Padova: stop all'invasione cinese

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Simone Borile, Candidato sindaco M5S a Padova

Sarà guerra totale contro l’invasione cinese per salvare il Made In Italy e le PMI dalla concorrenza sleale e dalla contraffazione. Padova, dopo Prato e Milano - rispettivamente polo produttivo e polo finanziario - è la terza città italiana che compone il ‘Triangolo d’Oro’ del commercio cinese e, se non si agisce immediatamente, diventerà anche il polo logistico della nuova “Via della Seta”.

La “Cittadella dell’illegalità” è stata innestata nel 2004 dal Pd di Flavio Zanonato (ex sindaco della città e poi ministro del governo Letta) ed è stata lasciata proliferare dalla Lega Nord che, come al solito, chiacchiera di azioni forti ma nei fatti poi non si è mai mossa concretamente lasciando che il CIC (Centro Ingrosso Cina) crescesse e mettesse radici solide.

Una città nella città, un groviglio di criticità, letale per Padova e per tutta l’Italia: evasione fiscale sistematica; Contraffazione e finto Made in Italy (a oggi siamo già a circa 200mila articoli sequestrati senza etichetta o con finto marchio CE); distribuzione sul territorio nazionale di prodotti pericolosi e tossici, tra cui articoli di bigiotteria contenenti metalli pesanti oltre i limiti di legge e addirittura 135mila giocattoli non conformi destinati ai bambini; emergenza sanitaria e abuso edilizio dovuti alla scoperta di capannoni con dormitori per i lavoratori e le loro famiglie; infiltrazioni mafiose, spaccio di droghe ed episodi di violenza; riciclaggio di soldi con il trucco dei Money transfer (truffa scoperta dalla DIA di Firenze che dal 2006 al 2011 ha visto uscire 4 miliardi mezzo di euro dall’Italia verso la Cina).

Le uniche forze al lavoro per contrastare questo disastro sono la Guardia di finanza, la Camera di Commercio di Padova (Ascom) e il Movimento 5 Stelle che, a livello nazionale, da ormai quattro anni, pressa il governo perché smetta di favorire il mostro cinese a discapito delle nostre imprese. Come sindaco a cinque stelle della città di Padova avrò i poteri per agire fin da subito e due sono le opzioni: il ripristino immediato della legalità oppure la chiusura totale.

Abbiamo già tracciato la via e le prime azioni sono già pronte: obbligo di adeguamento dell’area commerciale alla normativa di legge. Uno su tutti, per esempio, è l’adeguamento del parcheggio che dovrà essere di 2/3 più grande dell’attuale. Se manca lo spazio per il parcheggio o si smantella una parte del Centro Ingrosso Cina oppure chiusura totale. Piantonamento fisso delle forze dell’ordine davanti al CIC, attivazione di un tavolo di lavoro permanente con Ascom e il Prefetto di Padova.

Tre azioni piuttosto semplici che potevano essere implementate anni fa, ma che nessuno ha avuto il coraggio o, peggio ancora, l’intenzione di mettere in campo. Per il Movimento 5 Stelle la legalità è il primo pilastro su cui fondare il governo di una città e non daremo tregua a nessuno.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • Donatella davanzo 7 mesi fa
    Stop all invasione cinese. D accordissimo, sono protezionista e scarto prodotti made in China. Ma il m5s è contro la Bolkeisten, favorendo così il commercio delle ambulantato illegale, sia fiscale che produttivo. Tutte ste bancherelle che hanno invaso l Italia sono piena di robaccia tossica rigorosamente e solamente made in China...
  • lando mandrelli 7 mesi fa
    Spero che queste iniziative siano di esempio anche per altre amministrazioni. Più si aspetta e più difficile e' ripristinare la legalità.
  • Rossi 7 mesi fa
    Dove vivono i cinesi.... Dentro i bar Dentro i ristoranti Dentro i negozi Dentro le fabbriche Ma quindi pagano le tasse come tutti i normali cittadini? La tassa sui rifiuti la pagano? Il canone TV lo pagano? Imu,tari,tasi lo pagano? L'affitto o il mutuo lo pagano? Acqua, luce, gas ecc MA I VIGILI E I COMUNI CONTROLLANO QUESTE SITUAZIONI???? DOVE SONO COSA FANNO? Però lo zerbino col nome del negozio quello si è un grosso problema....
    • harry haller Utente certificato 7 mesi fa
      ...ce vorebbe Equicina......
  • andrea a44 Utente certificato 7 mesi fa
    mandate i vostri post alla mummia che e andata in cina a dire che possono venire ad investire in italia. piu' fessi di così,..e poi ricordatevi che i cinesi prendono aiuti dal loro governo e qualcosa anche dal nostro.perche' da noi sono piu'riveriti gli stragni invece dei residenti.
  • Vincenzo M. 7 mesi fa
    Per non parlare dello schiavismo lavorativo. Il lavoro in nero, o non dichiarato regolarmente. Da considerare che ormai molti italiani sono anche costretti ad accettare questo sistema perché non trovavo alternative. Ve lo posso assicurare.
  • mauro albergati 7 mesi fa
    Premetto che a Roma ho votato per la Raggi perchè deluso dal PD.Ma i commenti che leggo qui mi sembrano più adatti per il sito della Lega.
    • harry haller Utente certificato 7 mesi fa
      ... tanto che pure si ce mettessero er gatto de Beppe a fa' er Presidente der Consijo, dopo 'e clamorose e pericolose teste de cazzo che ce semo sorbiti, me starebbe benissimo......
    • harry haller Utente certificato 7 mesi fa
      e dunque? Nel M5S, c'è un' interessante "contaminazione" fra posizioni estreme e posizioni "morbide" che produrrà una sintesi fatta soprattutto di buon senso, credo...( anche perchè di tornare nel "gregge" al servizio di chi si è divorato il Paese, non c'è la minima intenzione in nessuno di noi......)
  • antonio 7 mesi fa
    Ai cinesi è stato dato tutto e di più ora vi lamentate che sono troppi e tolgono una parte dell'economia.NOn gridate troppo perchè va a finire che i cinesi il M5* se lo comprano e vi mettono tutti a lavorare 20 ore al giorno per una ciotola di riso
  • rolita maldini Utente certificato 7 mesi fa
    Ciao Per la realizzazione dei vostri progetti che si cura di cui non hai abbastanza fondi, la soluzione è le offerte di Lady Josina gomez di diverso pronto per i vostri progetti a 5000 euro a 500.000 euro con un tasso del 2% per il vostro progetto di viaggio e di tasse scolastiche per business costruzione d'oltremare e sostanziali investimenti in vari progetti commercio e costruzione un altro acquisto di casa e Appartamento noleggio auto acquisto e pronto per la salute e l'istruzione di tuo sollievo di bambini pronti per chiunque nel settore agricolo pericolo e business milioni project financing Contattare il servizio di posta elettronica prestitobancario2017@gmail.com
  • Michele Piccoli 7 mesi fa
    Qua forse non è chiara la clientela del CIC di Padova. Avete presente tutti i mercatini rionali che ci sono in giro per l'Italia? Bene, TUTTE le bancarelle che vendono vestiti, bigiotteria, e qualsiasi altra schifezza che non sia alimentare, qua in Veneto e sicuramente anche oltre si rifornisce al CIC di Padova. Per non parlare poi dei negozianti! Qui dove abito io c'è un negozio che vende articoli vari, dove i prezzi sono follemente alti. Esempio: 1 batteria ricaricabile 18650 da 3,7V al litio costa 5 Euro in negozio. La stessa batteria al CIC (non all'ingrosso, c'è un negozio all'interno del CIC che vende al dettaglio) 1,50 Euro. Siccome non ho scritto "coglione" sulla fronte...
  • Luca S. Utente certificato 7 mesi fa
    Il politometro svelerebbe il perchè di tanti comportamenti dei nostri "amati" amministratori
  • Giangio 7 mesi fa
    Lavoro a Padova e non posso solo che confermare questa situazione...senza dimenticare che quasi tutti i bar e le attività commerciali del Veneziano sono in mano cinese (e non si capisce come). Ma oltre a queste proposte...noi cittadini, oramai ridotti in schiavitù e senza diritto di voto e di azione della nostra vita...cosa possiamo fare? Attendo questo dal mio movimento...meno lamentele e più azione.
  • antonio p. Utente certificato 7 mesi fa
    fermate l'ondata nera, per il bene nostro ma soprattutto per il futuro dei nostri figli e per tutta l'Italia,questi sbarchi faranno crescere ulteriormente la delinquenza,nelle strade non ci sara' piu' tranquillita',che aime' viene sempre meno,non siamo piu' tranquilli neanche dentro le nostre case, queste persone che sbarcano purtroppo hanno una fede basata sulla guerra e il non rispetto....meditate gente meditate
  • mario genovesi 7 mesi fa
    La colpa è tutta dell'ulivo mondiale e del suo iperliberismo, ormai uk protezionismo è l'unica risposta, hanno punito il Regno Unito per la brexit ma ora i servizi britannici puniranno i responsabili per i morti di Manchester, potrebbero fare fuori pure "il mezzo keniano" ovvero dirty nigger Obama, che guarda caso stava in Italia protetto a spese nostre dal ministro abusivo Minniti che si deve dimettere subito assieme al suo governo non eletto e voluto dallo scimpanzè per riempire l'Europa di gorilloni che torneranno a mangiare banane.
  • Ferruccio B. Utente certificato 7 mesi fa
    oltre ai cinesi... La bomba demografica prima o poi esplode, altro che far figli http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2017/05/23/66-mln-migranti-in-attesa-venire-europa_f3725db7-112b-4dcc-b4b1-c8209a44fd57.html
  • Franco Della Rosa 7 mesi fa
    E' OBBLIGATORIO COMPRARE IL PATTUME CINESE ??? NON MI SEMBRA !!! PER CUI BASTA NON COMPRARE E SPARISCONO !!!
    • Michele Piccoli 7 mesi fa
      Anche se vai in qualsiasi negozio compri pattume cinese, solo che lo paghi 5 volte tanto. Dove pensi che si riforniscano i negozianti, le bancarelle dei mercati, ed anche alcune grosse catene. Ormai il pattume cinese ci ha invaso, è ovunque. Questi Centri Ingrosso non sono altro che l'espressione massima del degrado che c'è in Italia per quanto riguarda controlli. Ognuno fa quello che vuole.
    • Carlo A. Utente certificato 7 mesi fa
      cominciamo intanto a non comprare in supermercati cinesi, poi leggiamo sulle etichette e scartiamo tutto cio' che è made in cina, se poi un'etichetta non è chiara , nel dubbio, scartiamola. Stessa cosa nei ristoranti dove ti danno da mangiare surgelati e merda varia. Vedrete che prima o poi se ne vanno da un'altra parte del mondo. Tra parentesi raramente emettono scontrino fiscale ( i negozietti )
    • Ferruccio B. Utente certificato 7 mesi fa
      Al centro ingrosso Cina ci vanno anche italiani che hanno attività italiane, a comprare per poi rivendere; non è sempre così facile identificare la merce di provenienza cinese.
    • oreste ★★★★★ °.° Utente certificato 7 mesi fa
      non sparisco...perchè si prendono i fondi delle attività commerciali italiane... nel silenzio delle Camere di Commercio e della politica! Quanti negozi aprono come cinesi? Tanti tantissimi. Hanno cominciato come? 1-Ristoranti 2-Pettinatrici 3-Bazzar 4-Indumenti,abbigliamento ecc... 5-Scarpe,calzolai,orologiai ecc. Tutti concorrenziali. Addirittura inviano merci in Italia in centri commerciali(Prato,milano) a prezzi stracciati comprensivi di spese di trasporto. Gli stessi prodotti nella loro Cina...costano di più! E noi da grandi ebeti abbiamo permesso non un commercio Europeo che potrebbe essere giustificato,ma un commercio extraeuropeo...senza fare nulla. Purtroppo sono accordi internazionali accettati da quattro stronzi italiani che comandano.
  • Franco Della Rosa 7 mesi fa
    QUALCUNO SE N'E' ACCORTO !!! PULIZIA E LEGALITA' !!!
  • giancarlo s. Utente certificato 7 mesi fa
    L'unica possibilità è di accettare una decrescita felice e anzichè acquistare 5 prodotti cinesi a basso costo, comprarne uno made in Italy ( se esiste ancora il made in Italy)
    • Giovanni F. Utente certificato 7 mesi fa
      piccolo problemino...
  • giancarlo s. Utente certificato 7 mesi fa
    Non credo che sia più possibile fare qualcosa. Ormai ci hanno colonizzato grazie alle collusioni con i governi italioti.
  • Giovanni F. Utente certificato 7 mesi fa
    Paradossalmente si arricchiscono sulla nostra crisi offrendo prodotti a prezzi stracciati, rendendo non competitivi i nostri prodotti, che se pur di ottima qualità, sono troppo cari per poter essere acquistati da noi, poveri disgraziati martoriati da crisi, tasse e balzelli.
  • Giovanni F. Utente certificato 7 mesi fa
    Nessuno può fermare l'avanzata di queste cavallette, il governo non può molto in quanto ci tengono per le palle con la loro strapotenza finanziaria mondiale che si compra i debiti pubblici di tutti e devastano l'economia grazie anche al decentramento dei furbi che gli hanno fornito mezzi ed arte per copiarci prime ed INSEGNARCI dopo. Si comprano tutto e tutti pagando CASH, in contanti.
  • Aldo B. 7 mesi fa
    Per frenare o meglio, regolarizzare l'immigrazione cinese ( o di altri popoli) è semplice! Basta applicare le leggi che loro applicano già nei loro paesi nei confronti degli stranieri che vogliono lavorare da loro. Tu sei libero di venire in Italia o altrove in occidente ad aprire tutto il libero commercio che vuoi ma a due condizioni: 1) Devi imparare molto bene la lingua del paese nel quale vuoi emigrare per lavoro stanziale. 2) Se apri un locale o una attività commerciale ( in italia ad esempio)devi assumere obbligatoriamente metà del personale di origine e nascita italiana!
  • franco selmin Utente certificato 7 mesi fa
    Fatti un giretto per chinatown e poi vedi chi sono gli acquirenti.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus