Il tasso di disoccupazione reale è oltre il 20%

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.


di MoVimento 5 Stelle

Un articolo del Corriere della Sera conferma finalmente ciò che il M5S ripete da anni su disoccupazione reale, fallimento del Jobs Act e pessime condizioni del lavoro in Italia. Meglio tardi che mai.

Ecco l’eredità dei governi a guida Pd, molto lontana dai proclami su Twitter:

- Il tasso di disoccupazione reale è più del doppio di quello ufficiale. Se ai 2,9 milioni di disoccupati ufficiali del terzo trimestre 2017 aggiungiamo i 3,2 milioni di persone che non hanno cercato lavoro nell’ultimo mese ma che sarebbero disponibili a lavorare subito, arriviamo a 6,1 milioni di disoccupati, cioè oltre il 20% della “forza lavoro” effettiva. Un dato devastante

- I posti di lavoro creati nell’ultimo triennio sono di pessima qualità. Lo dimostra il monte ore lavorate: ad ottobre 2017 abbiamo quasi recuperato i posti di lavoro pre-crisi, a quota 23.082.000, ma si lavora oltre 1 miliardo di ore in meno rispetto al 2008. Questo significa che i nuovi posti di lavoro sono in gran parte part-time involontari. D’altra parte l’Istat conta tra gli occupati anche chi lavora 1 sola ora a settimana. Così è facile gonfiare i dati per vantare una ripresa che non esiste

- A pagare il conto più salato sono stati i giovani tra i 25 e i 34 anni, fascia d’età che ha registrato a fine 2016 un tasso di disoccupazione (ufficiale) del 17,7% contro l’11,7% complessivo. Se poi contiamo i cosiddetti NEET (giovani che non lavorano, non studiano e non si formano) siamo al vertice in Europa con 3,2 milioni di persone, cioè il 29,1% dei 25-34enni. La responsabilità è almeno in parte della riforma Fornero, votata dai partiti e lasciata intatta dal Pd

- Le differenze territoriali sono enormi, con un tasso di occupazione intorno al 70% in molte province del Centro-Nord ma sotto il 38% in molte del Sud, fra le quali Reggio Calabria, Palermo e Napoli. Il governo Renzi aveva promesso il rilancio in grande stile del Mezzogiorno, la realtà come al solito è ben diversa

- Il Jobs Act ha drogato il mercato del lavoro garantendo alle imprese un bonus da 24.180 euro in tre anni per i nuovi assunti a tempo indeterminato e sostituendo l’art.18 con un misero indennizzo. In questo modo alla fine del triennio, cioè nel 2018, a molte imprese converrà licenziare i neo-assunti lucrando la differenza tra il bonus percepito e l’indennizzo al lavoratore. Anche i dati sui contratti di lavoro dimostrano la truffa: dal 2016, anno in cui il bonus triennale è stato ridotto, i nuovi contratti a tempo indeterminato sono crollati lasciando il posto ai contratti a termine, cresciuti del 13,4% solo nell’ultimo anno

Un disastro a cui si aggiunge la difficoltà di collegare domanda e offerta di lavoro. Anche su questo i governi Pd sono rimasti a guardare, mentre il reddito di cittadinanza del M5S prevede 2,1 miliardi di euro solo per rinnovare e potenziare i centri per l’impiego. Il lavoro deve tornare al più presto al centro dell’azione di governo, come recita la Costituzione.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • unka dunka 11 giorni fa mostra
    dalla intervista a De Masi, una riflessione per i rivoluzionari. I.: Allora il M5S non è più un movimento antisistema? De Masi: "Io non l’ho mai visto come un movimento antisistema.Per i miei gusti è stato sempre troppo poco antisistema,doveva essere molto più esplicito nel dire che molte cose non vanno.Ha fatto solo una normalissima opposizione e, come dice Grillo, ha bloccato quelli che erano veramente antisistemici."
  • Loweel 11 giorni fa mostra
    Non ti affannare, Grillo. La White Trash italiana non trovera' mai un lavoro perche' e' fatta da inutili ed inconcludenti. Puoi fare finta di appoggiarli, fingere di stare dalla loro parte, ma un lavoro non lo avranno mai perche' sono degli inutili inconcludenti. Meglio se lotti per dargli un reddito di cittadinanza, cosi' stanno zitti.
    • harry haller Utente certificato 11 giorni fa mostra
      perciò, secondo te, la "white trash", la "spazzatura bianca" sarebbero gli "inconcludenti", ergo, quelli che non sono riusciti ad "inserirsi": non so mi fai più pena o più schifo.....
  • fabrizio vento 11 giorni fa mostra
    Caro di Movimento 5 Stelle, dato che non firmi col tuo nome non so chi tu sia, so che l’anonimato non testimonia certo la Trasparenza, così come non ha certo Testimoniato né la Trasparenza né la Democrazia Diretta chi, in una segreta stanza, ha deciso di eliminare quel M5S - che non si intendeva diventasse un partito - e di rimpiazzarlo con un partito . Chiunque tu sia ti comunico dunque che non trasferirò la mia iscrizione a un partito che niente c’entra con un Movimento di cittadini punto e basta, i quali non doveva avere capi o padroni che decidevano dall’alto, ma una Trasparente Piattaforma, idonea a Testimoniare la e-democracy anti delega uno vale uno. Non mi iscriverò a un partito che, dismesso il saio Francescano della politica senza soldi, ha tolto di mezzo il rivoluzionario Obiettivo di riconsegnare la politica Direttamente nelle mani dei cittadini, ognuno contando uno, ha tolto di mezzo i Portavoce che dovevano semplicemente eseguire la linea politica dettata dagli iscritti e, come un normale partito, si è dato l’obiettivo di attribuire a pochi, vertici o capi, il ruolo di Governare. Quei vertici o capi nel cui programma di governo non troverò certo riforme per una sovranità appartenente davvero al popolo, tipo una Banca e una moneta appartenenti al popolo o tipo una Italia Federale e una Europa Confederale, ordinamenti dove si decide Direttamente dal basso. Vertici o capi che non convocheranno certo una Assemblea on line affinchè siano gli iscritti a decidere sia le caratteristiche tecniche, le modalità gestionali e di verifica dati per una Trasparente Piattaforma, uno spazio dove ognuno veramente conterà uno, sia ad eleggere Democraticamente i gestori degli Strumenti di Rete: Piattaforma, Blog delle Stelle e Forum. Buongiorno allo Staff e ai Professionisti della censura. https://youtu.be/GupK8afM37s
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus