I prof non vogliono l'elemosina del governo #BuonaSola

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

buonasola_.jpg

"Il premier ha pubblicato il post di un docente umbro (se esista davvero nessuno può saperlo, ndr) che elogia il Governo per aver dato "500 euro, tondi tondi, ad ogni insegnante di ruolo di questo paese, dall'infanzia al liceo".
Per completezza, le reazioni che abbiamo letto sui social non sono tutte di questo tenore: c’è anche chi ritiene che il bonus da 500 euro non sono un premio ai docenti, perché quei soldi non andranno nelle loro tasche. E li rifiuta.

Riportiamo alcuni di questi commenti contrari alla modalità di aggiornamento, introdotta con la riforma 107/15 e da rendicontare entro il prossimo 31 agosto:
Giuseppe Romeo: Ti impongono di fare con quei soldi qualcosa che ho sempre fatto con i miei. Io devo sentirmi LIBERO di spendere i soldi che guadagno come voglio. Non come vogliono loro. MI SPIEGATE CHIARAMENTE COME FARE PER RIMANDARLI AL MITTENTE SUBITO. NO FRA UN ANNO.
Gianna Seraglia: Io non li voglio. Non è questo che voglio dalla scuola: soldi per una manciata di voti. O li restituisco al mittente, o li tengo là, o mi faccio una mammografia di controllo, o li dono alla mia scuola. Che schifo.

VIDEO Hanno ucciso la scuola pubblica!

Alessandro Cadelano: Una bella banda di venduti a cinquecento euro...ricordate chi vi ha pagato il voto mi raccomando...si pensa al pc...al tablet...allo smartphone...che decadenza...ma così poco vale l'orgoglio e la dignità di un uomo?
Alessandro Cadelano: E il rinnovo di contratto? Un bonus c'è oggi....domani perché bonus si può togliere...un aumento salariale no....noi abbiamo comprato un pc col ns lavoro...Non con l'elemosina di RENZI
Daniela Dalki: Tra vari anni forse, e sottolineo forse, mi avranno ridato i soldi delle mie ferie maturate, non godute e Mai pagate... Diciamo che tra 8 anni mi avranno ridato i miei soldi, ma non capisco perché debba spenderli come stabiliscono loro...
Ivana Caponi: Già ci stanno togliendo la libertà di insegnamento...adesso ci vogliono togliere pure la libertà di scelta del nostro aggiornamento. E' un ricatto: " ti do 500€ ma mi devi dimostrare che ci hai acquistato quello che decido io per il tuo aggiornamento". Io non li ho avuti e non li voglio. Spero non mi arrivino....
Improta Pascià Lino: Da 500 euro e poi nelle scuole manca carta stampante ,carta igienica, gessi, per non parlare dei riscaldamenti, grazie RENZi che le forze dell'ordine ,insegnanti , campano con 1400euro al mese e il barbiere di Montecitorio gli danno 120mila euro all'anno ,un grazie alla tua maestra, alla tua professoressa che ti ha cresciuto in modo così intelligente da prendere in giro a tutta Italia.
Ci fermiamo qui: a ognuno le sue conclusioni." tecnicadellascuola.it

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • giulia acerbis Utente certificato 2 anni fa
    Come docente schifata metto in lista delle cose da fare: 1) NON accettare incarichi aggiuntivi e ore aggiuntive 2) rifiutare il bonus di 500 euro o se proprio me lo impediscono NON UTILIZZARLO 3) emettere disdetta sindacale ai confederati se non si danno da fare, 4) NON fare richiesta di essere valutata, 5) partecipare agli scioperi e manifestazioni solo se unitari 6) iniziare a parlare seriamente con alunni e genitori della riforma.... manca altro?
  • Roberta D'Agostino 2 anni fa
    Ma non pensate mai al fatto che gli insegnanti passano a lavoro metà tempo di qualsiasi altro dipendente ed hanno il doppio almeno delle vacanze? Senza considerare poi che hanno stipendi pari se non superiori a quelli di qualunque altro dipendente che opera nella pubblica amministrazione anche in campi delicati quali università e ricerca
  • Nthn # Utente certificato 2 anni fa
    [edit x mancanza opzione modifica] Ovviamente, siccome nel mondo si è tra i primi posti a scuola (sicuramente primi per case e capannoni di proprietà,non di certo per la scuola, ed infatti si è in bolla epica), i poveri insegnanti con vacanze fanciullesche trimestrali, visti i risultati del loro impeccabile lavoro, meritano ed esigono aumenti contrattuali ed incentivi pagati dal contribuente, non fa una piega. Povera Italia.
  • Nthn # Utente certificato 2 anni fa
    Ovviamente, siccome nel mondo si è tra i posti a scuola (sicuramente primi per case e capannoni di proprietà,non di certo per la scuola, ed infatti si è in bolla epica), i poveri insegnanti con vacanze fanciullesche trimestrali, visti i risultati del loro impeccabile lavoro, meritano ed esigono aumenti contrattuali ed aumenti pagati dal contribuente, non fa una piega. Povera Italia.
  • Dada 2 anni fa
    Comprendo perfettamente gli insegnanti, stesso discorso vale per la Dote Scuola della Regione Lombardia, oltre all'umiliazione di vederti fare l'elemosina con dei buoni che coprono 1/3 del valore dei libri e veder assegnare ad uno stesso studente che però frequenta la scuola privata, con un ISEE due volte il tuo, una somma 10 volte superiore a quella dello studente della scuola pubblica, quest'anno i buoni sono arrivati DOPO l'acquisto dei libri, ma non contenti alla Regione Lombardia hanno pensato bene di fare un elenco del materiale scolastico che puoi comprare con quei buoni INUTILIZZABILI per i libri ormai già acquistati. Oltre all'assurdità dell'elenco che prevede i tablet, i fogli da disegno ma non il "materiale di consumo" come i colori ed i pennarelli, mi è venuta una rabbia incredibile perché gente che con i rimborsi pagati con le MIE TASSE ci si è comprata le MUTANDE VERDI mi fa l'elemosina a favore della scuola privata con le MIE TASSE ed inoltre PRETENDE DI FARMI L'ELENCO del MATERIALE SCOLASTICO, album si, pennarelli no !
  • Lucia De Giorgio 2 anni fa
    Sono perfettamente in linea con chi afferma che i 500 euro sono una spudorata azione di marketing. Dal momento in cui è stata data notizia, solo ai diretti interessati, cioè noi docenti, ho pensato che una mossa del genere da parte del governo è studiata per deviare l'attenzione dell'opinione pubblica dai reali problemi della Scuola pubblica. In uno Stato democratico in cui la Costituzione viene rispettata e non riformata utilitaristicamente, la Scuola pubblica non dovrebbe essere sistematicamente depauperata a vantaggio della scuola privata. Inoltre, in uno Stato democratico, ai lavoratori della Scuola sarebbe già stato rinnovato il contratto da anni, contratto che invece è fermo dal 2008. I 500 euro sono un obolo per ingenui. Dovremmo rifiutarlo in massa!
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 2 anni fa
    Finche' ci sara' questo governo nessuno, nemmeno gli insegnanti, potra' ottenere piu' di una elemosine. E gli va ancora bene perche' per il rinnovo del contratto degli statali, fermo da sei anni, e' disponibile solo una manciata di monetine. Forse il premier viene dalla Mancia, com don Chisciotte.
  • Clesippo Geganio Utente certificato 2 anni fa
    queste modalità di elargire denaro pubblico ha il fine di disgregare il popolo che unito farebbe paura a qualunque Governo, come insegnavano in nostri avi "divide et impera" letteralmente dividi e comanda, cioè il migliore espediente di un politico per controllare e governare un popolo è dividerlo, provocando rivalità e fomentando discordie. Pensate che infamia possa concepire ed applicare un governate contro i propri connazionali.
    • Rosa Anna 2 anni fa
      Concordo
  • Andrea Zanella Utente certificato 2 anni fa
    Signore e signori, il medioevo è tornato! che l'ignoranza trionfi.
  • harry haller Utente certificato 2 anni fa
    Che sporchissimo gioco: dopo gli 80 Euro, ecco i 500 Euro per prendere due piccioni con una fava: calmare gli insegnanti, ( esasperati da continue riforme piovute loro sulla testa senza essere stati mai interpellati, con un contratto illegalmente bloccato da cinque anni, con le retribuzioni tra le più basse d'Europa) e far balenare, nella pubblica opinione, l'idea di un Governo che "fa", che davvero si muove per la modernizzazione della Scuola Pubblica: ma che comprassero carta igienica e fogli per le copiatrici, ausili didattici, libri, attrezzature di Laboratorio, invece del cercare di comprare noi.....
  • john f. 2 anni fa
    Comunque, con le chiacchier stiamo a zero.
  • giuseppe c. Utente certificato 2 anni fa
    quando ho chiesto a mia mamma(maestra) sei contenta ti danno 500 euro... lei mi ha risposto si se servissero a comprare gesso e cancellino!!!!!!
    • harry haller Utente certificato 2 anni fa
      Giusè, nun 'o devi dì, che tua mamma, è 'na maestra: nun t'ha insegnato l'uso de 'a punteggiatura.......
  • john f. 2 anni fa
    I corsi di aggiornamento a pagamento non sono taroccati. Quelli pezzottati, sono ben altri. Il sistema perverso è quello secondo il quale più corsi fai e più sei valutato dal preside manager. In pratica, invece, per fortuna, nella maggior parte dei casi, una buona valutazione del docente si ha tirando le somme tra la preparazione dell' alunno e la sua voglia di imparare oltre (soldi permettendo da parte dei tartassati genitori).
    • Clesippo Geganio Utente certificato 2 anni fa
      anticiparli come? All'italiana come faranno alcuni insegnanti, cioè acquistando prodotti presso un commerciante compiacente, oppure nel negozio del coniuge o figli e perchè no invitando gli altri insegnati a fornirsi nel proprio negozio ecc... Lo Stato o meglio un Governo serio ligio ai principi costitutivi della repubblica NON DOVREBBE MAI ELARGIRE DENARO ma trovare modalità differenti evitando di mercificare la coscienza dei propri connazionali.
    • john f. 2 anni fa
      A prescindere, i soldi bisogna anticiparli e DOPO te li danno.:-)
    • Clesippo Geganio 2 anni fa
      ma su dai sappiamo come si svolgono queste cose, basta un firma sul "registro" delle presenze e poi ognuno per i fatti suoi... altro che aggiornamento didattico e professionale.
  • damiano dondarini 2 anni fa
    "è inutile parlare con un governo sordo, solo i fatti contano."
  • damiano dondarini 2 anni fa
    è inutile parlare con un governo sordo, solo i fatti contano.
  • franco rossi 2 anni fa
    Indagate di più su questo 'Giovanni'. Lo stile della missiva ricorda molto il Bomba. Sarebbe uno bello scoop dimostrare che in realtà questo 'Giovanni' è il Bomba medesimo. Una bella figura di cacca per quel tronfio dittatorello
  • Fabrizio a. Utente certificato 2 anni fa
    Certo, quel professore umbro dev'esser proprio un morto di fame visto che dichiara " quei due dizionari di psicologia costosi che puntavo da anni e non mi sarei mai potuto permettere"... Non se li sarebbe mai potuto permettere...Caspita! gli avranno versato 50.000 euro e non 500... Mi sorge un dubbio: quel professore umbro non esiste affatto ( da come ha scritto quel post o è un ragazzino di 12 anni che si meraviglia del giocattolo nuovo o l'ha scritto qualcuno dello staff di Renzi, che sono tanto bravi ad incantare ( e imbrogliare) il popolo credulone ( ne sono prova le dichiarazioni fatte nel passato da Renzi e le controdichiarazioni che fa oggi).
  • Massimo Tramonti 2 anni fa
    ...queste "buone idee" non altro che le radiografie dei processi ideologici di questa generazione di depravati progressisti (di dx e di sx, naturalmente....). Aggiornati dai "vademecum" de la repubblica, del corriere della "notte", della stampa e dell'unità...in più resi docili ai poteri "forti", dalla loro ambizione e dalle loro vanità...Disastro imminente.
  • tonino 2 anni fa
    TROPPE PERSONE SONO COME STRUZZI CON LA TESTA SOTTO LA SABBIA,MA IL SEDERE A PORTATA DI CALCI! SOLO BUONI A PRENDERLI? VERAMENTE SONO ANCHE MERITATI! SI SPERA CHE LA TESTA LA METTANO FUORI PER vedere IN CHE SCHIFO STIAMO NAVIGANDO A CAUSA DI SCELTE POLITICHE SUICIDE?
  • Clesippo Geganio Utente certificato 2 anni fa
    il Governo invece di regalare soldi per accontentare i cittadini-elettori dovrebbe ridurre la pressione fiscale contestualmente ridimensionare i costi astronomici della politica ladra a tutti i livelli istituzionali.
  • Clesippo Geganio Utente certificato 2 anni fa
    @ John 500 € dovranno essere giustificati in corsi di aggiornamento alla professione, sai in Italia come si certificheranno questi corsi? Beh! Prova a immaginarlo.
  • john f. 2 anni fa
    @clesippo o come ti chiami. Prima di parlare collegare il cervello. I docenti italiani sono sottopagati in modo scandaloso. Se ti va bene, bene, sennò pedala.
  • john f. 2 anni fa
    Ma posate i soldi, dopo che vi siete spartiti i contributi ai vostri partiti. Uguale alla social card del banana.
  • roberto pisco 2 anni fa
    Benissimo continua il mercimonio di voti. Speriamo nell'arrivo dell'eletto che a frustate caccerà i mercanti dal tempio. Italiani svegliamoci!!
  • Arrigo Vidotto 2 anni fa
    Una domanda (seria)ai deputati e senatori 5stelle, che sono esperti: come si può fare per restituire la vergognosa "mancia" elettorale dei 500€? Si può lanciare una campagna con questo obiettivo? Grazie Arrigo
  • Clesippo Geganio Utente certificato 2 anni fa
    è stato dato il via libera ai 500 € come contentino per la BUONA SOLA e non pochi insegnanti si stanno già sfregando le mani per la gioia di riceverli senza fare una cippa di lippa... il premier pallonaro sa come accattivarsi l'italiano medio!!!!!
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus