Il M5S entra in Trentino e Alto Adige

Articolo estratto dal blog di Beppe Grillo, consulta il contenuti originale.
m5s_trentino_aa.jpg

"Il MoVimento 5 Stelle c'è. Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo in queste elezioni amministrative: portare i cittadini nelle istituzioni. Per la prima volta nel Consiglio delle Province autonome di Trento e Bolzano non ci sono solo i vecchi partiti. Il M5S sarà rappresentato a Trento da Filippo Degasperi e Manuela Bottamedi, in Alto Adige da Paul Kollensperger: ai nuovi consiglieri a 5 stelle il nostro grazie e i migliori auguri. Non si può confrontare questo dato con quello delle politiche, qui esistono partiti e liste che non ci sono a livello nazionale e che sono fortemente radicati nello specifico territorio trentino e altoatesino. Grazie a migliaia di cittadini, ci saranno anche le sentinelle del M5S a vigilare sull'operato delle Province, faremo una opposizione intransigente e propositiva alla casta partitocratica e informeremo i cittadini in modo trasparente su tutto ciò che accade nel Palazzo. Gli staremo con il fiato sul collo, da qui inizia il percorso per il rinnovamento." Riccardo Fraccaro

Commenti

NOTE: Alcuni commenti possono essere erroneamente contrassegnati come rimossi, perché la paginazione nel blog tarda ad arrivare (normalmente è assente fino il giorno dopo della pubblicazione del post)
  • sandro 4 anni fa
    La presa per i fondelli per favore no! il movimento non sfonda mai a livello di amministrative (unica eccezione la Sicilia e Parma, ma per motivi molto specifici), è questo il problema. Forse perchè bisogna scegliere meglio i candidati? Non lo so, bisogna però chiederselo. Un movimento serio però non può dire che i dati non possono essere confrontati: se oltre il 20% alle politiche ha votato il movimento e alle amministrative ha votato qualcun altro lo avrà fatto per qualche motivo, o no? Affermare che sia stata una vittoria, qui come alle ultime amministrative, è da vecchia politica e non so a cosa possa servire. Parere personale ovviamente.
    • sandro 4 anni fa
      No Antonella, non voglio i miracoli, ma coerenza e autocritica quando è necessaria. E' inutile ripetere il karma "leelezioninonsonocomparabili": è una fesseria quando il differenziale è di quasi 20 punti. Il mio parere è che si debba cominciare a scegliere candidati di spessore (anche al Parlamento), finirla con la solfa che quelli del movimento sono onesti (per definizione) e quindi faranno bene: no, non è vero, non basta! Se il movimento vuole crescere dovrà prendere atto di questo altrimenti prima o poi si scioglierà. Di nuovo, parere personale.
    • antonella b. Utente certificato 4 anni fa
      probabilmente non servirà a niente, è vero, ma sei anche tu nella schiera di coloro che volevano i miracoli di Gesù? Ripetiamo tutti che gli Italiani sono restii ai cambiamenti e poi ci stupiamo quando questo accade? Io credo alla possibilità che il movimento possa cambiare qualcosa ed avrà, quindi, sempre il mio voto, fosse anche il solo e l'ultimo, piuttosto di votare il resto.
NOTE: Considerando lo scopo del sito, saranno in linea di principio accettati tutti i commenti, tramite quelli che violano palesemente le REGOLE.
comments powered by Disqus