No alla guerra in #Libia, sì alla sicurezza degli italiani!

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
diba_libia.jpg

"CAOS IN LIBIA: I cittadini hanno paura? Hanno ragione! Il ministro degli interni è ALFANO, uno incapace persino di gestire l'ordine pubblico durante una partita di calcio. E poi Alfano come potrebbe riconoscere un terrorista se non ha nemmeno riconosciuto Croce Napoli, capomafia di Palma di Montechiaro, quando qualche anno fa lo baciò dolcemente sulla guancia? Scusi se divago PRESIDENTE ma il popolo italiano ha un disperato bisogno di memoria! E poi smettetela di fare affari con quei paesi che sostengono il terrorismo. Ipocriti! Dire NO alla guerra in LIBIA non significa stare fermi! NOI vogliamo garantire la sicurezza degli italiani e per farlo non abbiamo bisogno di bombe ma di aumentare le risorse per le forze di sicurezza e di intelligence qui in Italia. Dove prendere i soldi? Vi rendete conto mentre il LIBIA, a pochi km da noi c'è il caos noi siamo ancora in guerra in AFGHANISTAN dove, nel 2015 spenderemo quasi un milione di euro AL GIORNO! Questi soldi non potremmo investirli nella sicurezza dei cittadini italiani? Una guerra in Libia sarebbe una catastrofe. Sarebbe il nostro Vietnam! Se Gentiloni e Pinotti vogliono fare i "marines" si accomodino pure, i loro stipendi da casta li utilizzeremmo per riparare qualche scuola, per bonificare qualche terreno nella TERRA dei fuochi o per pagare la benzina ai poliziotti, perché la vera guerra, quella che molti mezzi di comunicazione e tutte le forze politiche vogliono farci dimenticare ce l'abbiamo in casa, non in Libia!" Alessandro Di Battista

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Rolando D. Utente certificato 2 anni fa
    Dovremmo chiudere in una stanza renzie, obama, hollande e tutti gli idioti come loro ed i capi dell'isis. Facciano ciò che credano e dopo 2 giorni, riapriamo le porte e vediamo chi è rimasto vivo. Vediamo se alla gente comune importa fare la guerra per gli interessi delle multinazionali
  • Riccardo Lipari 2 anni fa
    La guerra, la paura e l'immigrazione creano posti di lavoro; la democrazia occidentale é fondata sul lavoro non sul buon senso. Dateci una mano a cambiare.
  • Andrea Zanella Utente certificato 2 anni fa
    Alessandro, sei un grande! Tu dici tutto quello che io vorrei dire a sti idioti! Grazie!
  • silvana rocca Utente certificato 2 anni fa
    Infatti: CHE SI SCANNINO FRA DI LORO! Siamo vicini? Bene li ASPETTIAMO A CASA NOSTRA SEMMAI !!!!!
  • Enzo Chiesino Utente certificato 2 anni fa
    Lasciamo che gli Islamici sistemino le loro beghe tra loro, non interveniamo, non facciamo gli errori del passato, se gli americani vogliono intervenire che lo facciano da soli, sarà un altro fisco, oramai le guerre non si combattono più tra fronti opposti, ma con attentati e coinvolgendo il popolo ignaro. L'unica cosa che propongo è un rafforzamento della sorveglianza interna e dei mari, eliminiamo ogni imbarcazione che potrebbe essere un mezzo di trasporto per profughi.
  • M. Mazzini 2 anni fa
    Quanta facilità, quanta ciarlataneria! Di Battista ha ragione, per questo viene attaccato dal New York Times, la guerra la vuole Obama per ingraziarsi le simpatie della destra, però siccome Obama è un Nobel per la Pace, la guerra la vuole far fare agli altri, ai paesi del mediterraneo. L'ISIS devono spazzarlo via i paesi musulmani, il terrorismo nuoce soprattutto a questi paesi. Se entriamo in guerra facciamo un passo falso dagli esiti imprevedibili.
  • Terry E. () Utente certificato 2 anni fa
    Il califfato e l'Isis sono la tragica conseguenza di un susseguirsi di guerre con migliaia di morti tra bimbi e civili nei paesi arabi. Vogliamo perseverare?si accomodino in prima fila Gentiloni,Pinotti,ecc, e chiunque voglia sporcarsi la coscienza di altre mattanze. Ci deve essere una via diplomatica che porti alla pace perché la guerra genera guerra ,violenza e terrorismo.
  • Dimagrimento Veloce 2 anni fa
    [ Come dimagrire... mangiando? ] Lo sapevi che è possibile dimagrire mangiando? Sì, hai capito... a patto che metti dentro cibi brucia - grassi anche ! Certo non straffogandoti solo di nutella :) Leggi come fare qui: http://dimagrimentoveloce.org/2014/12/30/come-dimagrire-mangiando/
  • alfonsina p. Utente certificato 2 anni fa
    OT. Caro (?) Mentana, oggi, nel tuo tg, hai mandato in onda il video dei selfie di renzi e marchionne con i lavoratori, perché non hai mandato anche i video delle contestazioni e di quel ragazzo che voleva dare a renzi un cappello da pagliaccio? Evidentemente sai benissimo che quello che rimane nella mente degli italiani, sono le immagini e non le parole. È come per i bambini piccoli, le figure sono più importanti delle parole e in quanto a infantilismo, gli italiani (quelli che non votano 5***** o non votano affatto), non sono secondi a nessuno. Qualcuno, su questo blog, mi "ha rimproverato" che definisco italioti i miei concittadini. E come considerare delle persone che si fanno abbindolare da un venditore di pentole? Intelligenti? Persone che credono a "uno"che prima dice che farà una riforma al mese, poi dice che le farà in 100 giorni, poi in 1000 e poi, forse in 10000? Come definire persone che credono ancora in un condannato? Credetemi, sono stata fin troppo buona, perché il fatto che io debba pagare per la stupidità degli altri, mi irrita non poco. Io non mi ritengo più intelligente degli altri, ma sicuramente, non credulona e molto curiosa, quindi MOLTO INFORMATA e, di conseguenza, più critica.
  • alfonsina p. Utente certificato 2 anni fa
    Io sono FAVOREVOLISSIMA a mandare degli italiani in Libia, ne bastano 3: RENZI, GENTILONI E LA PINOTTI. Sono così bravi a "SPARARE" cazxate che bastano loro a risolvere la situazione. Eh, signori (?), vi piace mandare al massacro i figli degli altri?
    • Enzo Chiesino Utente certificato 2 anni fa
      Commento sintetico e chiaro, magari possiamo aggiungere anche il B. come comandante delle forze parlanti, Fini, Casini, Alfano, la Bindi, Dalema, Napolitano vice comandante, una squadra ben preparata che magari riesce ad incantare di parole i terroristi .
  • paolo romanello 2 anni fa
    Allora, io, non sono mussulmano, non sono ebreo, non sono cristiano, io non sono..... Ma sono figlio di Dio!Fratello di tutti, è così per ognuno di noi.Cosa voglio dire, voglio dire che nessuno, nessuno può dire di essere migliore di un'altro, non esiste somma di denaro,democrazia migliore,religione, tipologia di essere umano che sia SUPERIORE ad un'altra. Esiste però ,purtroppo,il voler comandare,lo sfruttare,il dominio sul simile che distrugge il rispetto e il diritto di ogni libera scelta etica!Questo è il Mondo, così ha funzionato, prima e adesso, vogliamo rimanere così, incivili, guerra fondai e distruttori di civiltà per sempre?Esiste una regola fondamentale che si basa sull'altrui rispetto. OK, l'ISIS è da condannare, ma ci sono molti altri da condannare, assai peggiori, coloro che sfruttano l'ignoranza fanatica di questa fazione, per soddisfare la smania di potere e di dominio,nulla a che vedere del portare ,pace e democrazia. Si è visto nei secoli, i più emancipati (auto definiti civili),hanno usato la loro "emancipazione", per depredare di ogni cosa,di ogni diritto, della libertà i più "selvaggi" che selvaggi non erano, solo avevano usi e tradizioni, storia, diversi!Mai, il dialogo è stato fine alla pace con loro ma il fine di ogni contatto che aveva parvenza di dialogo, era il dominio e lo sfruttamento!Presi con forza e resi schiavi, venduti e comperati. Ne più e ne meno ,come oggi, ogni traffico ,anche il più ignobile (quello di organi, presi ai bimbi), è operato per i soldi e conseguentemente il POTERE!Signori miei, rendiamoci conto, tutto è studiato e pianificato, perchè il fratello sfrutti il fratello. Non si tratta di essere dalla parte dei Mussulmani,ho, no, si tratta di essere dalla parte di ogni creatura, aspirando così alla pace universale!Non me ne frega se sono frasi da santone!Sono frasi da uomo consapevole che il Mondo,l'universo è di tutti e nessuno lo può depredare!Questo penso e scrivo! Buona vita a tutti! Paolo buon.
    • KKKSS 2 anni fa
      Iscriviti al part. radicale ...Con quelli potrai farti un gran casino di pippe mentali.. WSSW
  • Alessio Santi Utente certificato 2 anni fa
    La guerra c'è l'abbiamoin casa, tutte le sere, al calare della sera, con ladri e delinquenti che ora la fanno da padroni incontrastati, delle strade e delle piazze della città', dei paesi in campagna o al mare/montagna, dove furti, aggressioni e rapine aumentano di settimana in settimana... La sicurezza dei cittadini indifesi è' messa in pericolo .... E mentre noi spendiamo soldi su inutili e perfino dannose guerre preventive in Asia e in Africa, si leva la richiesta di aiuto di milioni di cittadini indifesi da questo stato assente, sordo e cieco, cittadini alla mercé' di tanti immigrati e disperati che fanno da manovalanza alla delinquenza di casa nostra
  • Ferdinando Delle Rose 2 anni fa
    Io mi domando, sia il M5S che la Lega di Salvini hanno tante cose in comune la si pensa nello stesso modo a cosa aspettano a confrontarsi a dialogare a potersi unire e sperare in un futuro migliore per il bene dell'Italia. Eleiminiamo il tutto il marciume che ci sta intorno non dimentichiamo, a maggio si vota in alcune regioni quale occasione migliore per formare un grande alleanza.
  • kkkss 2 anni fa
    Ma per il m5s chi lo a deciso il no alla guerra??La democrazia diretta che fine ha fatto?
    • Enzo Chiesino Utente certificato 2 anni fa
      KKKss, ma va a cagà.
    • kkkss 2 anni fa
      Anche se vi prendono a calci sui denti?
    • Patrizio De Grandi 2 anni fa
      Il no alla guerra è presente in uno degli articoli principali della nostra Costituzione.
  • KKKSS 2 anni fa
    L ITALIA NON PUO'PERMETTERSI DI PERDERE LE RISORSE ENERGETICHE QUALI GAS E PETROLIO.....PENSATE ALL IMPATTO CHE AVREBBE LA MANCANZA DI TALI RISORSE...L ITALIA NON PUO ASPETTARE CHE QUALCUNO GLI TOLGA LE CASTAGNE DAL FUOCO..NON LO FARA NESSUNO CERTAMENTE..E LA DIPLOMAZIA CON L ISIS SERVE MENO CHE A NULLA...CIO CHE E' PREOCCUPANTE SONO LE NOTIZIE SULLA MOTOVEDETTA CHE PRATICAMENTE SI E' ARRESA DAVANTI A QUACHE SFIGATO A BORDO DI UN GOMMONE.. TEMO CHE IN QUESTO PAESE SCHETTINO HA MOLTI DISCEPOLI WSSW
  • Michele Giaculli Utente certificato 2 anni fa
    Con la media INVERNALE di 2000 sbarchi a settimana, fanno 100.000 all'anno. ma d'estate (da aprile a ottobre) sarebbero almeno 5000 se non più, per cui fanno da 150.000 a 200.000 sbarchi. E' semplicemente assurdo pensare di accogliere questi qui. Pertanto, unica soluzione è blocco navale della costa libica, e poi magari CIE in Libia. Quando in Libia, senza bombe sui civili alla franco-americana, ma appoggiando sicuramente le forze locali e l'egitto (altrimenti non si può fare niente, ora come ora) ci sarà un governo capace di controllare il suo territorio, con il quale per forza di cose saremo amici o dovremo essere amici, questa storia degli sbarchi finirà. Sarebbe bene che il Movimento capisse che questa è una emergenza annunciata.
  • Aldo Masotti Utente certificato 2 anni fa
    Aumentare i costi di polizia qui ? E perche' mai ? Ogni scarrafone e' figlio a mamma sua: il problema e' religioso e le azioni criminali sono figlie del Corano in quanto giustificate con esso. L'Islam e' aggressivo per natura in quanto non legittima il "diverso da se'". Su questo ha ragione Salvini bisogna interrompere gli sbarchi contrastandoli in partenza . Si puo' trattare con una delle parti e chiedere una area di territorio per istituire un CIE oltremare. In tale area dare occupazione alle persone ed addestrarle all'uso delle armi affinche' ritornino nei loro territori a riprendersi la loro liberta' . Indipendentemente da di chi sia la colpa, la responsabilita' di atti criminali e' personale. Abbiamo il diritto di difendere i nostri interessi cosi' come fanno tutti i paesi che vengono rispettati . Se lo fa Putin va bene se lo facciamo noi no ?
  • giuseppe Amato Utente certificato 2 anni fa
    Palma presente ma dall altro lato pero!
  • Carla Ninniri 2 anni fa
    Condivido in toto perchè hai ragione da vendere. Continua così, si sa che la verità fa male a quel Parlamento pieno di corrotti, inetti e piduisti. Solo voi M5S siete la luce e avete il sacrosanto diritto di governare presto questo paese. Viva il M5S!
  • pasquino 2 anni fa
    ..bravissimo DiBa! ..Li manderemo tutti a casa col M5S! ..e a riveder le stelle!
  • Michele Giaculli Utente certificato 2 anni fa
    Concordo con Di Battista su tutto, però manca un punto fondamentale: DOBBIAMO BLOCCARE GLI SBARCHI. E la proposta che hanno fatto Lega e Fratelli d'Italia, di istituire il blocco navale della Libia, mi sembra più che ragionevole. Se si consente il "libero sbarco", siano fottuti. Credo che il Movimento dovrebbe riflettere su questo, sia per doveroso interesse nazionale che per legittimo interesse di partito.
    • Michele Giaculli Utente certificato 2 anni fa
      e' una cosa semplicemente ridicola. e ammesso che esista un accordo internazionale del genere, LO SI VIOLA, PUNTO E BASTA. Primum vivere, deinde philosophare.
    • Aldo Masotti Utente certificato 2 anni fa
      Infatti. Ma possiamo con legge consentire di istituire CIE oltremare. Dopo li teniamo li in attesa di identificazione.
    • M. Mazzini 2 anni fa
      DI BATTISTA scusa, perché non tirate fuori la normativa, gli accordi internazionali che impediscono all'Italia il non accoglimento di immigrati provenienti da zone di guerra? Dico questo perché sento urlare a pieni polmoni che "Bisogna bloccare gli sbarchi". Purtroppo, e ripeto, purtroppo, l'Italia NON PUO' BLOCCARE GLI SBARCHI! A meno di un'azione unilaterale, in palese violazione di accordi internazionali, impossibile da prendere perché nessuno se ne assumerebbe la responsabilità, né governo né parlamento né UE e neppure le Nazioni Unite. Un'azione che di fatto sancirebbe lo stato di guerra in Italia.
  • Alessandro P. Utente certificato 2 anni fa
    Non capisco perchè si voglia attaccare la libia quando il califfo "abbronzato" dell'isis si trova a washington.
    • giorgio genzo 2 anni fa
      Complimenti, finalmente lo sento dire con diplomazia. 666
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 2 anni fa
    La guerra in Libia c'e' gia, da quattro anni. Finche' si ammazzavano tra di loro quella guerra ci sembrava lontana e di scarso interesse. Abbiamo difeso i nostri interessi commerciali, abbiamo sostituito il petrolio libico con quello russo, tanto sempre petrolio e'. Neppure abbiamo fatto autocritica per averli abbandonati al loro destino dopo che si e' capito che la "primavera araba" era solo un'illusione romantica. Certo e' stato giusto abbattere la dittatura di Gheddafi ma purtroppo la realta', in Libia come in Iraq come in tanti altri paesi dittatoriali, e' che la democrazia non e' una merce, non si esporta ma si conquista con un processo lungo e faticoso, in primo luogo culturale. E non e' neppure detto che la democrazia sia il sistema di governo migliore, specie quando e' finta o illusoria o inquinata. E' stato l'ISIS a risvegliare il nostro interesse per la Libia, la sua avanzata peraltro prevista, la sua ferocia, la sua drammatica propaganda. Ora che e' "a sud di Roma" ci accorgiamo che la nostra tranquillita' e' in pericolo cosi' come la nostra sicurezza. E' un pericolo reale e imminente che va affrontato e scongiurato, prima di trovarci il terrore in casa nostra, prima che incomincino gli attentati e le uccisioni. Mandare l'esercito in Libia non e' la soluzione. Per una questione ideologica sancita dalla nostra Costituzione, che comunque violiamo tranquilamente da anni visto che i nostri militari sono sparsi per il mondo a sostegno di guerre altrui. Ma anche per un motivo logistico. Non abbiamo la forza e neppure i mezzi per impelagarci nel groviglio di rivaluta', interessi e intrighi che oggi costituiscono la Libia, con fazioni rivali agguerrite e armate fino ai denti. Ci vorrebbe uno sforzo bellico paragonabile a quello spiegato in Iraq, e sappiamo li' come e' finita. Si vedra' come partecipare alle iniziative ONU. Quello che invece possiamo fare da soli e' evitare che l'ISIS arrivi da noi con i barconi o con le nostre navi e dobbiamo farlo subito.
    • Enzo Chiesino Utente certificato 2 anni fa
      BISOGNA DISTRUGGERE TUTTE LE IMBARCAZIONI CHE POTREBBERO TRASPORTARE QUESTI POVERI DISGRAZIATI.
  • alvise fossa 2 anni fa
    NO ALLA GUERRA IN LIBIA E SI ALLA SICUREZZA DEI CITTADINI,AVANTI COSI' 5 STELLE
  • franco tommaso adiletta Utente certificato 2 anni fa
    Dalla notte dei tempi , la violenza sull'altro , per impossessarsi delle sue risorse è stata una costante. Ora c'è anche l'industria bellica , che si alimenta solo con un mondo destabilizzato . L'Italia non solo esporta , ma è costretta ,con le visite di Obama ad acquisire gli F35 .Per cui , con le scuse di armi chimiche ,testate nucleari fantasma ,missioni di pace ,export di democrazia ,le potenze militari cercano pretesti per aizzare i focolari di guerra . Grazie ai ragazzi 5s del
  • maurizio p. Utente certificato 2 anni fa
    DIBA bravo!
  • Fabio T. Utente certificato 2 anni fa
    .quando il latte è versato puoi fare tre cose: -1 stai lì a ragionare fino a che ti fuma il cervello sul perché è successo. -2 lo lasci li e ci giri attorno. -3 intervieni e pulisci cercando di non far succedere ancora il guaio. Questi personaggi vestiti di nero se vogliamo si possono anche lasciar fare ma con quali conseguenze? Così..è una domanda.
  • anna cardia 2 anni fa
    Bellissimo discorso, cosa si può obiettare all'analisi fatta da Di Battista? E' tutto vero.Bisogna tener presente come obiettivo solo il bene dell'Italia.Non si va in guerra per far vedere che l'Italia è una grande nazione, che il governo è amico dell'America o di questo o quel paese, non si partecipa perchè ce lo impone Tizio o Caio.Prendere le armi è una cosa seria, noi cittadini siamo contrari a fare le guerre preventive, di Pace, di affiancamento ,ecc.
    • giorgio genzo 2 anni fa
      Tieni presente che il bene non deve essere distribuito in percentuale, si deve fare il bene di tutti i popoli. 666
  • FABRIZIO P. Utente certificato 2 anni fa
    semplicemente vero caro dibba ...
  • teresa47 2 anni fa
    Semplicemente perfetto. Quanto detto è ciò che un italiano intelligente e di buon senso può pensare riguardo a questo stato di cose
  • Antonino S. Utente certificato 2 anni fa
    Bravissimo Di Battista! Finalmente una speranza per gli italiani! Dopo aver ascoltato il Diba: http://ditelavostra123.blogspot.it/2015/02/guerra-in-libia-sei-favorevole-o.html
  • mose montefusco 2 anni fa
    letto tutto il psot voglio fare una domanda QUALI SONO LE PROPOSTE DEI 5S IN MERITO ALLA SITUAZIONE? tolte le ovvietà tipo aumentiamo l'intelligence (ma non era su questo blog che si attaccava la lista PNR come attacco alla privacy delle persone) vorrei ricordare al Dibba. Egregio cittadino/onorevole/portavoce/direttoriodipendente da sou intervento si capisce solo una cosa: NON SAPETE COSA DIRE.
    • Giovanni Paolo De Negri Utente certificato 2 anni fa
      Tu invece sai cosa fare vero? Tipo mitragliere i profughi, poi sbarcare in Libia e chiedere, scusi lei è dell' ISIS? Oppure ammazzarli tutti e poi spargere il sale? Mi piacciono quelli come te con le idee chiare.
  • mario varino 2 anni fa
    Io penso che oggi la Libia andrebbe aiutata con uomini e mezzi,accompagnata nella ricostruzione,nel modo più possibile vicino ai loro usi e costumi.Chi meglio di noi potrebbe farlo?Guardare oltre il proprio naso,ogni tanto,è una buona cosa e ci evita grandi problemi.
  • Enzo Chiesino Utente certificato 2 anni fa
    D'accordo ragazzi l'intervento armato sarebbe un suicidio ed un errore madornale, facciamo i nomi delle Società e degli stati che vendono armi a questi scalmanati e boicottiamo i loro prodotti e stati. Spingiamo affinchè gli stati arabi moderati si uniscano e combattano loro il Califfato, sono loro in pericolo in prima fila. In Italia rafforziamo le forze dell'ordine con mezzi e uomini. Al limite impediamo le partenze dalla Libia, magari distruggendo ogni natante atto al trasporto di poveri disgraziati, senza imbarcazioni si eliminerebbe il mezzo di trasporto.
  • Mattia 2 anni fa
    Sempre grandissimo, grazie Ale.
  • Gerardo gieri 2 anni fa
    Sono un popolo che ha bisogno di cultura insegnamento e tanta buona volontà in questo modo senza insegnamenti e cultura vera sono poveri ignoranti che seguono poveri illusi le grandi nazioni hanno non tetroni affinché non progredisce no non accumulano x che seno diventano più esigenti e loro li divino sfruttare ...sono contro l'immigrazione ma aiutiamo li a casa loro fermiamo questo scempio distruggi amo i loro padroni anche con le armi da quando è mondo e mondo alle armi si visione con le armi x stabilire ordine ve poi facciamolo progredire neo loro territori noi non possiamo più aiutare noi stessi figurati loro
  • Lella bach 2 anni fa
    Grazie ragazzi, voglio dirvi solo questo. avanti così sempre. Spero vi giunga!
  • luciano passalacqua Utente certificato 2 anni fa
    perche' le forze moderate,di tutto l'islam,non si alleano tra di loro(invece di condannarle pubblicamente e poi vendere sotto banco le armi)e fanno loro piazza pulita di questi assassini dei vari isis o califfati che stanno sterminando chiunque non la pensi come loro..noi non dobbiamo assolutamente intervenire..altrimenti a cosa serve l'onu? la nato?vi sono degli stati che hanno interesse che le guerre continuano,non interessa nulla chi muore o chi vive, chi vive o chi perde..ma interessa solo il potere,il fare denari e creare scompiglio..piu caos c'è piu loro quadagnano..altro che democrazia..
  • Terry E. () Utente certificato 2 anni fa
    Gentiloni ha dichiarato che l'Italia sarà in prima fila nell'attacco all'isis. Ma è scemo?! l'Isis è il frutto maledetto creato dall'espansionismo guerrafondaio americano. Signor Gentiloni è company,si accomodi lei in prima fila!!
    • Enzo Chiesino Utente certificato 2 anni fa
      Si vorrei vederlo in prima fila, con il culo al caldo e magari i nostri ragazzi a farsi trucidare da questo branco di assassini. Ma perchè danno aria alla bocca senza attaccare la spina, a Gentiloni ma ci sei o ci fai?
  • Maria pagnotta 2 anni fa
    Concordo dobbiamo starne fuori
  • Giulio Riggio Utente certificato 2 anni fa
    Si alla guerra in Libia, difendiamo gli interessi italiani e l'ENI ........ Se la francia interviene in libia al posto nostro perchè l'eni dovrebbe poter restare in libia? la francese Total sostituirà l'eni ovviamente ..... Non ho capito con chi vogliamo trattare in libia, mi date il nome di quelli con cui volete trattare!? ! Ci facciamo distruggere anche l'eni? poi a chi diamo la colpa?a berlusconi? a renzi?
  • Alessandro L. 2 anni fa
    Intervento in Afghanistan ed ora regna il caos. Intervento in Iraq ed ora regna il caos. Intervento in Libia ed ora regna il caos. Forse, prima dei grandi proclami di belligeranza, bisognerebbe ragionarci un po' di più: ma veramente siamo così incapaci, intendo gli occidentali, a mettere le cose a posto ? O forse a qualcuno conviene che il risultato sia proprio questo attuale ?
  • Marcello G. Utente certificato 2 anni fa
    BraVo Alessandro! Ottimo post!
  • agostino nigretti 2 anni fa
    La politica serve solo per fare gli affari di famiglia ed è proprio per proteggere gli affari che hanno fatto le guerre mascherate in Missioni di pace.Sono tutti legati da un cordone ombelicale di acciaio democristiano e comunisti venduti. I politici italiani sono illuminati dal vero Dio gestito dai padroni del mondo,è per questo che i Fedeli discepoli recitano la parte delle vittime per far leva sul pietismo/vittimismo pur di rimanere incollati sugli scranni dello Stato trasformato in una SPA a gestione famigliare.L'Isis-Ucraina sono esche usate dai padroni del mondo per tenere incollata sugli scranni le marionette che governano le suddite Colonie UE,facendo leva sui sgozza umani e bruciati vivi,terroristi,morti,immigrati.Se Tsipras cede e non esce dalla UE,centro del potere della Piramide gestita dai padroni del mondo,oltre a essere la fine del popolo Greco,sarà la fine di tutti i popoli perché si rafforzerà il potere che gestisce la Nato e sarà una vera guerra Catastrofica.Saranno colpiti i cari delle Marionette politiche,le quali si sono adoperate a realizzare la Globalizzazione ,usando il "CAVALLO di TROIA " delle Missioni di pace per destabilizzare,favorendo l'integralismo Mussulmano e Odio dei credo.La verità è che siamo manipolati da una struttura di controllo globale.Una piramide all'interno di una piramide come una Matryoshka (una bambola dentro l'altro).I livelli più bassi della piramide non hanno idea di ciò che l'organizzazione è nel suo complesso:"ONU-Troica-FMI-UE-NATO-TPI-BCE"!Essi svolgono il proprio lavoro,non sapendo come quello che fanno si collega con il lavoro altrui e cresce in qualcosa di più sinistro.L'Isis è l'Esca legante per realizzare il dominio del mondo con un nuovo ordine mondiale che sancirà schiavitù universale,potere del male e delle tenebre,Potere della morte e Peste nera.Dobbiamo ringraziare la finta sinistra/destra delle grandi ammucchiate e politici venduti che si sono adoperati a realizzazione della Globalizzazione.
  • bassibruno 2 anni fa
    domanda..... ma perché tacciono sulle malattie che hanno trovato in corpo a quei tizi coloriti che adesso andiamo a prendere direttamente in libia? corre voce di hiv... epatite C e un sacco di altre cose... lo fanno per non creare allarmismo della serie che se poi vai al mercato e ti ritrovi qualche decina di tizi coloriti accanto poi ..... vabbè non lo sai e dunque la malattia non c'è!
  • bassibruno 2 anni fa
    hanno riformato la macchina dello stato rendendola ingestibile e inefficiente.... d'altronde a pensieri di mmerda non possono altro che susseguuire fatti di mmerda! comincio a temere che silvio era meglio di tutto il resto sigh!
    • bassibruno 2 anni fa
      allora meglio monti o letta o renzi? l'italia va meglio ora?
    • FABRIZIO P. Utente certificato 2 anni fa
      ..resta il fatto che lui pensava solo agli affari suoi e lla f....piu 1 schiera di servi pagati da noi ..minetti avvocati ecc ecc
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus