Tari, lo scaricabarile dell'Anci

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Giuseppe L’Abbate, M5S Camera

Già nel 2014 qualcosa ai cittadini leccesi non quadrava a proposito dell’applicazione della quota variabile della Tari alle pertinenze. “Moltissimi contribuenti hanno protestato, non ritenendo legittima l’applicazione della quota variabile anche ai garage” scriveva il Comune chiedendo un parere all’Anci, l’associazione dei comuni che nasce proprio per supportare le amministrazioni. E nel parere formulato come risposta alla domanda del Comune, l’Anci dice che è “tutto apposto”, la quota variabile va applicata anche alle pertinenze.

Questo documento inchioda l'Anci alle sue responsabilità sull'errato calcolo della ‘quota variabile’ della Tari, la tassa rifiuti. Ma dopo aver addossato tutte le colpe del pasticciaccio brutto sulla Tari al ministero dell'Economia e delle Finanze e alla normativa che, a suo avviso, era poco chiara, il Presidente nazionale, nonché Sindaco di Bari, Antonio Decaro (PD) scarica le responsabilità su Ancitel.

Ma Ancitel è Anci. La partecipata è nata per svolgere attività di informatizzazione dei Comuni italiani. Infatti, come emerge dalla sua compagine societaria è detenuta al 57% circa da Anci e poi da società a prevalente carattere tecnico-informatico. Quindi per ciò che concerne la gestione politica e l'applicazione delle normative, ivi incluso il servizio Anci Risponde (prima in capo alla controllante), non si possono scaricare su Ancitel le responsabilità delle decisioni prese. Nel suo operato, Ancitel e gli esperti coinvolti prima di esprimere pareri "vincolanti" si confrontano necessariamente con Anci e Ifel, le cui "politiche" sono poi trasferite nell'operato della controllata. Lo scaricabarile di Anci non sussiste: basti pensare che il Presidente di Ifel è contemporaneamente delegato Anci alla Finanza Locale e sarebbe assurdo che Anci, Ifel e Ancitel non si parlassero.

Quello che appare chiaro, invece, è che a venir meno è proprio la credibilità delle nostre istituzioni: ma da chi siamo governati? E i contribuenti perché devono sostenere Anci attraverso i Comuni e la sua fondazione ‘Ifel’ con il prelievo del 6 per mille dall'Imu se poi la consulenza fornita è questa? Abbiamo sempre sostenuto che l'Anci, più che fare l'interesse dei comuni italiani, propende più per il sostegno al Governo di turno, del resto il presidente allora era tale Piero Fassino e a dirigere l'esecutivo c'era un certo Renzi.

Tutto ciò è venuto alla luce attraverso una mia semplice interrogazione parlamentare. Non oso immagine cosa potranno scoprire gli Italiani quando saremo al Governo.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Stefano Spataro 1 mese fa
    A seguito dei chiarimenti TARI del 20 Novembre 2017 – Circolare n° 1 /DF del Ministero dell’Economia e delle Finanze viene indicato che i principi di calcolo della TARI sono stati presi dalla TARES del 2013. Ho notato che nella TARES del 2013 il Comune di Milano aveva aggiunto la quota variabile anche alle pertinenze, dando così origine all'errore sulla successiva TARI.
  • Roby G. Utente certificato 1 mese fa
    Che il sistema fiscale italiano sia tra i più complicati ed iniqui del mondo non è una novità per nessuno.Per coprire le magagne delle amministrazioni statali e locali passate ne hanno fatto una complicata Cabbalà dove anche il più povero contribuente necessita di un esperto addetto alla materia per capire cosa il fisco pretenda da lui. La persecuzione dura da tanto tempo ,infrangendo anche la Costituzione, che molti subiscono rassegnati senza capire cosa deve pagare.Stando cosi le cose questa è una Repubblica composta di sudditi a regime oligarchico. Però sempre qualcuno si ribella e pone agli altri le domande che fanno comprendere il "sistema". Gutta cavat lapidem.!
  • sergio boscariol 1 mese fa
    le tasse dei comuni per la sopravvivenza degli stessi devono essere chiare e non cambiare il nome a secondo convenienza ed devono essere uguali sia al nord che al sud se cio' non fosse vuol dire che e'un modo di far pagare il pizzo ai cittadini giu' le mani dalle tasche del popolo!!!
  • Lino V. Utente certificato 1 mese fa
    A proposito di TASSE ....: Bisogna cominciare spiegare al "Popolo Bue Italiota " cosa Lo aspetta dopo le Elezioni ( in pratica lo aspetta .... La Grecia !!) vedi ad es.: https://scenarieconomici.it/katainen-ha-ragione-il-governo-deve-dire-la-verita-agli-italiani-cioe-che-perderanno-i-soldi-con-le-banche-e-con-le-tasse/ KATAINEN HA RAGIONE: IL GOVERNO DEVE DIRE LA VERITA’ AGLI ITALIANI. CIOE’ CHE PERDERANNO I SOLDI CON LE BANCHE E CON LE TASSE IL BUCO A PRIMAVERA (DOPO LE ELEZIONI) E LE NUOVE TASSE. Dato che la "supercrescita" 2017( comunque sia , siamo e saremo sempre gli ultimi in EUROpa ) non è previsto si ripeta nel 2018, e dato che : comunque il fabbisogno dello Stato è stato di 16 miliardi a settembre 2017, la Commissione vuole “ Una Correzione ”. Però ci sono le Elezioni, per cui la correzione viene rimandata alla prossima primavera , con il "nuovo Governo "( di "destra o di sinistra " tanto sono 2 facce della stessa medaglia EUROpeista/filoTedesca/filobanKiera/ filoPrivatizzazioni/filoTagli/filoPIU'Europa a prescindere ) Si sa anche la cifra, circa 5 miliardi, più o meno l’IMU sulla prima casa (così avete un’idea di dove andranno a prendere i soldi). Per ora è una letterina, vuoi mai che vincano i “Populisti” poco "affidabili " del M5st....
  • undefined 1 mese fa
    Buongiorno,riguardo la tari e le ingiustizie trovate da voi.. non so se a me hanno aggiunto persone...il mio comune invece non applica il dpr del 1998 con la scusa che l `agenzia delle entrate non ha emanato l`avviso per l`utilizzo del decreto quindi per il calcolo della metratura calcolano tutto al 100%.quindi devo pagare per 100 mq in più!!!
  • massimo m. Utente certificato 2 mesi fa
    Umberto Del Basso De Caro, ministro Sottosegretario di Stato alle Infrastrutture ed ai Trasporti nel Governo Gentiloni. Il sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti Umberto Del Basso De Caro è finito ora sul registro degli indagati con le accuse di tentata concussione e scambio di voto. L'esponente del governo Gentiloni è indagato dalla Procura di Benevento. Una delle due ipotesi di reato, quella del voto di scambio, gli viene contestata in concorso con la moglie Ida Ferraro, dirigente dell'ospedale Rummo. L'indagine fa riferimento ad una vicenda avvenuta nel 2013, scaturita da alcune intercettazioni telefoniche tra il parlamentare del Pd e la consorte. Assicurazione, bollo, manutenzione, parcheggio…Basta! Ero su una vettura in car sharing e pure con radio. Mi sintonizzo alle 19 sui titoli di apertura del TG3 RAI. Nessuno ne parla. Ma non eravamo andati fino ad oggi in tutte le prime pagine di tg e giornali per un semplice candidato senza alcun incarico ed espulso prontamente in 12 ore? Trova le differenze… Riotta, perché non dovremmo essere leggermente inca..ati? Abbi pazienza, Riotta!
  • Maria 2 mesi fa
    De Caro, ma ..come fa a studiare i problemi di gestione se non ha mai tempo perché corre di qua e di là, a presenziare cerimoniali buoni solo ad autolegittimarsi?
  • Armando Pace 2 mesi fa
    Delinquenti culturali
  • Alessandro L. 2 mesi fa
    E per fortuna sarebbero quelli del M5S che, secondo i vecchi partiti e in particolare per Salvini, dove governano fanno solo danni. Ci danno per dilettanti, incompetenti, però in bancarotta ci stanno portando i vecchi partiti, TUTTI. Sbrighiamoci a denunciare tutte le porcate che hanno e stanno, facendo. Nessuna tregua, il popolo deve essere informato e se poi, quando saranno in cabina, insisteranno a votare i soliti scarafaggi, beh, non dicano poi che non lo sapevano.
  • gianluigi f. Utente certificato 2 mesi fa
    Denunciate tutto andare in TV e non solo a sputtanare la banda bassotti. Adesso è il momento di dargli il colpo di grazia, non mollate l'osso.
  • giovanni . Utente certificato 2 mesi fa
    ADDOSSO ADDOSSO ADDOSSO dategli addosso a queste Istituzioni che si spalleggiano l'un l'altro. Siamo presi costantemente per il c..lo e poi quando li smascherate fanno il gioco dello scaricabarile. Grazie per la vostra tenace e approfondita opposizione.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus