Se non ora quando?

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

troppo_tardi.jpg

Gli italiani stanno aspettando da un pezzo un liberatore, un eroe, un nuovo Robin Hood, un Garibaldi. Qualcuno che "metta finalmente a posto le cose". Gli italiani sono tanti sottotenenti Giovanni Drogo assegnati alla Fortezza Bastiani nel romanzo di Buzzati: "Il deserto dei Tartari" in cui La Fortezza è l'ultimo avamposto ai confini settentrionali del Regno e domina una desolata pianura chiamata “deserto dei Tartari”, un tempo minacciata da continue incursioni. Da innumerevoli anni nessun nemico appare e l'esistenza di Drogo si consuma in attesa di un combattimento che non verrà mai. L'italiano è in attesa, ma neppure lui sa di cosa. Non ci sarà nessuno che venga a salvarlo dalla mafia, dalla corruzione, dalla massoneria. Nessuno ci toglierà dai piedi questi partiti dominati da finanzieri e affaristi se non lo fa da solo.
Se non ora quando? Quando? Questa è la domanda. Non c'è un troppo tardi o un troppo presto. C'è solo l'ora, l'adesso.
Se non ora quando? Ci libereremo da questa attesa che ci sfinisce? Nessuno ci potrà aiutare al di fuori di noi stessi. Denunciando, mettendoci in gioco, rischiando qualcosa, bloccando ogni porcata a livello locale.
Se non ora quando? non è una domanda retorica, è un'invocazione, un appello. Di cos'altro c'è bisogno per svegliare le coscienze dopo le ruberie di Stato della Tav, di Mafiacapitale, del Mose, dell'Expo, dei dissesti idrogeologici che hanno trasformato il Paese in una immensa frana? Quante altre schifezze istituzionali come l'eliminazione del Senato e l'elezione di ben tre presidenti del consiglio senza elezioni e senza passare dal Parlamento dovranno avvenire?
Se non ora quando? denunciare non serve più in un Paese dove i referendum non vengono rispettati come quello sulla pubblicizzazione dell'acqua, completamente disatteso a partire dalla Puglia e da Vendola che ha mantenuto l'acquedotto privato sotto forma di Spa e come il referendum sul finanziamento ai partiti.
Se non ora quando? si deve intervenire sulla svendita delle nostre aziende a cinesi e a fondi americani che fanno shopping a prezzi di saldo preparando un deserto industriale alle nuove generazioni?
Se non ora quando? si deve andare a nuove elezioni politiche per dare dignità e legittimità a un parlamento incostituzionale di nominati?
Se non ora quando?
Non ci sono più innocenti. I Tartari sono nella fortezza e noi stiamo sempre più assomigliando a loro.
Se non ora quando?E' troppo tardi per stare calmi.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • alberto lorioli 2 anni fa mostra
    Caro Beppe, ti trovavo simpatico fino a 10-15 anni fa. Adesso, in questa veste messianica, anche se alcune cose che dici sono ovviamente condivisibili (è fisiologico, una questione statistica) ti trovo in generale poco costruttivo e spesso sgradevole. Anche in questa occasione: le parole "se non ora quando" non dovrebbero essere usate a sproposito, vista l'origine della citazione. Può darsi che mi sbagli, ma il vento ha smesso da tempo di tirare per il M5S: magari è un peccato, magari no; chi lo sa? Alberto
  • marina s. 2 anni fa mostra
    Il Movimento si sta incartando di brutto. Peccato
  • Ale M 2 anni fa mostra
    E quindi?
    • Er Caciara er mejo paraculo de Trestevere Utente certificato 2 anni fa mostra
      e che ne so'? se nn lo sai tu..........
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus