  • Sergio C. Vercelli 7 mesi fa
    Questa è la coerenza a 5*
  • Mauro FERRANDO Utente certificato 7 mesi fa
    Di fronte a tali esempi, cosa vedono allo specchio quando si guardano, certi soggetti sempre pronti a intascarsi Rolex (con danni di milioni per lo stato) o gettoni di presenza fasulli? Io credo però che fatti sanabili con modeste sanzioni pecuniarie, cui si sia immediatamente provveduto, non dovrebbero comportare le dimissioni, in quanto vedo sproporzione tra errore/danno e rinuncia ad anni di proficuo lavoro che potrebbe essere svolto a favore di tutti i cittadini.
  • Ferruccio B. Utente certificato 7 mesi fa
    Onore a lei sig. Cantone, che il Suo gesto sia di esempio.
  • Aureliano . Utente certificato 7 mesi fa
    Quello che hai fatto di fa onore. Peccato che per pochi euro tu, sia costretto a dimetterti. Se il testo, che dovevi leggere è frutto delle tue deduzioni, ti meriti una ricandidatura alle prossime elezioni. C'è bisogno di gente come te. W l'Italia.
  • Ezio D'Alessandro Utente certificato 7 mesi fa
    ONORE all'uomo Enrico Cantone. Onore all'imprenditore Enrico Cantone che rischia i suoi soldi investendoli in una impresa che, se va a buon fine grazie alle superiori capacità ideative, organizzative, e di lavoro profuso direttamente, crea LAVORO. Onore all'uomo, onore all'imprenditore per il suo modo alto di esercitare il principio della TRASPARENZA.
  • Egidio Guarino 7 mesi fa
    Egregio Sig. Cantone, avendo vissutu per circa 46 anni via, come emigrato le sono grato per la sua decisione, che per un comune mortale italiano, non si sarebbe mai sognato di fare un gesto simile. Questo lo onora e le AUGURO che il suo avvenire imprenditoriale le sia proficuo. A 78 anni è la prima volta che vedo un azione simile da una persona che si presta alla poliyica per IL BENE del Paese. Auspico che il M5S le permetta di aiutare i ragazzi ancora inesperti che si avvicinano al M5S.
  • ulla e gerardo 7 mesi fa
    Enrico Cantone... l'unica manchevolezza che ti acclariamo è quella di non aver valutato chi era il primo dei non eletti dopo di te. Queste tue parole: ''La politica italiana ci ha abituato a grandi disastri etici, ma io coltivo sempre la speranza del cambiamento. Per questo mi auguro che questo posto non resti vuoto, che il Movimento 5 Stelle continui ad avere un quinto consigliere o una quinta consigliera seduta qui a combattere per la legalità'' ............ .....resteranno impresse nell'anima di chi ha gridato allo scandalo come tatuaggio di fuoco.
  • Teresa 7 mesi fa
    Un errore per sufficienza? E che significa? Conosciamo la locuzione latina "ignorantia legis non excusat ", cioè «L'ignoranza della legge non scusa» molto usata in ambito legale per dire che nessuno può assolversi perché non sapeva. Nel suo caso, Cantone sapeva o non sapeva?
    • Paolo Bertolini 7 mesi fa
      Significa che sapeva, ma non lo riteneva fondamentale.
  • Beppe A. Utente certificato 7 mesi fa
    http://www.toscanamedianews.it/buongiorno-livorno-in-due-mollano-nogarin.htm http://www.toscanamedianews.it/firenze-monica-pecori-entra-in-consiglio-regionale.htm e' tutto un fuggi fuggi in toscana se poi capitano di questi voltafaccia http://lostanzinodigitale.it/2017/05/19/quando-il-groviglio-vive-e-lotta-anche-in-settori-delle-parti-civili-nel-processo-milanese-sul-monte-dei-paschi-lavvocato-falaschi-parte-civile-chiede-lassoluzione-di-mussari-e-vigni/
  • flavio guglielmetto mugion Utente certificato 7 mesi fa
    BUONA RICORRENZA DELLA FESTA DI MARIA AUSILIATRICE . CHIEDETE PERDONO A LEI CONFIDANDO NEL SUO AIUTO.
  • Ivan Solinas Utente certificato 7 mesi fa
    Grazie per
  • Paolo C. Utente certificato 7 mesi fa
    Un buon esempio
  • P. Lino Parise 7 mesi fa
    Ecco la GRANDE SPERANZA di tutti coloro ,che come me,votano M5S,nella transizione di decidere tutti insieme, affidare a "veri rappresentanti" come Cantone, momentaneamente, il ns, destino di cittadini. !!!
  • lino cavanna 7 mesi fa
    Una lettera di Cantone che fa venire i brividi di piacere per il suo stile e la correttezza grillina. Grillo ha trovato tante persone del genere e gliene sono grato. Naturalmente i cialtroni allo Sgoverno ne faranno il loro squallido uso, ma chi vuol ragionare non potrà che aumentare a dismisura la fiducia in Grillo e nei grillini. A Parma sembra che il Pizzarotti abbia solide possibilità di ripetere il mandato. Anche questa si può considerare una vittoria di Grillo. Il fatto che sia stato combattuto dal Movimento 5 Stelle per comportamenti pubblici non in linea non pregiudica la possibilità d'ottenere considerazione dai parmensi per la differenza di comportamento rispetto ai vecchi marpioni concorrenti.
  • Riccardo Ronchitelli 7 mesi fa
    le faccio i più sinceri complimenti per la coerenza. Coerenza che nel 99,9% dei nostri politici è solo una parola dal significato astratto e sconosciuto. Auguro a lei di rimanere onesto. Riccardo Ronchitelli
  • Piombi 7 mesi fa
    Questo messaggio si rivolge alla persona avente bisogno di prestito per affrontare le difficoltà finanziarie per uscire dal vicolo cieco che causano l'economia al giorno d'oggi. Siamo in grado di farvi prestiti in tutti i domini o che siate e con condizioni che vi faciliteranno la vita e un tasso annuale da partire dal 2%. se avete bisogno di prestito non esitate a contattarle per ulteriori informazioni sulle nostre condizioni. Personale Mail: piombiipatrizia@gmail.com Invia la nostra azienda loanprivate.invest@gmail.com ecco il nostro numero di WhatsApp: +33755015299 Grazie e buona giornata.
  • old dog 7 mesi fa
    Bravooo!!!!! un bell'esempio x il MoVimento in futuro spero tu abbia un'altra possibilità saluti ai monelli del blog ▌│█║▌║▌║ σℓ∂ ∂σg ║▌║▌║█│▌
  • Antonio L. Utente certificato 7 mesi fa
    Caro Cantone le hanno impedito di fare questo meraviglioso discorso x il semplice motivo che il suo gesto è talmente inconcepibile per questa gente che solo a sentirlo non ci avrebbero neanche creduto e sarebbero rimasti scioccati x giorni.Loro non si dimettono certo x una sciocchezza simile non ci pensano proprio .Veramente non si dimettono mai a meno che i caratteri carabinieri non li sbattano dentro (a meno che non sei il sindaco pd di Terni).Per concludere caro Cantone le auguro ogni bene essendo lei in questo disgraziato paese un esempio da seguire e imitare .
    • chiara valentini 7 mesi fa
      Mi permetto di specificare che l'impedimento è stato che Enrico Cantone, dalla sera prima, non era più un consigliere regionale. Per questo non ha potuto rivolgere il suo discorso all'aula seduto dal suo ormai ex banco. Nessun complotto, solo regole istituzionali. Avrebbero potuto farlo al suo posto gli ex colleghi ma ieri non c'è stata richiesta di dibattimento sulla delibera di surroga.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus