La rivoluzionaria sentenza della Corte Costituzionale sul pareggio di bilancio

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Laura Castelli

La Corte Costituzionale, con una sentenza storica, proprio in questi giorni conferma quanto il Movimento Cinque Stelle ha sempre detto: i diritti costituzionali vengono prima del pareggio di bilancio. Non ne parla nessuno! Non troverete questa notizia sui giornali, servizi in televisione, perché la sentenza è rivoluzionaria.

Le solite scuse: "i soldi non ci sono" e "bisogna rispettare il pareggio di bilancio", non saranno più valide. La Corte Costituzionale in sostanza, dice che i diritti costituzionali sono più importanti di un vincolo di bilancio, anche se voluto dalla Troika.

Nessun governo può più dire: "non ci sono soldi per il Reddito di Cittadinanza, per l'assistenza ai disabili, per finanziare la sanità pubblica e il dissesto idrogeologico".
Quando il MoVimento 5 Stelle governerà potrà finalmente fare quei tagli agli spechi che i politici non vogliono fare e ristabilire la giustizia sociale.

Il debito pubblico deve essere gestito da una classe politica responsabile che ha la volontà di fare investimenti per far ripartire davvero il Paese, senza esclusione di nessuno.

Il debito pubblico deve avere obbiettivi, missioni, guardare a un'economia reale che tende a una ricchezza diffusa con un'ampia visione temporale. Così facendo si abbatte il debito stesso, che sarà sanato da economia reale, benessere, posti di lavoro, sviluppo e innovazione.
I governi dei partiti hanno ridotto i diritti e aumentato il debito pubblico.

Il MoVimento 5 Stelle farà, invece, quanto stabilito dalla sentenza della Corte Costituzionale.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Enrico Bosco Utente certificato 1 anno fa
    Comunque è dal 23 di Dicembra che IL FATTO QUOTIDIANO ha dato la nbotizia....e la troviamo anche in molti altri luoghi in rete. Semmai è in TV che non l'ho proprio sentita ma quesdto può essere nel mio cas olegato al fatto che la seguo proprio poco...di menzogne sono sazio oramai.
  • Stelio Spessot 1 anno fa
    A tutti i post che parlano di evasione fiscale. Quando ci toglieremo dalle pa....e sta storia dell'evasione fiscale mi ubriaco fino a stordirmi!!!! e BASTAAAA non se ne può più è un virus, un cancro che corrode qualsiasi proposta …..”Non si può fare causa l'evasione fiscale” è un mantra che tutti usano per non fare un caspita di nulla. Mandate in galera gli evasori e smettetela di scassare la mi.....a ma prima cerchiamo di capire quali e quanti sono gli evasori per necessità o quelli tartassati in modo indegno dal fisco, rottamiamo le loro cartelle e concentriamoci solo sugli evasori veri poi sbattiamoli in galera e buttiamo via la chiave. Ma facciamolo subito perche io in tasca porto sempre con me un paio di bei VAFFA! E intanto gli spendo qui tenete e godeteveli! Stelio
    • Gianfranco B. Utente certificato 1 anno fa
      Pe fe TTA me nte D'ACCORDO: E' una pres per il culo per scaricare altre responsbilità su un fantomatico colèpevole che mai sarà "PRESO" Ciao
  • giancarlo busso 1 anno fa
    Leggi fatte solo per complicare la vita ai cittadini onesti mentre per i falsari dell'economia costituiti dai banchieri membri della BCE che ripeto è un'aggregazione di banche private le quali pensano solo ai loro interessi e l'interesse che hanno verso i cittadini è solo quello di dissanguarli economicamente per ridurci come hannnoi già fatto con la grecia e i greci i quali non sono più padroni di nulla nella loro patria, questa banda che ha il potere in Italia sta permettendo che i francesi si approprino di tutte le nostre aziende oppure permetterà la vendita anche di grosse aziende ai cinesi come hanno fatto con 40% delle poste, es altre decine di nostre imprese in procinto di essere cedute al minor offerente. Dobbiamo solo ribellarci a tutti i costi e in ogni modo dalla dittatura.
    • carlo 1 anno fa
      dicendo cosi' e credendoci, dai la solita scusa che gli stessi partiti "italiani" si sono inventati per togliersi di dosso la "colpa" delle loro marcionate. il nostro debito pubblico e' tutta colpa dei nostri, italianissimi, politici, del loro malgoverno. cosi' come lo e' quello della grecia, e degli altri paesi indebitati fortemente. la bce, la cosiddetta "troika", non c'entrano niente. saranno anche "soci" duri, poco propensi a condividere le nostre "colpe", ma hanno ragione loro. e dei loro cittadini che non vogliono pagare il nostro, personalissimo debito. i soldi in italia ci sono, abbastanza per stare bene tutti. solo che si sono inventati (i nostri politici) le formulette giuste per farli finire nelle solite tasche. chi si sta mangiando l'italia non artiva dll'estero, ma il nostro nemico e' interno.
  • Paolo Bellotti 1 anno fa
    Ecco il link: http://www.giurcost.org/decisioni/2016/0275s-16.html
  • fabrizio rispoli 1 anno fa
    E noi non vediamo l' ora di vederci al governo di questo paese....
  • Alessandro D. Utente certificato 1 anno fa
    Tutto si può fare basta averne la volontà E non essere legati mani e piedi e sicuramente anche cervello
  • elio p. Utente certificato 1 anno fa
    VIVA Giordano Grillo.
  • Maria Stella Longo Utente certificato 1 anno fa
    Giordano Bruno diceva: "Il potere non si cambia con il potere". Perciò stare in Parlamento o in Campidoglio anche con le migliori intenzioni come fa il M5S non servirà a NULLA. Possiamo tradurre la frase :"il sistema non si cambia con il sistema". Bisogna cambiare il SISTEMA creando una società alternativa, perchè adesso la popolazione è lasciata sola in balìa del sistema con qualche elemosina quà e là del tutto insufficiente ovviamente, ma che serve a tranquillizzare qualche coscienza un po' addormentata. Allora al M5S chiedo qualche cosa di più deciso e intraprendente!
    • Gianfranco B. Utente certificato 1 anno fa
      Maria, non mi stai contraddicendo, forze non hai compreso o non mi sono spiegato. Se vuoi fare una rivoluzione pacifica, tenendo i piedi per terra, evitando di scivolare in i un’immaginaria, quanto idealizzata e improbabile comune. Dovrai smontare, pezzo per pezzo, i meccanismi in essere, forti, consolidati, collaudati e con tutti i mezzi a loro disposizione: media, finanza, controllo dei mercati, militari. Per smontarli dovrai prima raggiungere un sistema rappresentativo idoneo (democrazia diretta) questo potrà essere l’unico modo per evitare rappresentanti scelti o nominati da altri, per poiu perseguire interessi diversi da quelli per i quali sarebbero stati eletti. Questa è la situazione in essere, con un’invadenza sempre maggiore. Non si tratta di pessimismo, tutt’altro, sui tratta di pragmatismo, realismo, determinazione, organizzazione. I sogni, per essere realizzati debbono avere dei progetti, i progetti per essere sviluppati necessitano di una struttura in grado di dare loro corpo,. Ricordati sempre un cosa, quando parli di soldi, tanti soldi, la violenza , della peggiore specie, è sempre in agguato. Buon Anno a te
    • Alessandro D. Utente certificato 1 anno fa
      Sei parente del Longo del nucleare? Comunque per risponderti un sistema come il nostro simile a tanti nel mondo si auto difende dalle rivoluzione dei popoli, in genere ceto medio basso e idealisti, vero quello che dice giordano, solo un piccolo particolare, ci vorrebbe onestà nelle istituzioni per permette che i popoli facciano l'evoluzione necessaria, questo è anche tra le altre cose, quello che dovrà fare il movimento
    • Maria Stella Longo Utente certificato 1 anno fa
      Ognuno ha il diritto sacrosanto di pensarla come vuole, tuttavia mi permetto di contraddirti facendoti notare che una rivoluzione pacifica è possibile ed è pure possibile una rivoluzione economico-finanziaria-filosofica incruenta anzi rigorosamente pacifica. Naturalmente c'è bisogno di tecnici perlomeno dell'altezza di Gandhi che mettano a disposizione il loro sapere e il loro tempo per organizzare una società alternativa e parallela a quella dello status quo i quali però non diventeranno a loro volta una casta sia per loro scelta che per regola. Una specie di "comune di cittadini" con un proprio circuito economico e di mutuo soccorso; un po' come avviene nell'associazionismo già esistente. Volere è potere. I cittadini italiani dovrebbero "volere" davvero una società equa, umana ed ecologica per i loro figli e nipoti, sempre che si liberino del pessimismo, della "pigrizia", dell'individualismo e dei preconcetti e ritrovassero i valori della fratellanza e dell'altruismo. Quando si tocca il fondo e l'ingiustizia prepondera forse allora si comincia a svegliarsi dall'ipnosi dove "si crede" che le cose non possono cambiare e soprattutto che la vita dei cittadini non è in mano ai cittadini ma al "sistema". Buon Anno Nuovo!
    • Gianfranco B. Utente certificato 1 anno fa
      Ciao Maria S., credo sia un poco complicato oltre che improbabile cambiare sistema. Il massimo, se non a condizioni sanguinose, che potremmo fare è incidere sui criteri di gestione del sistema e sui modelli di sviluppo. Dal momento che siamo, a torto o ragione, un paese importante, economicamente, numericamente e strategicamente, Il contesto internazionale, al quale siamo legati, non ci permetterebbe, direttamente o indirettamente, strappi troppo vistosi e in totale antitesi col modello vigente. Non pensare che i governi occidentali siano quello sbandierato modello di democrazia. Tutti i governi, se pur in misura diversa, sono sotto il controllo del sistema banco finanziario esempio: Belgio 18 mesi senza governo tutto bene; Spagna 10 mesi senza governo, quasi meglio. Per scardinare il sistema in essere ci vuole tempo, capacità e pazienza. Del resto, per stabilizzare gli attuali sistemi “democratici”, ci sono voluti oltre 200 anni ed ora si sentono pronti per la volata finale. Ciao Talelbano
  • Oronzo Barberio Utente certificato 1 anno fa
    La Corte costituzionale ha anche dichiarato che toccare i loro lauti stipendi lede la democrazia, La Corte Costituzionale ha anche dichiarato che il bene "salute" vince sulla "corretta amministrazione" quindi i vari ladri nella Sanità hanno mani libere etc. etc. mi spiace, ma penso che la Corte sia sputtanata. Invece, sarebbe meglio Obbligo di giudizio di costituzionalità Prima che le leggi entrino in vigore (come credo in Germania?)
    • Gianfranco B. Utente certificato 1 anno fa
      Ciao Oronzo, sai bene che la corte costituzionale è, di fatto , espressione politica, come tale, oltre a salvaguardare se stessa, si muove, spesso, anche in ragione degli umori del paese o per attenuare certe accelerazioni politiche, ritenute pericolose. Per dirla tutta, di cose strane, la corte costituzionale, ne ha fatte più di una. Accorgersi dell’incostituzionalità di una modifica, inserita in costituzione nell’aprile 2012, dopo quattro anni e otto mesi, mi sembra, anche se corretta, abbastanza grossa. Sul sottoporre le leggi alla corte, prima di sottoporle al voto delle caamere, ritengo sia logico oltre che di semplice buon senso. Saluti Talelbano
  • maurizio quattrocchi 1 anno fa
    Fate riferimento ad una sentenza della corte costituzionale che stabilisce che i diritti dei cittadini sono prioritari rispetto ai pareggi di bilancio ... Ma quale è la sentenza?
    • Gianfranco B. Utente certificato 1 anno fa
      Sentenza C.C. n.275/2016. Arrivata soltamto dopo quattro anni e otto mesi della modifica dell'articolo 81 in costituzione inserita nell'aprile 2012 dal qull'illuminato statista di nome MONTI. Ciao Talelbano
  • enzo bargellini Utente certificato 1 anno fa
    Bene che la Vs.suprema corte abbia riconosciuto tale gerarchia in materie economiche. Per quanto inVece alla Vs.discreta Carta Costitutiva entrata in vis nel '48 mi limito ad osservare che l'art.75 è Gerarchicamente ben sopra al 138 in materia referendaria...PQM...il referendum del 2001 NON è STATO COSTITUZIONALMENTE VALIDO (i voti sono VALIDI esclusivamente SE sono stati VALIDAMENTE ESPRESSI come ORDINATO dal GANGHERO n°75!) E CHE PERTANTO...TUTTI gli atti prodotti in conseguenza sono,a mio modestissimo parere,parimenti NON validi.
    • Angelo Gaccione 1 anno fa
      "Odissea" è da tempo che sta scrivendo che bisogna togliere il pareggio di bilancio dalla Costituzione ed avviare un reddito di dignità o di cittadinanza che dir si voglia. Stiamo preparando 10 punti a seguito della vittoria al Referendum, da sottoporre ai 5 Stelle e a quei parlamentari che hanno conservato un minimo di dignità.Presto diverranno di dominio pubblico. Magnifica dunque questa sentenza. Angelo Gaccione Milano
  • Maurizio sbrana 1 anno fa
    I debiti vanno pagati...Ma il nostro debito di ca.2.200 miliardi di euro dipende da alto interesse dovuto ai sottoscrittori (specie negli anni passati) e da scarsità di entrate fiscali causa grandissima evasione...Con tassi più bassi (come quelli attuali, sperando che non ricrescano...) e con una vera e reale lotta all'evasione fiscale, il debito si sgonfierebbe gradualmente, liberando ingenti risorse per lo sviluppo economico nazionale! È roba da matematica della terza media...Ma nessuno sembra voglia capirlo.........La lotta all'evasione dovrebbe ripartire dalla comprensione e dall'applicazione dell'Art.53 della nostra Costituzione!
    • Lùçìo P. Utente certificato 1 anno fa
      --Come risulta da una sconfinata produzione editoriale (per esempio “), questa alleanza tra e USA porterà a finanziare con 6 miliardi di dollari, ad armare ed addestrare 250.00 mercenari di ogni parte del mondo che hanno prodotto Per quanto riguarda l'episodio riportato si tratta delle solito modo e romanzato di fare storia. Di sicuro c'è che gli unici che hanno usato la bomba atomica sono stati gli .
    • Gianfranco B. Utente certificato 1 anno fa
      La formazione del debito pubblico è materia complessa e non riferibile al semplice conto della serva, date le varie modalità in cui poterlo contrarre. Che nel nostro paese non si sia mai voluto mettere mano agli enormi sprechi, è un fatto. Che la gestione della cosa pubblica si molto più allegra, è un altro fatto. Che la commistione tra enti previdenziali e enti assistenziale sia stata strumentalmente voluta per evitare la trasparenza sui conti, è ancora un altro fatto. Potremmo andare vanti per pagine intere, senza arrivarna a capo. La formazione e l’esplosione del nostro debito pubblico è data, fondamentalmente, dalle scelte scellerate della politica liberista che, nel 1981, ha separato Bankitalia dal ministero del tesoro. Con questa follia il paese a messo in mano alla speculazione internazionale il suo debito sovrano. Per questo assurda scelta, sulla pelle dei cittadini, il nostro debito è passato del 60% al 110% in nove anni. Il resto dei danni sono stati fatti dai trattati, impari, UE e la forzata adesione all’€. Vorrei comunque ricordare a tutti che dal 2001 al 2015 il debito medio dei paesi aderenti all’euro è aumentato di oltre il 20%. Una ragione ci sara°? Il debito continua a crescere ma le condizioni generali continuano a peggiorare. Riflettete e chiedetevi perché. Saluti Talelbano
    • giuseppe ianniello 1 anno fa
      finiamola una volta per tutte con l'evasione. é quello che ci dicono sempre ,come male assoluto, ma guardate un po piu in là. L'Italia è uno dei paesi europei che ha piu introiti fiscali, dovuto alla tassazione elevatissima, eppure non riesce mai ad avere soldi. Vediamo gli sprechi e le ruberie , i milioni e milioni di euro rubati e sperperati in ogni settore e capiamo perchè il debito aumenta, altro che evasione. Smettiamola per favore. Come mai in Italia vengono rifinanziate opere pubbliche decine di volte per miliardi e miliardi e mai nessuno ha restituito ciò che ha rubato. I finanziamenti ai partiti ci costano una infinità di soldi e prendono molto piu delle spese sostenute. Vitalizi d'oro, IN Italia vive di politica un milione e centomila persone, quanti miliardi ci voglione per pagare i loro stipendi e vitalizi? è qui il marcio, basta trovare scuse sull'evasione
  • Giovanni Bernardi 1 anno fa
    IL PAREGGIO DI BILANCIO E' UNA BUFALA Una bufala che è diventata un dramma da quando l'Italia non è più uno Stato sovrano con una moneta sovrana. E' troppo lungo spiegarlo, ma le soluzioni per fare fronte alla bufala sono due: 1. uscire dall'euro; 2. stampare una moneta complementare all'euro. Vi assicuro che non sono pazzo. Provate a cercare su YouTube Nino (Antonino) Galloni, uno degli economisti di riferimento di M5S.
    • STEFANO A. Utente certificato 1 anno fa
      Se mi consenti non credo che il ricorso ad una moneta statale complementare - già praticato in tanti altri Stati, anche degli USA- sia incompatibile con la permanenza nella Unione Europea della quale fa ancora parte il Regno Unito. Sarebbe anzi e indubbiamente una vigorosa spallata a questa forma "autoritaria" di governo della U.E.. Cordiali saluti
  • marcello p. Utente certificato 1 anno fa
    Brava Laura hai fatto bene a dare evidenza a questa sentenza! Ma adesso che succederà? Sarà necessario cambiare la Costituzione e chi raccoglierà questa missione? Se interveniamo sulla Costituzione propongo un cambio: togliamo il pareggio di bilancio ed introduciamo il vincolo di mandato, non sono argomenti attinenti ma sarebbero utili entrambi.
  • FRANCESCO GORGI 1 anno fa
    Spiacente ragazzi ma non sono d'accordo!! Non possiamo puntare a far debito a più non posso per trovarci in 10 anni più poveri dell'India o Bangladesh, anche perchè .. ve lo dico per certo che rischia di smantellarsi il Ns sistema industriale e dopo i soldi da dove vengono fuori. Quelli della Corte Costituzionale hanno trovato l'ultima barriera per impedire di toccare le loro ingorde pensioni da nababbi. Questi rappresentano il vero freno al paese, ragazzi, adesso, a parte l'olio di vaselina che non c'è, oggi c'è il vero fascismo. Non esistono scorciatoie, senza lavoro è miseria, quì si deve scegliere: o le pensioni o il lavoro. punto.
    • fiorenzo zavattaro Utente certificato 1 anno fa
      vai a vedere gli sprechi poi vedrai che i soldi ci sono.
  • cosimo calabrese Utente certificato 1 anno fa
    ECCEZIONALE RISULTATO PER IL MOVIMENTO 5 STELLE E PER GLI ITALIANI E L'ITALIA.
  • Aldebrando Fitozzi Utente certificato 1 anno fa
    **V*** Cara Laura Finalmente. La Costituzione garantisce e deve garantire la Dignità, senza se e senza ma. Il soddisfacimento di bisogni reali tramite un reddito di cittadinanza porta Dignità e Ripetto alla persona che non dovrà più preoccuparsi del presente e del futuro. In quanto esiste come persona e cittadino i suoi bisogni saranno soddisfatti e pertanto si potrà finalmente sentire oltre questi : libera, senza condizionamenti e ricatti. Questa è vera Giustizia! E' da meditare ciò che si legge nel S. Vangelo, in Matteo 6,25-34: “ Perciò vi dico: per la vostra vita non affannatevi di quello che mangerete o berrete, e neanche per il vostro corpo, di quello che indosserete:la vita non vale più del cibo e il corpo più delvestito?Guardate gli uccelli del cielo: non seminano, né mietono, né ammassano nei granai; eppure il Padre vostro celeste li nutre. Non contate voi forse più di loro? E chi di voi, per quanto si dia da fare, può aggiungere un'ora sola alla sua vita? E perché vi affannate per il vestito? Osservate come crescono i gigli del campo: non lavorano e non filano. Eppure io vi dico che neanche Salomune, con tutta la sua gloria, vestiva come uno di loro. Ora se Dio veste cos' l'erba del campo, che oggi c'è e domani verrà gettata nel forno, non farà assai più per voi, gente di poca fede? Non affannatevi dunque dicendo : Che cosa mangeremo? Che cosa berremo? Che cosa indosseremo? Di tutte queste cose si preoccupano i pagani; il Padre vostro celeste infatti sa che ne avete bisogno. Cercate prima il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose saranno date in aggiunta. Non affannatevi dunque per il domani, perché il domani avrà già le sue inquietudini. A ciascun giorno basta la sua pena.” Finalmente ! Auguri di Buone Feste
  • Gianfranco B. Utente certificato 1 anno fa
    Consiglio a tutti di leggere questa intervista, a Galloni Junior, sul sito indicato da diego labonia . Saluti Talelbano
  • diego labonia 1 anno fa
    http://www.conoscenzealconfine.it/italia-potenza-scomoda-dovevamo-morire/
  • sergio girelli Utente certificato 1 anno fa
    Forse non ci si accorge, ma precedenti 10 commenti, a nome di Gianfranco B. ho potuto pregiarmi di leggere un vero e proprio programma di Governo a 5 stelle (il programma). Qualcuno dello staff e/o cittadini delegati M5S, per cortesia, riesce o vuole prendere atto della portata di tale proposta e darne una valutazione? Grazie davvero.
    • Gianfranco B. Utente certificato 1 anno fa
      Segio, ringrazio per il tuo apprezzamento. Se hai voglia, vai leggerti gli altri interventi a firma di TALELBANO (non Talebano). Ciao e Buon Anno a te Talelbano
  • Raffaele Cavallo 1 anno fa
    notizie come questa fanno aumentare in me a dismisura la volontà di continuare a contribuire nel mio piccolo al cambiamento radicale del nostro Paese. il traguardo si sta avvicinando ed è per questo che dobbiamo aiutare sempre più i giovani ad essere pronti a condurre in porto il progetto del Movimento. Buon Anno a Tutti, Raffaele Cavallo
  • daniel djimmy Utente certificato 1 anno fa
    Buona sera a tutti. La ringrazio, signora. Anissa KHERALLAH ( developpement.aide@gmail.com per il vostro gentile aiuto oggi.All'inizio non avevo preso sul serio il vostro business, ma oggi quando ho visto il credito che ho voluto nel mio account , grande è la mia gioia e sinceramente chiedo scusa per aver dubitato di te e la tua abilità per aiutare le persone. Grazie e grazie per la vostra attenzione. Grazie a voi ho dovuto pagare i miei debiti .
  • kurt andrich 1 anno fa
    Certo, la notizia e' rivoluzionaria. Ma vogliamo anche ricordare che pure "lo stato viene prima della legge sul bilancio"? La Banca d'Italia, perche' dev' essere PRIVATA? Perche' lo stato deve chiedere i soldi alle banche e non al contrario? Se dassimo retta a Paolo Barnard, e ci staccassimo dal modello USA (la Fed, Ba.Ctr., che decide tutto sulla moneta, e lo stato non puo' obiettare nulla) le cose cambierebbero dall'oggi al domani. E' li' che cominciano tutti i mali dei "non ricchi". Se lo stato e' al servizio dei ricchi, che dominano la Fed e le banche, come puo' aiutare i "meno abbienti"? Beppe, tu credi che - ove mai ti facessero arrivare al governo - ti farebbero mai passare una legge sul "reddito di cittadinanza"? Come reagirebbero quelli della "classe dominante" l'abbiamo potuto toccare con mano tutti quando avete deciso di NON fare le olimpiadi a Roma. E' da li' che e' partito l'attacco totale al M5S e alla povero Raggi.
    • Maurizio Meli 1 anno fa
      Ma infatti stiamo attenti. Proviamo solo ad immaginare che la questione Raggi sia solo un aperitivo per dirla in maniera semplice. Credo di aver reso l'idea.
  • guido ligazzolo Utente certificato 1 anno fa
    comunque un obbiettivo deve rimanere l'impegno a riservare il 30% dei soldi risparmiati alla riduzione del debito pubblico. Solo riducendo il debito pubblico risparmieremo sugli interessi ed avvieremo il processo virtuoso che ci porterà fuori dalle pastoie del debito di bilancio.
  • sergio garrone 1 anno fa
    la bibbia dei semplici indica il percorso: chi amministra, amminestra...dividere i compiti c'è chi decide e chi esegue e chi: Controlla! ciao amore!
  • gaetano raffa 1 anno fa
    mio padre mi diceva che gli italiani svendono la propria dignità per un panino con la mortadella,quanto aveva ragione saluti gaetano
  • Ornella Pigati Utente certificato 1 anno fa
    Mi permetto di ricordare che il concetto di debito esiste solo nei Paesi costretti a prendere moneta in prestito da entità finanziarie sovranazionale, come la BCE. Nei Paesi a moneta sovrana, invece, il debito è la ricchezza dei cittadini e più è alto più consente allo Stato di investire in lavoro, opere pubbliche, Sanità, Scuola e bene comune. Occorre comprendere una volta per tutte che finché non si esce dal capestro dell'Euro, il debito pubblico continuerà a d essere il debito dei cittadini e il credito delle banche e qualunque partito salirà al governo, sarà costretto ad agire contro gli interessi dei cittadini, perché continuerà a d avere le mani legate.
    • Gianfranco B. Utente certificato 1 anno fa
      Ciao Ornella, premesso che il problema sia il sistema usurocratico impostoci dagli ottusi o conniventi liberisti. Prendere in prestito soldi dalla BCE (consorzio di banche centrali europee private) meglio definita come BCEP. È dimostrato essere catastrofico. Il problema del debito, di uno stato, potrebbe esistere comunque, con modalità di gestione diverse dallo strozzinaggio. Ogni popolo ha una certa capacità di lavoro, produzione, inventiva, se viene lasciato libero di poterla esprimere, senza essere coartato, al ribasso, come sta accadendo. Sulla base di questo valore “il lavoro” e di una ricchezza equamente distribuita, la cittadinanza potrebbe permettersi, sulla base delle sue capacità, tutto il necessario ad una vita civile e serena. Questo valore, chiamato lavoro, è stato oggetto di scambio fino agli anni quaranta. Durante il nazismo lo stato emetteva al suo interno dei titolo, chiamati MEFO e nel commercio estero utilizzava il CLEANIG. Questo permise alla Germania di uscire dalla fame, creare 7/8 milioni di posti lavoro, diventare in meno di 10 anni la prima potenza economica (e purtroppo militare) europea e tra le primissime al mondo. A parte la catastrofe storica dal 1939 in poi, questo dimostrò che se hai capacità di lavoro, produzione, inventiva e creatività esprimibili, i problemi di debito li risolvi al tuo interno col valore del lavoro. Ciao Talelbano
  • francesco solazzo 1 anno fa
    Devo decidere ancora alle politiche, spero prossime, a quale formazione politica dare la mia fiducia. Ritengo che la riflessione sull'utilizzo del denaro pubblico sia condivisibile : si può fare molto di più per il dilagante disagio sociale, azzerando gli sprechi: attendo i primi risultati della giunta Raggi.
    • Gianfranco B. Utente certificato 1 anno fa
      Ciao Ornella, conosco bene la differenza. Sicuramente saprai che, se pur in crescita, il nostro debito privato è tra i più bassi d'Europa e del mondo occidentale. Quanto commentato sopra, nel tuo precedente intervento, si riferisce, pensavo chiaramente, al debito pubblico e le possibili modalità di gestione. Come dici tu, per sua natura, il debito pubblico è inestinguibile e siamo d’accordo. Che debba essere in costante espansione, fino allo sfinimento, dato l’attuale natura del debito, non può essere ne deve essere accettabile. Ciao Talelbano
    • Ornella Pigati Utente certificato 1 anno fa
      Caro Talebano, occorre distinguere tra debito pubblico e debito privato. Quello che noi tentiamo di pagare oggi, e dico "tentiamo" poiché per sua stessa natura è inestinguibile, è un debito privato. Il debito pubblico, invece, è quello che uno Stato che emette la propria moneta, contrae con se stesso e che dunque non dev'essere ripagato, perché nessuno si può indebitare con se stesso!
    • Gianfranco B. Utente certificato 1 anno fa
      Ciao Francesc, comunque vada a Roma, dove personalmente non condivido nessuna delle modalità attivate, dato che avrei deliberato il disesto di bilancio, per ripartire da zero e troncare nettamente col passato. Se mi permetti, dovresti valutare l'idea del movimento, nel suo insieme. Non c'è, al momento, niente di più pulito, nonstante alcune cazzate che ci sono e sicuramente ci saranno. Ma mai luridi traffici o spartizione di mazzette. Buon anno a TE Talelbano
    • Andrea L. Utente certificato 1 anno fa
      Complimenti per l'onestà intellettuale. Ma nel frattempo puoi fare di piu: certificati e partecipa alle scelte.
  • Giacobbe 1 anno fa
    È possibile avere gli estremi di questa sentenza della Corte Costituzionale?
  • Vincenzo Giancristofaro 1 anno fa
    Nulla da aggiungere, sintesi perfetta di cosa lo Stato deve fare!
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 1 anno fa
    È' stata cancellata una sciocchezza inventata dalla casta al potere, una delle tante da correggere.
  • sandra s. Utente certificato 1 anno fa
    I SOLDI NON CI SONO: lo sa qualsiasi casalinga che si devono eliminare gli sprechi, cercare di non farsi truffare, comprare dove costa meno, risparmiare. I governi che si sono succeduti comprano ad esempio combustibili fossili ed energia nucleare dalla Francia, e abbiamo meno impianti solari della Germania. Sugli sprechi delle pubbliche amministrazioni basta vedere cosa rimane a Roma dei mondiali di nuoto e c'è ancora chi mi parla di olimpiadi. Se hai 100 e spendi 90 poi ti metti da parte quel poco che ti consente investimenti duraturi, se spendi 120 e te li giochi al grattaevinci finisci dagli usurai. Se poi la Banca ti dice: rientrare, la colpa non è della Troika o dell'impiegato, ma di chi se li è fumati. Nessuno ha messo sotto inchiesta Alemanno o Marino (anche se ci è stato poco) per il debito di Roma, nessuno processerà Berlusconi o i ministri economici che si sono succeduti per 20 anni di disastro. Non pagheranno i vertici delle banche fallite, babbi della Boschi o altrui. Le casalinghe che vanno a far la spesa lo sanno: poco o molti che siano i soldi, se c'è in casa chi se li fuma non potranno mai bastare.
    • Gianfranco B. Utente certificato 1 anno fa
      Roberto a Ragione, se i soldi sono per la fate bene fratelli, inteso come alcuni fratelli; i soldi vengono trovati in un millesimo di secondo. Come hanno trovato, oltre gli ultimi 20, almeno altri 11 miliardi, nell’ultimo biennio, a favore delle banche. I soldi per i più deboli, invalidi, handicappati, disoccupati, disagiati, esodati e poveri veri. NON SI TROVANO MAI. Per la buonuscita, di alcuni fratelli parlamentari, 50 milioni si sono travati al volo, sul bancone del caffè della buvette. Ciao Talelbano
    • Roberto Bucci 1 anno fa
      i soldi non sono un problema é indotto, vedi 20 miliardi per le banche. Per noi fessi non ci sono! Non si faccia prendere per il culo!!!
  • Giovanni Rastelli 1 anno fa
    Reddito di cittadinanza? Ma perché a Livorno non è stato rinnovato? Quando tornerà? A Roma e Torini niente? ... È più importante del pareggio di bilancio, come scritto nel post. Non bisogna attendere il governo.
    • Gianfranco B. Utente certificato 1 anno fa
      Ciao Giovanni, purtroppo, il comune di Livorno potrà riattivare il reddito di cittadinanza quando avrà la disponibilità di denaro, oltre la gestione corrente prevista dalle legge, altrimenti incorrerebbe in rati amministrativi. Sta di fatto che appena hanno avuto due € in più li hanno destinati a chi aveva bisogno. Stai Tranquillo lo riattiveranno aooena sarà possibile. Saluti Talelbano
  • peppone 1 anno fa
    http://www.cortecostituzionale.it/actionSchedaPronuncia.do?anno=2016&numero=275
  • Pep Gatto Utente certificato 1 anno fa
    Bravi! Voterò per Voi!
  • Giovanni Malvasi 1 anno fa
    Spero che venga predisposta una politica industriale seria per mantenere capacità produttive, settori strategici e rinforzare il made in Italy. Tutti i paesi (anche europei) lo fanno perché l'Italia deve vendere tutto agli stranieri per fare cassa o per soddisfare gli interessi di gruppi finanziari sovranazionali.
  • Gianfranco B. Utente certificato 1 anno fa
    Non ho ancora capito se si dice TROIKA o TROIA? Qualcuno deve spiegarmelo. A meno che non abbiano lo stesso significato. Questa sentenza significa che c'è un limite alla vergogna,, almeno per alcuni. Il primo passo dovrà essere la cancellazione dell’art. 81 dalla nostra costituzione. I passi successivi dovranno essere: a)Riordino del sistema bancario. Separazione tra banche commerciali e banche d’affari, b)Ripristino di una banca centrale pubblica (almeno per 2/3), non privata come è c)Riappropriazione della sovranità monetaria, emissione di moneta nazionale che potrebbe, fino a quando sarà necessario, convivere con l’EURO. d)Creazione di un organo di controllo, serio ed efficace, sulle attività bancarie. e)Divieto assoluto di poter assumere qualsiasi incarico, esteso anche ai parenti di primo grado, in banche private se si sono ricoperti incarichi, a qualsiasi livello, nei ministeri del tesoro o qualsiasi altro ministero, che abbia gestito direttamente o indirettamente, aspetti economi e risorse d’’interesse nazionale. f)Ricostituzione dell’IRI. g)Costituzione di un ministero della ricerca con l’obiettivo di arrivare entro cinque anni ad un investimento totale, tra pubblico e privato, non inferiore al 3%. h)Separare l’istituti previdenziali da quelli assistenziali che dovranno ricadere sulla fiscalità generale. i)Eliminazione totale di più pensioni fino ad un limite minimo di 3000 €. se la somma dovesse superarlo. Revisione delle pensioni oltre i 3000 € su base esclusivamente retributiva. j)Portare per tutti, politici inclusi, il limite minimo contributivo a 15 anni. k)Cancellare la legge Fornero, l)Regolare l’età pensionabile in proporzione al lavoro/lavori svolti nella vita, predeterminando dei precisi indici d’usura da lavoro. Tanto per cominciare. Saluti Talelbano
    • Gianfranco B. Utente certificato 1 anno fa
      Ciao Stefano, ci sono molti altri fondamentali da inserire. L'idicizzazione delle retribuziioni/pensioni, il reddito di cittadinanza o di sostegno, Il rappaorto vincolante delle retribuzioni/pensioni, tra minime a massime. E tanto altro. Però prima devi, necessariamente, mettere dei paletti solidi per poter recuperare le risdorse da ridistribuire. A mio avviso i punti da A a D. sono fondamentali per poter mandare avanti tutti gli altri progetti. Buon anno Talelbano
    • STEFANO A. Utente certificato 1 anno fa
      Va bene come dici.Io però metterei al primo punto la indicizzazione delle retribuzioni e delle pensioni, come ai bei tempi della maggior parte degli italiani. Cordiali saluti.
    • Gianfranco B. Utente certificato 1 anno fa
      Errore di battitura: al punto I: su base RETRIBUTIVA > errato da sostituire con: su base CONTRIBUTIVA > corretto Scusate Talelbano
    • Gianfranco B. Utente certificato 1 anno fa
      A dire il vero ne mancherebbero ancora molte. Inoltre sarebbe necessario ammodernare la costituzione per raffaorzare certi aspetti fondanti e inserire alcuni vincoli strutturali. Ciao Talelbano
    • Chetti 1 anno fa
      Interessanti queste proposte di legge ed utile scriverle in modo sintetico per punti. Ne mancano alcune di non secondaria importanza: reddito di cittadinanza, norme per un reale diritto al lavoro, legalizzazione delle droghe leggere, ius soli Bisognerebbe divulgarle con una specie di manifesto politico di movimento per preparare il terreno nel caso di vittoria elettorale e non trovarsi impreparati a governare aprendo una discussione sul programma da qui alle prossime elezioni.
    • mirella d. Utente certificato 1 anno fa
      Queste sono le leggi d portare in parlamento!
  • massimiliano fogante 1 anno fa
    Non è proprio così, la questione è di priorità, se i soldi non ci sono non ci sono, ma rispetto a certe pensioni, grandi opere, rimborsi ai partiti ecc., è indispensabile che il diritto di dignità prenda precedenza
    • Gianfranco B. Utente certificato 1 anno fa
      Sono daccordo che il diritto di dignità debba sempre e comunque pervalere. Spiagami comunque il percheé 20 miliadi per le banche, più altre porcate e rtegalie, nell'ordine di almeno altri 11 miliardia, si siano trovati in in millesimo di secondo. Senza aver minimamente toccato, sprechi, previlegi, furti e corruzione. Non ti sembra un poco strano? Ciao Talelbano
  • Franco Mas 1 anno fa
    Voglio proprio vedere come la prenderanno i saputelli piddini seduti in Parlamento, ci sarà da ridere.
  • antonio giusti 1 anno fa
    ODDIO MIO VORRESTI FARE OPERE BUONE RIVOLUZIONE CULTURALE TROVI CHI PUO' AIUTARTI E POI DI CULTURA TROVI NOMI INGLESI INSENSATI E DICI ADDIO ALLA CHIAREZZA SEMBRA DI LEGGERE LE LEGGI DEI VECCHI GOVERNI CHE INGANNANO PRIMA DI CAPIRE PARE LEGGERE IL NOME SUI MEDICINALI UNA VERA TRUFFA AL MONDO UN AIUTO A MORIRE SE DOVREMMO VEDERE IL POPOLO PIU' GRANDE SAREBBE IL CINESE NON ADOPERIAMOLO BENE IL SECONDO CREDO SIA LO SPAGNOLO USIAMO QUELLO PER LO MENO E' LATINO DISCENDENTE DAI M5S SIAMO CONCRETI
  • giorgio peruffo Utente certificato 1 anno fa
    Una classe politica di imbecilli (il massimo che offre il mercato attuale) ha votato il "pareggio di Bilancio". Una stronzata, ma con i cervelli a disposizione non c'erano migliori possibilità. Gli italiani si domandano che cosa la pagano a fare una classe politica di questo genere. Se andassero tutti in ferie per i prossimi 100 anni, l'Italia avrebbe meno danni.
    • Gianfranco B. Utente certificato 1 anno fa
      Più che imbicilli, servi venduti e incompetenti. Ciao Talelbano
  • Paolo Di Franco 1 anno fa
    sì, anhce io volevo leggere la sentenza, dove la posso trovare?
  • maurosergio o. Utente certificato 1 anno fa
    COME CITTADINO DI GENOVA MI AUGURO DI CUORE CHE IL MOVIMENTO 5S VINCA LE ELEZIONI A GENOVA PER IL SINDACO, HO PREPARATO UN DOCUMENTO, ELABORATO CON PERSONE SERIE, ATTENDIBILI E SOPRATTUTTO PRATICHE DEI PROBLEMI DELLA CITTA', ALLA LUCE DI QUANTO SOVRAESPOSTO NON POTRANNO PIU' DIRE CHE MANCHERANNO I SOLDI. AUGURI PER UN NUOVO ANNO.
  • undefined 1 anno fa
    Sono tante le cose che avevi ragione, ma sono sordi e collusi con il denaro e non mollano. Poi vogliamo parlare del famoso Ping pong (Senato e Camera che si rimbalzavano per perdere tempo?) i 20 miliardi per le banche è passata così velocemente che nemmeno i giornali hanno potuto scrivere perché a Natale e Santo Stefano erano chiusi. Tutto calcolato, la prova che il referendum era solo, sotto,sotto una dittatura democratica.
  • roberto guarino 1 anno fa
    Perfetto!Caro Beppe potresti impegnarti per le pensioni di invalidita' civile ?Noi invalidi civili ( veri ) andiamo avanti con 286,00 euro al mese !
    • sandra s. Utente certificato 1 anno fa
      la legge 104 dà 400 € di accompagnamento. Se si aumentassero, si ridurrebbero degenze e ricoveri, si pagherebbero contributi per le badanti (nemmeno le straniere ti badano per 400 €) insomma sarebbe un RISPARMIO per lo stato!! Vuoi un altro esempio? paghiamo tasse quali i bolli, l'imposta del registro, ecc. che non ripagano nemmeno i costi della macchina amministrativa che li riscuote. Eliminando queste gabelle che oltretutto fanno perdere tempo ai cittadini, si avrebbe un RISPARMIO per lo Stato e gli impiegati potrebbero essere utilizzati per i controlli antievasione.
    • Franco Barattini 1 anno fa
      infatti il reditto di cittadinanza è anche per le pensioni d'invalidità minime
  • Giuseppe C. Budetta 1 anno fa
    DIRITTI COSTITUZIONALI E FALSO IDEOLOGICO Il M5S farà ciò che stabilisce la Corte Costituzionale a favore del benessere pubblico. Questo principio andava espresso tempo prima dalle forze parlamentari. Nessuno deve avere vantaggi immeritati, grazie all’adesione ad un partito politico e tantomeno al M5S. Il merito intellettivo e lavorativo sono i pilastri di una vera democrazia, tesa allo sviluppo (anche economico). Faccio presente che la discriminazione sociale e ideologica è già punita dalla legge.
  • Vittorio Pellegrineschi (v.pellegrineschi) Utente certificato 1 anno fa
    Salve, dove è possibile trovare il riferimento della sentenza? grazie
    • marco trionfetti Utente certificato 1 anno fa
      sentenza n.275/2016
    • Viviana Cardarelli 1 anno fa
      Sentenza 275/16
  • alessandro ghio 1 anno fa
    LAURA TI AMO FORZA IL MOVIMENTO 5 STELLE!!!
  • FABRIZIO P. Utente certificato 1 anno fa
    mov al governo ..legge elettorale permettendo ..
  • Lalla M. Utente certificato 1 anno fa
    http://solangemanfredi.blogspot.it/2016/12/larroganza-del-potere.html Il 9 giugno 2015, è stato presentato un disegno di legge «in materia di istruttoria e trasparenza dei giudizi di legittimità costituzionale» (in atti senato n. 1952) Questo disegno di legge, partendo dall'assunto che “tutto il sistema istituzionale deve essere vincolato al rispetto formale e sostanziale dei vincoli derivanti dall'articolo 81 vigente, ossia il pareggio di bilancio” – e che - questi vincoli non possono essere ignorati dalle varie Corti, neanche dalla Corte Costituzionale” prevede che, ove dall'esecuzione di sentenze definitive di organi giurisdizionali o della Corte costituzionale possano derivare oneri non contabilizzati nei bilanci approvati, il Governo (attenzione, non il Parlamento) deciderà modalità e tempi della loro esecuzione[3]. In altri termini, le varie corti, anche la Corte costituzionale, potranno continuare a emettere sentenze per tutelare i diritti fondamentali dei cittadini violati dalle varie decisioni o leggi ma, quando renderle esecutive, cioè efficaci, spetterà al Governo. Insomma, con questa proposta di legge, il potere esecutivo si vuol porre al di sopra anche della Corte Costituzionale. La cosa è di una gravità assoluta solo ove si rifletta sul fatto che la Corte costituzionale è la custode della nostra Costituzione, legge fondamentale dello Stato che riconosce i diritti spettanti ai cittadini e detta le regole entro le quali il potere può e deve agire, ossia è il limite che viene dato al potere.
    • andrea a44 Utente certificato 1 anno fa
      il presidente e d'accordo perche' anche a lui piace lo sfascio
    • vincenzo p. Utente certificato 1 anno fa
      Mi domando a questo punto qual'è la funzione del presidente della repubblica, oltre che a presiedere a funerali, cerimonie varie, e al ritrito discorso di fine anno? Non dovrebbe mai controfirmare una legge si fatta!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus