Grazie, Danke, Merci, Thank you

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

grazie_m5s.jpg

Dopo i risultati delle elezioni regionali è d'obbligo un post di ringraziamenti.
Il primo grazie (di cuore) va a De Luca, ineleggibile e impresentabile, che ha mostrato il vero volto del Pd della (il)legalità.
Il secondo grazie ai candidati del M5S che, senza ambizioni di poltrone e di potere, hanno speso gli ultimi mesi in campagna elettorale.
Il terzo grazie ai parlamentari e agli altri eletti che hanno girato in lungo e in largo la penisola per dare il loro sostegno alle liste senza risparmiarsi, la mattina erano a Venezia, il pomeriggio a Genova e la sera a Perugia.
Il quarto grazie a chi ha dato fiducia al M5S con il voto, e non era facile, con i media tenacemente contro a raccontare misfatti su di noi, non era semplice bucare la nebbia della disinformazione.
Il quinto grazie a chi ha ridimensionato il partito dell'innominabile e lo ha portato a percentuali più consone (metà rispetto alle europee) alla sua (non) azione di governo. Non si gestisce un Paese con le menzogne e con l'arroganza,
Il sesto grazie alle sirene della sinistra che ci vorrebbero assessori o alleati a cui si ricorda che il M5S voterà in consiglio regionale (e in Parlamento) ogni proposta che sia contenuta nel suo programma o che porti un beneficio ai cittadini. Le alleanze e gli inciuci non ci appartengono.
Grazie, Danke, Merci, Thank you agli italiani che ci hanno votato e che hanno attribuito il ruolo di primo partito al M5S in Liguria, Campania e Puglia e di secondo in altre regioni.
Il prossimo ringraziamento sarà alle politiche. Un giorno del ringraziamento con il tacchino del Pd nel forno.

VIDEO Il blues di Beppe in dialetto genovese

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Ignazio 2 anni fa mostra
    Guardando i risultati sul sito del Ministero dell'Interno mi sembra di capire che M5S sia il terzo partito in Campania dopo PD e Forza Italia e non, come sostiene Beppe Grillo, il primo. Senza contare i voti alle liste personali dei candidati che in eventuali elezioni nazionali andrebbero a confluire sui rispettivi partiti di appartenenza dei candidati. Francamente non capisco cosa intende dire quando indica M5S come "primo partito". Qualcuno me lo sa spiegare?
    • Franco 2 anni fa mostra
      E il primo partito in quanto chi ha vinto sono delle liste di partiti, si sono dovuti presentare in molti per poter vincere. Il 5S si è presentato da solo e in quanto tale ha preso più voti dei singoli altri.
    • marina s. 2 anni fa mostra
      Infatti, il Movimento 5 stelle non è il primo partito in nessuna regione per quanto riguarda le elezioni regionali. A meno che le parole del post si intendono estese ai comuni di quelle regioni. Avere una visione di insieme in questo senso è piuttosto complesso.
    • Francesco Cosoleto 2 anni fa mostra
      Non solo è terzo, ma non è primo partito in nessuna regione. Ed ha perso voti rispetto alle elezioni europee.
  • marina s. 2 anni fa
    Primo partito in Campania, Liguria e Puglia? Forse post è stato scritto stanotte, perché a me non risulta.
    • marina s. 2 anni fa mostra
      epe epe, ok: il Pd ha perso consensi ed il Movimento ne ha guadagnati tanti. D'accordo Ma dire che i risultati di queste regionali dicano che il Movimento sia il primo partito in alcune regioni non è vero o non ne capisco il senso. Leggendo i dati ANSA (del link postato sotto), il PD da solo( cioè senza coalizione) è il primo partito ovunque tranne che in Veneto. In sostanza è finito 5 a 2; il risultato poteva essere anche il famoso 6 a 1 di Renzi, se ... Pastorino non avesse sparigliato il centro- sinistra in Liguria ( e bene ha fatto)
    • epe pepe 2 anni fa
      Devi fare una ricerca più approfondita. Vai a vedere i risultati precedenti dei partiti singoli, non delle coalizioni. Esempio, in Toscana son passati da 1M di voti a 600.000. Vincere perdendo 400.000 voti su 1M, in casa, non è carino ;-) mandi.
    • marina s. 2 anni fa
      Appunto, leggendo i numeri non mi risulta. Il li ho presi da qui http://www.ansa.it/?refresh_ce e cliccando poi su "vai al dettaglio A meno che nel post si intenda per "regione" tutta la regione, ossia non solo i voti delle regionali ma anche quelli delle comunali.
    • zerobyte 2 anni fa
      Partito, non coalizione.
    • epe pepe 2 anni fa
      Basta leggeri i numeri. ;-) mandi
  • tutti uguali tutti cacca 2 anni fa mostra
    molti dimenticano che la maggioranza in democrazia si ottiene con 50%+1.. e dopo arrivano le leggi elettorali tarocche per fare apparire vero il falso e falso il vero... forse qualcuno ci crede ai maiali che volano e agli asini che lievitano... io no... in italia l'unico che veramente ha preso la magioranza è quel tizio in veneto e stop!
  • tutti uguali tutti cacca 2 anni fa mostra
    una media del 17,5% ( dato non definitivo ) non mi a non mi pare quel 21 che stanno sbandierando i vostri... stare sempre più rivelandovi identici agli altri partiti!
    • tutti uguali tutti cacca 2 anni fa mostra
      con una affluenza reale della metà si tratta di 9 italiani si 100 che vi cacano... gli altri no.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus