In memoria di Ida Magli

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

idamagli.jpg

Ieri si è spenta Ida Magli, antropologa e filosofa, controcorrente, onesta e lucidissima nelle sue analisi. Per ricordarla il Blog pubblica l'estratto del suo Passaparola sull'"occupazione tedesca" e la falsa democrazia in Italia. Qui il Passaparola completo.

La democrazia non c’è, è una finta, visto che ci governano persone che non sono state mai elette, chiamate di proposito, ma comunque mai elette e in Parlamento, sebbene io abbia provato a chiedere ad alcuni, almeno dei parlamentari con i quali sono in contatto, con i quali ero in confidenza, perché da quando poi hanno votato sì al governo Monti ho tagliato anche io i miei rapporti di cordialità con queste persone, perché erano gli unici a poterci salvare, bastava votassero no alla fiducia al governo Monti, per salvare la democrazia.

VIDEO Il Passaparola di Ida Magli

La democrazia non c’è, è una finta, è falsa, è una democrazia falsa! È come, si ricorda i tempi staliniani, in cui c’era la Duma, un Parlamento che diceva sempre di sì perché non poteva fare altro! Quindi questa è una falsa democrazia. Abbiamo perso l’indipendenza perché se volevamo farci governare dalla Germania era inutile fare il Risorgimento, avevamo l’Austria, adesso dipendiamo dalla Germania.
Ida Magli

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • G. M. Utente certificato 1 anno fa
    Ma voi siete pazzi... e io che ancora mi fido (e mi candido) con voi... la Magli onesta e mai sponsorizzata? Sì, "Il Giornale" forse non l'avete mai aperto... vi capirei, da una parte... berlusconiana d.o.c., spinta da Berlusconi, ma che scherziamo??? Un'"illuminata" omofoba e tutta schiacciata sulle posizioni della Fallaci, ma fateme er piacere...
  • Pier G. Utente certificato 1 anno fa
    Dovremmo avere le bandiere a mezz`asta per ricordare questa grande donna ITALIANA, morta inascoltata nel silenzio del regime odioso vigliacco e traditore. Tuttavia spesso i successi sono postumi. Avremo la sua/nostra occasione e finiremo coi fatti quel che Lei ha iniziato con scritti e parole.
  • vincenzodigiorgio 1 anno fa
    Non è necessario un grande cervello come quello della Magli per capire che è finita la democrazia nel nostro Paese . Abbandonati a noi stessi dopo la caduta del comunismo siamo stati incapaci di difenderla dagli attacchi degli ex comunisti che attraverso un magistrato illetterato ma deciso , voleva il potere come da consuetudine per loro ! Non era difficile capire che era un colpo di stato , eppure la maggior parte della gente ha pensato che Antonio Di Pietro fosse un eroe invece che quello che era in realtà : un arrivista a tutti i costi al servizio della sinistra ex comunista ! Tuttora c'è ancora qualcuno che crede che sia stata davvero un azione di pulitura della politica , fatto grave in quanto denota una totale mancanza di intelligenza politica e non . Purtroppo anche nel Movimento ci sono alcuni che non lo hanno capito e sono arrivati al punto di proporlo a cariche importanti , è incredibile ! Come incredibile fu la nostra intenzione di candidare Un Prodi a presidente della repubblica ! Un boiardo di stato responsabile scientemente di tanti disastri come la contrattazione dell'euro !
  • Rosa Anna 1 anno fa
    Le verità scomode
  • PIPPO 1 anno fa
    Grande Ida, riposa in pace.
  • Paolo . Utente certificato 1 anno fa
    Questa classe dirigente, come quelle che l'hanno preceduta, devono essere incriminate per attentato alla costituzione. Con la loro finta incompetenza ci hanno svenato. MPS ALITALIA ILVA SAIPEM LA salerno-reggiocalabria, la regione sicilia, il ssn, il debito pubblico incontrollato, i derivati nei bilanci pubblici, la munnezza, la giustizia politicizzata, l'appropriazione delle istituzioni da parte di nuclei famigliari (sono peggio della mafia anche se ancora non vengono perseguiti) Quello che toccano diventa merda quelli del pd portano sfiga e quelli di destra sono una iattura! la partitocrazia deve essere criminalizzata, la mafia fa meno danni
  • patrizia giordani 1 anno fa
    Caro Beppe grazie per aver ricordato Ida Magli. Una studiosa instacabile, una mente lucida e implacabile, una grande prof. che abbiamo amato e mai dimenticato, ma che non siamo riusciti a supportare con un'azione quotidiana "autenticamente", rivoluzionaria, in senso magliano....
  • Gian A Utente certificato 1 anno fa
    Non si può non essere in perfetto accordo con tale pensiero.
  • Armalapace 1 anno fa
    Bomba o non bomba arriveremo a Romaaaa....mio dio mai visto uno cosi ridicolo... Ossessivo e ossessionato......io lo dicevo gia da quando era sindaco di firenze.......faceva schifo gia allora....puro esemplare avvezzo al potere fine a se stesso...un'abbraccio
  • alessandro fossati Utente certificato 1 anno fa
    Grande donna che ha avuto il coraggio di parlare di argomenti scomodi, come degli omosessuali definendo il loro rapporto di morte perché non produce figli. Sono d'accordo e penso che chi crede che questa sia omofobia si sbaglia di grosso, perché non si tratta di giudicare le persone per le proprie scelte sessuali, ognuno è libero e non va giudicato, ma che la famiglia va lasciata a un uomo e una donna. L'intero PD non vale questa donna.
  • Angelo Ferrari 1 anno fa
    Sta Magli ha scritto anche stronzate omofobe, basta cercare su google
    • FABIO B. Utente certificato 1 anno fa
      necessita' imprescindibile
    • FABIO B. Utente certificato 1 anno fa
      Zampano io sono simbiotico con chi considera il comunismo, come esigenza e necessita' per l'uomo
    • FABIO B. Utente certificato 1 anno fa
      io apprezzo molto chi dice con passione, anche se non sono in accordo , apprezzo sempre
    • FABIO B. Utente certificato 1 anno fa
      ma non dico affatto che non capisce anzi
    • FABIO B. Utente certificato 1 anno fa
      infatti hai ragione io seguo quella
    • Zampano . Utente certificato 1 anno fa
      NO FABIO, NON C'E' ALCUNA CONFUSIONE. A MENO CHE UNO NON SEGUA ALLA LETTERA ED ESCLUSIVAMENTE L'IDEOLOGIA COMUNISTA INTERNAZIONALISTA E ALLORA SI CHE NON CAPISCE UNA MAZZA...
    • Zampano . Utente certificato 1 anno fa
      ANGELO MAPPERFAVORE, LE STRONZATE LE DICE CHI NON PERMETTE AGLI ALTRI DI PARLARE. OGGI SE CRITICHI LE INIZIATIVE DI QUALCHE GAY O DELLA LORO LOBBY TI DANNO SUBITO DELL'OMOFOBO...
    • FABIO B. Utente certificato 1 anno fa
      e' fuori dubbio che le innovazioni in particolare scientifiche, non potevano che essere nella stragrande maggioranza dei casi attuate da uomini-sesso maschile- in quando alle donne non era concesso affato. come e' noto l'ingrasso a determinate possibilita'- in questo trovo il discorso in questione , in parte fuorviante
    • Gian A Utente certificato 1 anno fa
      Mah... queste "stronzate" sono frutto dell'idea di conservazione della civiltà, delle singole culture e identità di ciascun popolo. Non ci vedo nulla di male nel voler difendere l'identità. Questo almeno si capisce dalle poche righe lette su Ida Magli. Le sue opere non le ho lette. Riguardo il post, a me non sembra tanto confuso: come andiamo dicendo anche noi qui, un gruppo di persone che compone la maggioranza nell'emiciclo ratifica tutto ciò che due o tre persone decidono, dando così una parvenza di "voto democratico" delle leggi.
    • Pier 1 anno fa
      Era una antropologa, e le stronzate che vedi tu derivano dallo studio sulle tribù indigene.
    • FABIO B. Utente certificato 1 anno fa
      in questo discorso c'e' effetivamente confusione- a tratti superficialita'- ma la conclusione sembra condivisibile- in particolare sopra i neo-colonialismi
  • M. Mazzini 1 anno fa
    Intellettuale e anticonformista fino in fondo, fino ad accettare l'isolamento da parte dei suoi colleghi, quegli intellettuali che, o perché non la capivano o perché ne invidiavano la libertà e l'indipendenza di pensiero, la posizionavano "a destra". La Magli non era una studiosa al servizio di politiche all'ultima moda o di convenienza.
  • Massimo Trento (orbo e semisordo) Utente certificato 1 anno fa
    Rara gemma. Una Donna capace di denunziare il femminilismo, l'europeismo, la democrazia camuffata e il moralismo di riflusso di coloro che pretendono una morale globalizzata, appiattita e stupendamente anestetizzante. Spero che il suo passaparola, da riascoltare con attenzione, faccia passare la voglia ai oltranzisti del "dirittismo civile" di sostenere la Cirinna e qualsiasi altro virtuosismo mondialista su questo blog e nelle istituzioni centrali. L'identita', Signori, e' il coraggio di volersi distinguere dalla massa uniformante. Auguri!
  • Maria Luisa Vargiu 1 anno fa
    Non conoscevo Ida Magli e solo ora che non c'è più capisco di aver perso una persona cara !
  • Giorgio Catalano 1 anno fa
    Nonostante l’enorme spessore scientifico e culturale del personaggio Magli, TV e giornalai di regime quasi quasi non danno neppure la notizia della morte. Il motivo? Perché aveva denunciato con forza – già a partire dal 1994 – il crimine europeo e le distorsioni della moneta unica, oltre che i pericoli derivanti dall’immigrazione selvaggia. Del resto, tutti i telegiornali e i talk show sono in questi giorni concentrati a ricordare e santificare Umberto Eco, l’intellettuale di sinistra che pontificava sull’Unione Europea con il culo del popolo!Ida Magli, invece, non era sponsorizzata da nessuno, ma aveva un’indipendenza culturale quasi del tutto inesistente in Eco, che invece era ben sponsorizzato dall’establishment €uro-piddino.
    • Giorgio Catalano 1 anno fa
      Tanto per capire di chi stiamo parlando, riporto qui di seguito un frammento del pensiero della Magli “Quali sono i lati oscuri che il progetto Europa nasconde? Quello che non è mai stato detto chiaramente da nessuno dei nostri politici: lo scopo finale della globalizzazione, il Governo unico mondiale. La riduzione all’uguaglianza di comportamento per tutti i popoli: una sola lingua, una sola religione, una sola moneta, una sola identità, una sola cultura, un solo Stato. La “guida” sottostante a quella dei governanti sembrerebbe massonica, in quanto questi sono fin dall’inizio gli ideali massonici, ma non ne esistono prove. Personalmente però io sono convinta che la globalizzazione non sia, non possa essere la meta finale, ma piuttosto lo strumento per uno scopo ulteriore di cui non so nulla.
  • Il Disonorevole Utente certificato 1 anno fa
    DUE ANNI COL BOMBA Mi hanno detto che l'Imbucato di Palazzo Chigi per festeggiare (festeggiare?) due anni del suo governo (mai eletto da nessuno, con tanto di accoltellamento alle spalle del povero Letta nipote) abbia fatto un video autocelebrativo (trattasi di autoerotismo) e abbia presentato delle slides. Ecco forse si è dimenticato (dico dimenticato) di dirvi questi due dati: https://www.facebook.com/ildisonorevole/photos/a.654058187997085.1073741828.646956962040541/1032681973468036/?type=3&theater
  • FABIO B. Utente certificato 1 anno fa
    non gli inglesi
    • FABIO B. Utente certificato 1 anno fa
      diciamo post Pulzella d'Orléans
    • FABIO B. Utente certificato 1 anno fa
      e si sono scansati per tempo
    • FABIO B. Utente certificato 1 anno fa
      (perche')
    • FABIO B. Utente certificato 1 anno fa
      guerre contemporanee diciamo negli ultimi 500 anni non arriverei alla britannia-romana o britannia-post romana od all'antica britannia e cmq questa non la perdono - per l'hanno vista mentre arrivava
    • Zampano . Utente certificato 1 anno fa
      GLI INGLESI CONFLITTI NE HANNO PERSO TANTI, PERSINO CON I ROMANI...
    • FABIO B. Utente certificato 1 anno fa
      al contrari della germania , che per sventura del suo popolo , i conflitti li ha perduti tutti
    • FABIO B. Utente certificato 1 anno fa
      con i quali di sicuro non simpatizzo -se pero' non hanno mai perduto un conflitto, oltre alla ferocia insita ed oltre la regina qualcos'altro ci sara'
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus