Un conflitto di interessi enorme #ViaLaCocco

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.

di Gianluca Corrado, Patrizia Bedori, Simone Sollazzo - consiglieri MoVimento 5 Stelle Milano

La vicenda dell'assessore Cocco rappresenta un caso scolastico di conflitto d'interesse, checche lei ne possa dire. Roberta Cocco è una dirigente di Microsoft in aspettativa, quindi a tutti gli effetti ancora una dipendente del colosso statunitense. Da luglio 2016 è Assessore alla Trasformazione Digitale del Comune di Milano: sotto la sua responsabilità, prenderà forma quell’innovazione informatica, da sempre dichiarata come una delle priorità della Giunta Sala (come confermato anche dalle ingenti voce di bilancio stanziate per questa voce). L’assessora nei giorni scorsi si è premurata di negare che la sua situazione è caratterizzata da conflitti d’interesse. Eppure, fino alla scorsa settimana, sarebbe stata disponibile a dimettersi pur di non pubblicare la propria situazione reddituale e patrimoniale: probabilmente consapevole lei stessa che quei conflitti d’interesse ci sono e non sono di poco conto.

Sì, perché come potrà garantire ai milanesi e all’intero consiglio comunale che le sue scelte non saranno condizionate dalla sua posizione personale? E che non privilegerà l’azienda della quale possiede quasi quattro milioni di dollari di azioni e per la quale un giorno, con tutta probabilità tornerà a lavorare o comunque altre aziende collegate? Magari a scapito di software open source, scelta verso la quale si stanno indirizzando ormai molte amministrazioni sia in Italia che all'estero, e che, a parità di servizi offerti farebbe risparmiare al Comune – e quindi alle tasche dei milanesi – molti soldi. E queste scelte – nonostante quanto dichiarato dalla Cocco – dovranno essere fatte a livello politico, perché dipende dalle scelte strategiche e quindi politiche porre le basi per la scelta dell’uno o dell’altro prodotto ed è evidente quindi che la dottoressa Cocco non potrà essere super partes nelle sue scelte, ma sarà influenzata dall’essere un manager in aspettativa da Microsoft, azienda leader nella produzione di software proprietari, attualmente primario fornitore del Comune di Milano.

La dottoressa Cocco ha anche dichiarato che sarebbe necessario tutelare quelle situazioni nelle quali professionisti provenienti da aziende decidono di lavorare per amministrazioni pubbliche. Siamo assolutamente d'accordo a patto che, però, tali professionisti non vengano posti in posizione tali da poter favorire i privati con i quali hanno avuto, o hanno rapporti di lavoro. Non possiamo quindi accettare che una manager, per quante competenze ed esperienza possieda – possa condizionare le scelte del Comune e creare presupposti per contratti e bandi che non mirino al bene pubblico, ma rispondano solamente a interessi diversi. Proprio per questo, Roberta Cocco non può continuare a essere l’Assessore alla Trasformazione Digitale della giunta Sala.

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • romaine pinna Utente certificato 10 mesi fa
    Ciao Dal prestito di due anni, il Credit Mutuel Bank sta facendo la cosa giusta nel nostro paese l'Italia. Questa banca sta facendo tutti i nostri cittadini che hanno bisogno di prestito di prestito. Così ho preso a condividere questo messaggio, questa azione da parte della banca non è riconosciuto il nostro stato. Così se avete veramente bisogno di un prestito, vi chiedo di contatto con loro su questa mail perché stanno già facendo prestiti anche ha molte persone e me. Ecco l'e-mail: creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com
  • Aldebrando Fitozzi Utente certificato 10 mesi fa
    **V*** Immersi in liquami di corruzione non si accorgono che IL DUOMO DI MILANO CON LE PALME SEMBRA UNA GRANDE MOSCHEA. Nel mondo islamico la corruzione non è così tollerata. Auguri per una Politica sufficientemente Buona
  • Ugo Poeta 10 mesi fa
    La Cocò si deve dimettere, non viola alcuna legge ma chi opera nel pubblico deve essere al di sopra di ogni sospetto. A maggior ragione Virginia Raggi si deve dimettere perché indagata per 3 reati. Come lei stessa giustamente tweettava: "partiti devono rispettare requisiti: iniziamo a cacciare indagati e condannati"
    • massimo m. Utente certificato 10 mesi fa
      CHE CONFUSIONE... c'è GROSSA CRISI! NOI ABBIAMO UN CODICE ETICO: PROVA A LEGGERLO. PER VOI INVECE L'ETICA CONSISTE SOLO NELLE PRECAUZIONI CHE SI PRENDONO PER TRASGREDIRLA
  • Fabrizio Bianchi 10 mesi fa
    Sono a favore per software open sourche, meno costo a microsoft Quindi interessante, condividere questo conflitto di interessi
  • sebastiano b. Utente certificato 10 mesi fa
    Buonasera Non una parola dai 'giornalai' nemmeno tra i necrologi, mi rivolgo a chi ogni mattina si aggiorna con i quotidiani, rendetevi conto che le notizie sono indegne di nota se c'è il niet della politica. Leggwtw gente leggete...
  • massimo m. Utente certificato 10 mesi fa
    Non è un male solo milanese, tranquilli. Il controllore che dovrebbe controllare e che invece è controllato è un male endemico dell'Italia da molti decenni: si chiama conflitto d'interessi. Nessuno lo ha mai voluto risolvere, perché abbiamo avuto da molto tempo politici controllori controllati e direi succubi della Bancocrazia mondiale, come sta affermando con fatica e sudore il nostro DiBa. Solo chi si tiene fuori dalla logica dei partiti, dai bancomat della bancocrazia mondiale e dalla stupidità che ci affosserà, può risolverlo davvero. Programma elettorale chiaro,di dominio pubblico; Elezioni subito e Movimento 5 Stelle al Governo
  • Emilio C. Utente certificato 10 mesi fa
    la Fascia tricolare oramai a tutti, cani porci e scrofe.
  • Emilio C. Utente certificato 10 mesi fa
    I Milanesi da questi soggetti non vogliono NULLA, pretendiamo solo che vada fuori dai marroni immediatamente o di propria iniziativa o l'Ente che la allontani senza avvalersi di qualsivoglia consulenza. FUORI DALLE ISTITUZIONI, STOP. E poi pretendiamo dalla GUARDIA DI FINANZA relazione dettagliata da dove sono arrivati così tanti risparmio e se sono state pagate tutte le imposte dovute. SALA-SSO naturalmente fa finta di niente e pensa alle Palme con tanti problemi che abbiamo nelle zone periferiche dalle buche delle strade all'illuminazione alle mancate potature di alberi secolari che ai primi temporali estivi grandinate vengono giù come birilli e lui pensa alle banane ai cammelli ed alle Palme. EXPO insegna !
  • Marialaura D. Utente certificato 10 mesi fa
    Ma vuoi dire che la magistratura di Milano è sotto schiaffo? E' connivente? e fa finta di non sapere? O ci vuole una denuncia anonima? no ..perchè se la fai personale poi ti chiedono milioni perché li hai disturbati e la denuncia o non è ammissibile o non è stata inviata alla sezione adatta.....
  • Clesippo Geganio Utente certificato 10 mesi fa
    l'Italia AFfonda sul conflitto d'interesse, altro che art.1 della Costituzione!!!!!!
  • Francesco Sammartino 10 mesi fa
    Con l'appoggio del sindaco una società privata piazza una sua dirigente e azionista al vertice dell'Assessorato che si occupa di fornire dei servizi tramite i suoi prodotti. Se una cosa del genere accadesse in Calabria o in Sicilia, cosa penserebbero gli Italiani? E come agirebbe la Magistratura?
  • Canzio R. Utente certificato 10 mesi fa
    Cocco,Consip,D'Alfonso,ai tre "dei requiem"della carta stampata chiedo:" a fontà,a calabrè,a molinà,ma dove cacchio avete messo ste "notiziole"(riguardo a questi personaggetti)da ergastolo politico, nei vostri pezzi di carta, che non compra quasi più nessuno?io ho cercato anche nei necrologi ma ci ho trovato appena l'agonia e la morte del partito del cazzaro,nel perfetto stile vostro e del pd/dc..amen.
  • Aldo Masotti Utente certificato 10 mesi fa
    Il vero problema e' che la signora (ne sono certo) ritiene di essere perfettamente a posto sia per l'incarico ricevuto sia per il proprio comportamento che ritiene legittimo e irreprensibile . Essendo stata scelta proprio per le sue competenze. La "falsa coscienza" di questo tipo di manager a cui hanno fatto il lavaggio del cervello da piccoli mi e' ben nota in quanto ne ho incontrati molti nella mia attivita' professionale . Non vi e' possibilita' di dialogo in quanto ritengono di essere talmente piu' intelligenti e capaci di te che non sanno ascoltare.
  • Cocis 10 mesi fa
    in effetti, 4M dollari di stock options ad una che guadagna 225'000euro lordi all'anno sembrano una bella esca. Questi valori sono paragonabili a quelli di un AD di una grossa banca con stipendi base di qualche milione di euro; qui gatta ci cova....
  • Andrea Zanella Utente certificato 10 mesi fa
    Vai pd, vai pd! Fate schifo!
  • Franco Della Rosa 10 mesi fa
    IN ITALIA IL REQUISITO FONDAMENTALE PER AMMINISTRARE É ESSERE IMPOMPATIBILI CON IL PROPRIO RUOLO !!! QUI IN SVIZZERA E QUASI IN TUTTO IL MONDO É IL CONTRARIO !!!
    • Giuliano Del Prete Utente certificato 10 mesi fa
      Si... ma la Svizzera è... un Paese... NORMALE !!! L'Italia di questi politicanti farabutti... è esattamente il contrario
  • albino c. Utente certificato 10 mesi fa
    Tutto in perfetto stile pd!
  • mario 10 mesi fa
    Chissà ..... magari i quasi 4 milioni di euro in azioni gli sono stati "vincolati" dalla azienda come "controvalore" per chissà quale ammontare di preventivi già stabiliti tra le parti (lei e la sua azienda. Come minimo l'azienda gli avrà chiesto un possibile guadagno (dalla vendita dei suoi prodotti/ software) di minimo il triplo. Se raggiunge l'obiettivo i quasi 4 milioni saranno confermati. Tutte ipotesi ma a pensar male il più delle volte ci si azzecca...... perchè lo dico e non smetterò mai di ripeterlo ....... cosa mai faranno questi (anche se) manager per essere "retribuiti" con tali astronomiche cifre (se non portare minimo un guadagno di 3 volte tanto alla azienda)????. Vi/ci riusciamo a spiegare ora l'ammontare delle azioni in mano a chi nella dichiarazione dice di essere proprietaria di una polo 1.4 (con quasi 4 milioni "investiti" nella azienda NON PROPRIA ma da dipendente?????? Minimo uno/una gira con un SUV da minimo 50 mila euro.
  • Adolfo Treggiari Utente certificato 10 mesi fa
    Pare che la dott.ssa Cocco non ci senta bene, continuate a gridare.
  • mario 10 mesi fa
    Chissà ..... magari i quasi 4 milioni di euro in azioni gli sono stati "vincolati" dalla azienda come "controvalore" per chissà quale ammontare di preventivi già stabiliti tra le parti (lei e la sua azienda. Come minimo l'azienda gli avrà chiesto un possibile guadagno (dalla vendita dei suoi prodotti/ software) di minimo il triplo. Se raggiunge l'obiettivo i quasi 4 milioni saranno confermati. Tutte ipotesi ma a pensar male il più delle volte ci si azzecca...... perchè lo dico e non smetterò mai di ripeterlo ....... cosa mai faranno questi (anche se) manager per essere "retribuiti" con tali astronomiche cifre (se non portare minimo un guadagno di 3 volte tanto alla azienda)????. Vi/ci riusciamo a spiegare ora l'ammontare delle azioni in mano a chi nella dichiarazione dice di essere proprietaria di una polo 1.4 (con quasi 4 milioni "investiti" nella azienda NON PROPRIA ma da dipendente?????? Minimo uno/una gira con un SUV da minimo 50 mila euro.
  • diana dial Utente certificato 10 mesi fa
    MA E' ASSURDO!!! MA QUESTA GENTE E' GIA PIENA DI SOLDI E CONTINUA A LAVORARE (prendendo cagnotte e tangenti!) PER FARE ANCORA SOLDI! MA NON GLI BASTANO MAI? MA QUANDO SE LI VOGLIONO GODERE E LASCIAR LAVORARE GENTE CHE NE HA BISOGNO E SOPRATUTTO GENTE PIU' CAPACE E ONESTA!!!
  • jolia antonio () Utente certificato 10 mesi fa
    Ciao Per la realizzazione dei vostri progetti che si cura di cui non hai abbastanza fondi, la soluzione è che la signora Josina gomez offerte di prestito diversi per i vostri progetti prima fino a 70.000 euro con un tasso del 2% -Viaggi e project financing per studi all'estero -costruzione sfondo imprese e gli investimenti in vari commercio e costruzione progetto e altro -Acquisto di affitto casa e appartamento -Acquisto di auto e prestito per la salute e l'educazione dei vostri figli -pronto soccorso per chiunque in pericolo -settore agricolo e mondo degli affari -finanziamento del progetto milioni Contattare il nostro servizio e-mail prestitobancario2017@gmail.com
  • Vincino Fivestar 10 mesi fa
    ... sicuri che non sia stata Virginia raggi a farla entrare nel comune di Milano ? ... ... qui gatta ci cova ... Res pubblica, Corriere, Mer.... dino, Unitàzero, indagate che qualcosa sicuramente trovate... ... o, al massimo, la fabbricate ....
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus